Terremoto oggi/ INGV ultime scosse: Friuli, sisma M 3.8 a Udine (19 gennaio 2018, ore 19)

- Silvana Palazzo

Terremoto oggi, 19 gennaio 2018: INGV ultime scosse e notizie. Udine, sisma M 3.8 nel Friuli. Gli aggiornamenti sull’attività sismica con dati, epicentro e ipocentro

terremoto_3_abruzzo_amatrice_lapresse_2017
Terremoto in Abruzzo nel 2017 (LaPresse)

Nuovo terremoto, questa volta però non in Centro Italia ma nel Friuli con una scossa molto “decisa”, avvertita pochi minuti fa in provincia di Udine, presso il comune di Tolmezzo. A pochi giorni dal forte sisma avvertito tra il confine italo-sloveno, è ancora il Friuli Venezia Giulia a tornare protagonista con una scossa di grado M 3.8 sulla scala Richter avvertita in molte zone della provincia di Udine: l’ipocentro della scossa è stato registrato dal centro nazionale INGV a circa 9 chilometri di profondità sotto il livello del terreno, anche se non si hanno notizie di danni a cose, persone, strade o strutture. Le vibrazioni sono state avvertite però, sopratutto nei pressi dell’epicentro ovvero tramite questi particolari comuni della zona: Tolmezzo, Zuglio, Verzegnis, Arta Terme, Cavazzo Carnico, Amaro, Lauco, Villa Santina, Sutrio, Enemonzo, Paluzza, Cercivento, Moggio Udinese, Treppo Carnico, Raveo, Bordano, Preone Venzone, Resiutta, Ovaro, Socchieve, Ampezzo, Osoppo e Rigolato. Non ci sono danni ma la Protezione Civile è comunque stata allertata, come da prassi, dal centro INGV per sismi di magnitudo consistente. (agg. di Niccolò Magnani)

MARCHE, SISMA M 3.2 A MACERATA

Una forte scossa di terremoto è stata registrata nelle Marche poco fa. La Sala Sismica di Roma dell’Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) lo ha segnalato alle 16.36 di oggi, venerdì 19 gennaio 2018. Il sisma è stato di magnitudo M 3.2 sulla scala Richter ed è avvenuto a due chilometri da Monte Cavallo, in provincia di Macerata. L’epicentro del terremoto è stato però individuato con maggiore precisione con le seguenti coordinate geografiche: latitudine 43.01, longitudine 13.03 e ipocentro attestato a 8 chilometri di profondità. I Comuni entro i 20 chilometri dall’epicentro del sisma sono: Pieve Torina (MC), Fiordimonte (MC), Pievebovigliana (MC), Muccia (MC), Serravalle di Chienti (MC), Visso (MC), Fiastra (MC), Ussita (MC), Acquacanina (MC), Preci (PG), Camerino (MC), Sellano (PG), Castelsantangelo sul Nera (MC), Bolognola (MC), Sefro (MC) e Pioraco (MC). (agg. di Silvana Palazzo)

ABRUZZO, SISMA M 2.2 A L’AQUILA

Torna a tremare la terra in Abruzzo, ma per fortuna il terremoto registrato oggi non ha destato alcuna preoccupazione. Il sisma è stato infatti di magnitudo M 2.2 sulla scala Richter. Lo ha registrato la Sala Sismica di Roma dell’Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) all’1.44 di oggi, venerdì 19 gennaio 2018. L’epicentro del terremoto è stato individuato a sei chilometri da Montereale (L’Aquila), ma è stato localizzato con più precisione attraverso le seguenti coordinate geografiche: latitudine 42.58, longitudine 13.24 e ipocentro attestato a 11 chilometri di profondità. La lista dei Comuni che si trovano entro i 20 chilometri dall’epicentro del terremoto comprende: Amatrice (RI), Cittareale (RI), Capitignano (AQ), Borbona (RI), Campotosto (AQ), Posta (RI), Cagnano Amiterno (AQ), Accumoli (RI), Barete (AQ) e Pizzoli (AQ). La situazione resta dunque sotto controllo.

SICILIA, SISMA M 2.2 SULLA COSTA NORD ORIENTALE

La giornata odierna in Sicilia è cominciata con un terremoto di magnitudo M 2.2 sulla scala Richter. Il sisma è stato localizzato sulla costa nord orientale, quindi verso Messina. L’epicentro però è stato individuato con più precisione a latitudine 38.28, longitudine 14.88 e ipocentro ad una profondità di 129 chilometri. Il terremoto segnalato alle 6.46 di oggi, venerdì 19 gennaio 2018, dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) non è stato forte, ma l’attività sismica resta comunque sotto controllo. Entro i 20 chilometri dall’epicentro sono stati individuati i seguenti Comuni: Gioiosa Marea, Piraino, Brolo, Patti, Montagnareale, Capo d’Orlando, Sant’Angelo di Brolo, Ficarra e Naso. Nelle Marche invece è avvenuto alle 10.06 un terremoto di magnitudo M 2.1 sulla scala Richter: l’epicentro in questo caso è a due chilometri da Moresco, in provincia di Fermo. Ecco invece la lista dei Comuni entro i 10 chilometri dall’epicentro: Monterubbiano (FM), Lapedona (FM), Altidona (FM), Ponzano di Fermo (FM), Montefiore dell’Aso (AP), Fermo (FM), Petritoli (FM), Campofilone (FM), Monte Giberto (FM), Massignano (AP), Carassai (AP), Pedaso (FM), Monte Vidon Combatte (FM), Porto San Giorgio (FM) e Grottazzolina (FM).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori