Uccisa da onda “anomala” in Costiera Amalfitana/ Maltempo a Praiano, turista caduta in mare

Praiano, uccisa da un’onda “anomala” sulla Costiera Amalfitana: turista caduta in mare e risucchiata con altri due amici turisti, lei è morta, gli altri sono sotto choc

02.01.2018 - Niccolò Magnani
onda_mare_migranti_guardia_costiera_lapresse_2017
Sardegna, naufraga barca di migranti - LaPresse

Uccisa da onda “anomala” in Costiera Amalfitana: tragedia a Praiano. Una turista di cinquantacinque anni, originaria del Veneto, è morta dopo essere stata risucchiata da un’onda, che l’ha colta di sorpresa insieme agli altri tre turisti con cui era in visita nella località campana. La tragedia, secondo le ultime indiscrezioni, sarebbe avvenuta a causa del maltempo. Non è ancora possibile rivelare l’identità della donna, poiché si sta attendendo che i suoi familiari vengano avvisati, come sottolinea l’Ansa. La salma della donna veneta in questo momento si trovare all’ospedale di Castiglione di Ravello, nel salernitano. Sul posto dell’accaduto sono giunti gli uomini della Guardia Costiera di Amalfi e i carabinieri della compagnia di Amalfi. L’esame autoptico verrà effettuato qualora il medico legale dia il consenso, mentre le altre tre persone presenti sull’imbarcazione sono state ascoltate informalmente per una prima ricostruzione dell’accaduto. (Agg. Massimo Balsamo)

PRAIANO, MUORE 55ENNE

Forse si è sporta troppo, forse si sono spinti troppo a ridosso del mare, sta di fatto che sulla Costiera Amalfitana la sciagura avvenuta a tre turisti veneti ha purtroppo un bilancio mortale. Una turista donna 55 enne originaria del Veneto è stata uccisa risucchiata da un’onda “anomala”, improvvisa, che l’ha colta di sorpresa assieme agli altri turisti con cui era in visita a Praiano nella splendida cornice della Costiera campana.  La donna si trovava in compagnia di un’altra persona e di un’altra coppia di amici. Tre di loro, compresa la vittima, sono finiti in mare: un quarto si è gettato subito nell’acqua freddissima per cercare di tirare in fuori i compagni, ma purtroppo per la 55enne c’è stato ben poco da fare: i sanitari del 118 hanno tentato invano di rinvenire la donna anche sull’ambulanza verso l’ospedale di Castiglione di Ravello (Salerno) ma nulla è stato utile. La salma ora riposa in camera mortuaria e nei prossimi giorni si terranno i funerali: sotto choc la compagnia di amici incappata nel maltempo in riva al mare di Praiano.

NON È LA PRIMA TRAGEDIA A PRAIANO

La donna insieme agli altri turisti è stata risucchiata in maniera “misteriosa” e gli inquirenti stanno cercando di capire cosa li ha spinti ad andare così a ridosso della riva con il maltempo e il mare grosso di queste ore; intanto, la dinamica è stata svelata per quanto hanno al momento in mano gli inquirenti. La turista veneta di 55 anni ha perso la vita dopo essere stata risucchiata da un’onda a Praiano, lungo la passeggiata che unisce la Praia con il night club Africana: proprio a metà di quella strada è avvenuto l’incidente mortale e ora si cerca di capire meglio l’esatta sequenza dei fatti. Non è tra l’altro la prima volta che una tragedia del genere accade proprio a Praiano: come ricorda Il Mattino di Napoli, un episodio simile avvenne anche il 25 gennaio 1999. Manuela Castaldo, 37 anni di Mogadiscio e residente a Napoli, fu travolta mentre passeggiava in spiaggia con un uomo che era in sua compagnia: «La Castaldo aveva pranzato con un amico in un ristorante vicino alla spiaggia e poi i due stavano facendo una passeggiata quando la donna fu investita dall’onda». Oggi il “ritorno” a quel beffardo passato con un caso simile e un’uguale risultanza: una donna è morta davanti agli occhi inermi dei suoi amici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori