Olivia Lua/ Pornostar trovata morta nella clinica rehab: nel mondo a luci rosse da appena un anno e mezzo

- Silvana Palazzo

Olivia Lua, pornostar trovata morta nella clinica di rehab: è la quinta attrice a luci rosse deceduta negli ultimi tre mesi. Le ultime notizie sul mistero

olivia_lua
Olivia Lua, pornostar trovata morta nella clinica di rehab

Continuano le morti misteriose nella California a luci rosse. Stavolta a perdere la vita è stata Olivia Lua che questo lavoro lo faceva da molto poco tempo visto anche che era giovanissima. Olivia Lua aveva iniziato la sua carriera nel cinema a luci rosse da un anno e mezzo e solo dall’aprile scorso era entrata nel cast della LA Direct Models. Non era una star di primo piano proprio per questo però era bellissima ed era entrata in un tunnel di situazioni molto complicate e non per questo lavoro. Cosa succede però? E’ lecito chiederselo visto che negli ultimi giorni stanno accadendo molte complicazioni. Olivia Voltaire, così si chiamava Oliva Lua, è stata trovata senza vita nella clinica per il rehab dove stava superando un momento difficile. Al momento si indaga e si cerca di capire bene cosa stia accadendo con gli Stati Uniti d’America che vivono un momento di grande preoccupazione. (agg. di Matteo Fantozzi)

LA CALIFORNIA A LUCI ROSSE TREMA

Il mistero sulla morte della pornostar Olivia Lua, si infittisce ogni ora che passa. Proprio le analisi del sangue effettuate sulla 23enne, hanno rivelato che a toglierle la vita sarebbe stato un mix letale di pillole insieme a dell’alcol. Se il caso poteva sembrare archiviato dopo poco, il mistero ha assunto proporzioni importanti quanto si è venuto a sapere che lei è la quinta porno attrice morta nel giro degli ultimi tre mesi. A questo punto, la porno Valley sta interrogandosi sull’accaduto come non mai: incidenti oppure qualcosa di più grande e misterioso? La psiche di queste ragazze, dopo essere state arruolate in questo mondo, viene messa davvero a dura prova ecco perché, potrebbero essere state vittime di depressione e voglia di non continuare più questo lavoro ma di essere troppo sconfortate e di non avere la forza di uscirne. Una trama intricata che comunque, ha “triturato” il loro modo di affrontare la vita, con problematiche annesse e connesse. Staremo a vedere se le indagini regaleranno – con il tempo – qualche prezioso indizio. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

IL MISTERO S’INFITTISCE

Il mistero si infittisce e in quello che sembra il dorato mondo del porno c’è davvero qualcosa che non va e che lascia l’amaro in bocca. In tre mesi ben cinque attrici hard sono morte e, soprattutto alcune, in circostanze misteriose e Olivia Lua non è da meno. L’attrice si trovava in rehab, in clinica, ma il caso ha voluto che proprio mentre cercava di ripulirsi sia entrata in possesso di alcol e pillole, un mix letale che l’ha uccisa. Solo voglia di farla finita o qualcosa di poco chiaro? Il mistero intorno alla sua morte si infittisce soprattutto alla luce del fatto che la donna, proprio qualche ora prima di morire, aveva pubblicato uno strano messaggio in cui ammetteva che niente le faceva più paura proprio consapevole di qualcosa, forse quella stessa cosa “che sentiva ovunque” e che l’ha portata alla morte. Si tratta davvero di un mondo che ti mangia dentro e che ti rende schiavo e succube o c’è davvero qualcosa o qualcuno dietro la morte di queste attrici? Oggi non si parla d’altro ma sicuramente il primo pensiero deve andare ad una giovane donna che ha detto addio alla vita troppo presto. (Heda Hopper)

COSA È SUCCESSO A OLIVIA LUA?

Negli ultimi tre mesi sono morte in circostanze misteriose cinque attrici a luci rosse negli Stati Uniti. A creare il giallo questo dato singolare, oltre che il messaggio a dir poco sibillino dell’ultima pornostar deceduta. Si chiama Olivia Lua, ma è più conosciuta con il nome d’arte di Olivia Voltaire. Su Twitter poche ore prima di essere trovata senza vita in un centro di riabilitazione di West Hollywood aveva scritto: «La sento ovunque. Non mi fa più paura». Stando agli accertamenti effettuati finora, sarebbe stata uccisa da un cocktail di farmaci e alcool assunto la sera stessa. L’agenzia LA Direct Models ha però messo in relazione la sua morte con gli altri quattro decessi poco chiari. Lo si apprende dal comunicato pubblicato: «Di recente sono stati fatti molti commenti sul numero di pornostar scomparse negli ultimi mesi. Con grande tristezza dobbiamo informare che la lista è aumentata. Olivia Lua è morta questa mattina».

OLIVIA LUA MORTA: QUINTA ATTRICE HARD SCOMPARSA IN TRE MESI

Derek Hay di LA Direct Models ha spiegato che Olivia Lua era in riabilitazione per una dipendenza non meglio precisata. «La famiglia e gli amici intimi nutrivano profonda preoccupazione per il numero di farmaci che le erano stati prescritti», ha spiegato Hay, secondo cui «se le medicine sono state mischiate a droghe o alcol, è probabile che siano la causa della sua morte». Olivia Lua era apparsa in diverse serie televisive, tra cui “Vixen” e “Hostel XXX”. Lo scorso aprile aveva sottoscritto un contratto con LADirect Models, ma dall’inizio di ottobre aveva deciso di curarsi entrando nella clinica di riabilitazione. Da tempo pubblicava tweet che preoccupavano fan e parenti. Qualche giorno fa, ad esempio, aveva scritto: «Nessuna persona viva può essere un angelo per sempre». Lei però è la seconda pornostar legata all’agenzia sopracitata che muore in meno di un mese: il 7 gennaio è accaduto a Olivia Nova, trovata morta nella sua casa di Las Vegas. «Ed è solo una coincidenza che le due modelle avessero lo stesso nome. Crediamo che non si siano mai incontrate».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori