Incidente stradale/ A21, camion prende fuoco a Brescia: sei morti, la dinamica (oggi, 2 gennaio)

Incidente stradale, oggi 2 gennaio 2018: in provincia di Lecce, un ragazzo di 25 anni è finito fuori strada perdendo la vita. Sulla Pontina impatto con la barriera fatale per un 44enne

02.01.2018 - Dario D'Angelo
incidente_stradale_1_pixabay_2017
Immagini di repertorio (foto da Pixabay)

Nuovi aggiornamenti e nuovi dettagli sul tragico incidente dell’A21, che collega Brescia e Torino, in cui hanno perso la vita sei persone: una famiglia, tre adulti e due bambini, e l’autista del camion. I Vigili del Fuoco di Brescia, hanno cercato di ricostruire la dinamica del tragico impatto: nello svincolo tra Brescia Sud e Brescia Centro c’è stato un tamponamento tra un camion e una macchina, quella della famiglia, che è stata speronata dal mezzo pesante, da chiarire ancora i motivi. Nella zona era presente un’altra coda per un altro tamponamento, questa volta tra tir, con una conseguente colonna di coda che ha creato la dinamica a catena. La macchina con a bordo la famiglia, speronata dal camion, è andata a scontrarsi con l’autocisterna, innescando esplosione e incendio. Continuano i lavori dei Vigili del Fuoco per sedare il rogo e ristabilire il traffico, fin qui paralizzato tra Brescia e Manerbio. (Agg. Massimo Balsamo)

21, CAMION PRENDE FUOCO: SEI MORTI

Maxi incidente stradale sulla A21, la Torino-Brescia: è strage. Come riporta Repubblica, all’altezza di Brescia uno scontro tra un camion e una autovettura ha provocato sei morti. Una famiglia intera, compresi due bambini, e l’autista del camion hanno perso la vita in seguito al rogo che ha coinvolto il grosso automezzo. Nella zona si è sollevata una grande quantità di fumo nero e denso, tale da rendere complicata la vita dei soccorritori. Le prime testimonianze dei vigili del fuoco rivelano che l’incidente più grave sia avvenuto in seguito a un tamponamento che si è verificato nella coda creata da un incidente precedente. L’automobile avrebbe colpito la cisterna di un camion, innescando l’esplosione e il seguente incendio. L’autostrada A21 è stata chiusa in entrambe le direzioni e il bilancio, al momento, è ancora provvisorio. Attesi aggiornamenti nelle prossime ore. (Agg. Massimo Balsamo)

A5, MUORE 21ENNE

Fatale un incidente stradale per Federica Banfi, 21enne di Canegrate di Legnano (Milano). La scorsa notte sull’autostrada A5 si sono scontrati un furgone ed un pullman, probabilmente per la presenza di ghiaccio sull’asfalto, e la giovane ragazza del milanese non ce l’ha fatta. Sono sette le persone rimaste ferite nell’incidente: quattro sono ancora ricoverate all’Ospedale Umberto Parini di Aosta in prognosi riservata, come riporta l’Ansa. Cordoglio per la morte della ragazza, con il vicario parrocchiale di Canegrate, don Andrea Citterio, che ha scritto: “Il dolore per la tragica morte di Federica è un peso enorme per le nostre comunità cristiane di Canegrate e S.Giorgio su Legnano. Dalle prime ricostruzioni l’incidente che ha coinvolto un pullman che abbiamo noleggiato e un pulmino del nostro oratorio è avvenuto a causa di una lastra di ghiaccio presente sul fondo della carreggiata autostradale, nonostante i mezzi viaggiassero in sicurezza e rispettando il codice della strada”. Il geometra Luigi Bracci ha ricevuto l’incarico di accertare le cause dello scontro, con una dinamica tutta da chiarire: in particolare per ciò che riguarda la presenza di ghiaccio sull’asfalto. (Agg. Massimo Balsamo)

LECCE, MUORE 25ENNE

L’anno 2018 inizia nel peggiore dei modi dal punto di vista degli incidenti stradali. Nei primi due giorni del nuovo anno si contano infatti già diverse vittime. Nella notte tra l’1 e il 2 gennaio ha perso la vita un ragazzo di 25 anni, rimasto coinvolto in un impatto risultatogli fatale in provincia di Lecce, sulla strada che collega San Donato a Copertino. Come riportato dal portale baritalianews.it, l’automobile del giovane è finita fuori dalla carreggiata per motivi ancora in via d’accertamento da parte degli inquirenti, recatisi immediatamente sul luogo del sinistro per dare il via ai primi rilievi. Sul posto sono arrivati anche i soccorsi, che non hanno potuto far altro che constatare il decesso, avvenuto sul colpo, da parte della vittima. Dall’inizio dell’anno il bilancio dei morti per incidente stradale in Puglia è gravissimo: si parla di 6 morti e 3 feriti gravi.

PONTINA, MUORE 44ENNE

Non solo la Puglia nel resoconto quotidiano che ilsussidiario.net fa degli incidenti stradali avvenuti sulla nostra rete viaria. Anche sulla Pontina, intorno alle ore 17:30 di Capodanno, ha avuto luogo un incidente stradale che ha coinvolto un 44enne ucraino. Stando a quanto riferito da Il Messaggero, l’impatto è avvenuto all’altezza del quartiere Q4 di Latina. Per motivi ancora da stabilire, l’uomo è andato ad urtare la barriera jersey sul fianco della carreggiata, finendo per ribaltarsi all’interno della carreggiata. Immediatamente sono arrivati i soccorsi dell’Ares 118, che nulla però hanno potuto per salvare il conducente della vettura, morto probabilmente sul colpo. La salma della vittima è stata successivamente ricomposta all’obitorio dell’ospedale di Latina e messa a disposizione dell’autorità giudiziaria per eventuali rilievi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori