Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: Sestriere, muore sulle piste da sci (20 gennaio 2018)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: Liliana Segre senatrice a vita. Scontro nella Lega per la candidatura della Bongiorno. Bankitalia corregge al rialzo le stime. (20 gennaio 2018).

sergio_mattarella_10_messaggio_lapresse_2017
Sergio Mattarella, appello del Presidente della Repubblica (LaPresse)

SESTRIERE, SI SCHIANATA SULLE PISTE DA SCI E MUORE

Un giovane sciatore di 31 anni è morto oggi sulle montagne del Sestriere, sul Fraiteve. Giovanni Bonaventura di Torino si è schiantato contro una barriera frangivento in lego che collega Sestriere con Sauze per poi precipitare nella scarpata a decine di metri di profondità. Nonostante indossasse l’apposito casco protettivo è morto per trauma cranico e facciale per la violenza della botta subita. Secondo le prime ricostruzioni l’uomo avrebbe sbagliato pista superando senza rendersene conto le segnalazioni di sicurezza e finendo fuori pista (Agg. Paolo Vites) CLICCA SU QUESTO LINK PER LA NOTIZIA APPROFONDITA

SUOCERA DIABOLICA, GENERO UCCISO PER INTASCARE L’ASSICURAZIONE

Morto in un incidente stradale due giorni dopo il matrimonio, terribile fatalità, ingiusta cattiveria della vita, si era detto quel 5 ottobre di due anni fa. Girolamo Perrone, 24 anni, era morto sulla provinciale di Bari investito da un’auto. Invece proprio nessuna fatalità, anche se ci sono voluti due anni per arrivare alla verità dei fatti. L’incidente mortale era stato provocato dalla suocera, Anna Masciopinto, in modo da intascare i soldi dell’assicurazione. Non aveva aspettato neanche un po’ di tempo, troppa brama di arricchirsi, una autentica suocera diabolica. Finalmente è stata arrestata con l’accusa di omicidio volontario insieme al fratellastro e un pregiudicato esperto in truffe alle assicurazioni. Alla guida della macchina che aveva ucciso il giovane c’era proprio il fratellastro della donna che aveva centrato in pieno il povero giovane mentre attraversava la strada. Al momento però nessuna accusa alla vedova a cui era intestata l’assicurazione: secondo la logica il mandante di tutto il piano dovrebbe essere lei (Agg. Paolo Vites)

DONNA NIGERIANA UCCISA IN UN HOTEL DI DALMINE

L’autore dell’omicidio di una donna nigeriana, probabilmente una prostituta, si sarebbe già costituito. La donna, 37 anni, è stata trovata morta stamane in una camera dell’hotel Daine a Dalmine, poco lontano da Bergamo, uccisa con un colpo di pistola. Il presunto autore dell’omicidio che, come detto, si sarebbe già costituito, è un uomo di 62 anni. Le dinamiche del caso sono tutte da accertare, soprattutto il livello di conoscenza dei due e perché l’uccisione: il fatto che sia stato sparato un colpo di pistola indica una freddezza tipica di chi ah preparato un piano omicida, non uno scatto d’ira o di follia (Agg. Paolo Vites)

LILIANA SEGRE SENATRICE A VITA

Una nomina simbolica quella che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha fatto nei confronti di Liliana Segre, che da oggi è senatrice a vita. La Segre nata nel 1930 è una delle ultime pochissime persone sopravvissuta all’olocausto nazista, da bambina a soli 14 anni fu deportata ad Auschwitz-Birkenau nel Gennaio del 44, e riuscì a sopravvivere tra indicibili sofferenze fino alla liberazione degli alleati. La Segre era stata nominata commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana da Ciampi nel 2004, fin da sempre si è battuta per non permettere all’oblio di vincere soprattutto sugli orrori vissuti nel campo di concentramento. Alla neo senatrice sono arrivati immediatamente le felicitazioni del presidente del Consiglio Gentiloni, che ha immediatamente controfirmato il decreto di nomina emesso dal Capo dello Stato.

SCONTRO NELLA LEGA PER LA CANDIDATURA DELLA BONGIORNO

Una candidatura che divide la Lega Nord quella di Giulia Bongiorno, storica legale di alcuni dei personaggi più discussi dell’ultimo ventennio, tra cui anche Giulio Andreotti. La candidatura è infatti sicuramente di peso, soprattutto viste le passate esperienze politiche della donna, che ha anche ricoperto l’incarico di presidente della commissione giustizia. Di certo essa ha spaccato una Lega già sotto attacco nel fronte interno, dopo la rinuncia di Maroni alla presidenza della regione Lombardia. Il più critico proprio Maroni che commentando quanto detto dalla Bongiorno, relativamente all’approvazione del partito finanche di Andreotti, ricorda ai suoi sostenitori che lo stesso Andreotti era uno dei nemici della prima Lega Nord, quella governata da Bossi. Critica anche la Bonino che a caldo dice di non capire la scelta dell’amica Giulia, una scelta che sicuramente la leader storica dei radicali non condivide.

BANKITALIA CORREGGE AL RIALZO LE STIME

Correzione dei contabili della Banca D’Italia relativamente alla crescita del prodotto interno lordo del bel paese, che secondo gli ultimi calcoli dovrebbe vedere un incremento di almeno un punto e mezzo in percentuale durante l’anno scorso. gli economisti di Palazzo Koch sottolineano inoltre come anche l’inflazione dovrebbe essere limata ed assestarsi all’1,1% per poi rialzarsi fino a toccare l’1.5%. Sottolineato inoltre il ruolo delle politiche espansive volute dal governo, politiche ancora indispensabili per poter ambire ad una crescita economica pari a quella degli altri paesi europei. Soddisfazione dopo la pubblicazione del report da parte del ministro dell’economia, che a caldo ha rivendicato i buoni risultati ottenuti dall’esecutivo di cui fa parte.

GRILLO FRENA SULLE ALLEANZE

Rivendica il suo ruolo e chiude alle alleanze con altri partiti, affermando che la domanda su eventuali avvicinamenti con altri partiti è del tutto senza senso. Questo Beppe Grillo che parlando stamani con i giornalisti all’uscita del Viminale, dove si è recato per consegnare il simbolo delle prossime elezioni, afferma di essere convinto che il Movimento Cinque Stelle sarà alle prossime elezioni il primo partito in tutto il paese. In questo caso per Grillo, il candidato premier Luigi Di Maio rivendicherà immediatamente con il presidente della Repubblica Mattarella la possibilità di dar corso ad un esecutivo, che sarà prettamente tecnico-politico.

NELLA CDM DI SCI FEMMINILE BIS DI SOFIA GOGGIA A CORTINA

Pochi giorni dopo il successo in discesa libera a Bad Kleinchirkheim, la discesista italiana ha fatto il bis, sempre in discesa libera, battendo due sciatrici statunitensi, la Vonn, che era andata fortissimo nelle prove, e la Shiffrin. 47 centesimi il distacco rifilato alla seconda ed 84 quello della terza classificata. La Goggia è stata bravissima a tenere sempre “il piede sull’acceleratore”, rischiando ma portando a casa una vittoria importante per la Cdm di specialità ed anche in vista delle prossime Olimpiadi coreane. Importante è stato anche battere due fuoriclasse, con la Vonn che cercava la sua sesta vittoria sulla pista delle Tofane. La pista di Cortina si addice molto alla sciatrice italiana che lo scorso anno aveva conquistato un bel secondo posto, alle spalle della svizzera Gut, oggi arrivata quarta, dopo essere stata prima nella parte alta del percorso.

BENE L’ITALIA ANCHE NEL TENNIS A MELBOURNE

Continua la favola di Andreas Seppi agli Australian Open. Il tennista altoatesino ha raggiunto gli ottavi di finale battendo in un macht lunghissimo, quasi 4 ore di durata, il croato Karlovic. Dopo essere partito benissimo conquistando i primi due set, il tennista azzurro si è fatto rimontare, perdendo i due successivi al tie-break. Nel quinto e decisivo si è poi imposto con il punteggio di 9 – 7. L’ultimo successo di Seppi contro Karlovic risaliva a 11 anni fa in una partita giocata a Barcellona. Ora per lui nel prossimo turno lo scontro con un tennista britannico, Kyle Edmund.

DOMANI TORNA LA SERIE A

Sarà la sfida tra Atalanta e Napoli, in programma alle 12.30 di domenica, ad aprire la giornata della serie A che torna dopo la sosta invernale. La chiusura sarà invece nel posticipo di lunedì sera con la Juventus che ospita il Genoa allo Stadium alle 20.45. Sono così le due principali favorite per lo scudetto ad aprire e chiudere questa giornata, la prima di una lunga serie di sfide che porteranno allo scontro diretto tra circa 90 giorni. Tutti gli esperti sono concordi nel dire che saranno partenopei o juventini i vincitori del campionato, che hanno allungato nelle ultime 5 giornate, conquistando 13 punti ciascuna, nei confronti delle avversarie. La Juventus ha il migliore attacco del campionato ed il Napoli la migliore difesa, per cui sarà una sfida anche da questo punto di vista. A favore della Juventus sembra pesare anche la rosa più ampia a disposizione di Massimiliano Allegri.

CESARE PRANDELLI ESONERATO ANCHE IN ARABIA SAUDITA

L’ex CT italiano, Cesare Prandelli, ha chiuso la sua avventura alla guida dell’Al Nasr, formazione che partecipa al campionato saudita di calcio. Secondo le notizie arrivate sembra che la separazione sia stata “consensuale” dopo che la squadra era stata eliminata dalla coppa nazionale e si trova al quarto posto in classifica in campionato, ma con 11 punti di svantaggio. Per Prandelli è l’ennesimo esonero dopo quelli della nazionale, del Galatasaray e del Valencia.

NELLA CDM MASCHILE DI SCI VINCE SVINDAL

Il campione norvegese, Svindal, si è imposto nella prova di superG che si è disputata sulla celeberrima pista di Kitzbuel. Dietro di lui il connazionale Jansrud che ha rimediato un distacco di mezzo secondo e l’austriaco Maier che si è piazzato al terzo posto. Primo degli azzurri Peter Fill che ha occupato la settima posizione. Lo sciatore norvegese ci riproverà, sulla stessa pista, nella prova di discesa libera, in programma domenica.

CALCIOMERCATO, ALLA RIBALTA GRANDI NOMI

Nel calciomercato di riparazione sembra arrivata al capolinea la “telenovela” che riguarda Rafinha, che arriverà all’Inter in prestito, con diritto di riscatto fissato alla cifra di 35 milioni di euro, diritto che si trasformerà in obbligo al momento della qualificazione dei nerazzurri alla Champions League. Intanto ci sono pressioni da parte del Chelsea per il bosniaco Dzeko, che la Roma non intende cedere; sempre con il Chelsea si potrebbe invece chiudere l’affare che porterà alla corte di Conte il brasiliano Emerson. In Inghilterra si è chiuso un altro trasferimento importante con Alexis Sanchez che lascia l’Arsenal ma non approda al Manchester City, bensì allo United che gli garantisce un ingaggio di 16 milioni annui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori