Luciana Fantato/ Scomparsa da Gambolò: colpa del marito? Spunta ipotesi omicidio (Chi l’ha visto)

- Emanuela Longo

Luciana Fantato, scomparsa da oltre due mesi da Gambolò: allontanamento volontario o morte tragica? Chi l’ha visto fa il punto della situazione nella nuova puntata.

luciana_fantato_chi_lha_visto
Luciana Fantato

Di Luciana Fantato non si hanno più notizie dal 10 novembre dello scorso anno, quando di lei si sono perse le tracce dalla sua abitazione di Gambolò, in provincia di Pavia. Un allontanamento volontario, tra le varie ipotesi sostenute anche dai familiari, secondo i quali la donna di 59 anni avrebbe deciso di lasciare l’abitazione nella quale viveva con il marito Pierino e i suoi due figli proprio a causa della tendenza dell’uomo ad accumulare giornali e vecchi oggetti. Il caso tornerà stasera al centro della trasmissione Chi l’ha visto, durante la quale si farà il punto sulle ricerche e sulle attuali condizioni di Pierino. Le festività natalizie sono ormai trascorse e di Luciana continuano a non esserci notizie. Il marito intanto, ha promesso di essere cambiato, convinto che dietro la sparizione della donna possa esserci la condizione in cui l’aveva costretta a vivere, a causa della sua mania ad accumulare oggetti in casa. Anche le preoccupazioni derivanti dalla figlia Marta, i timori che potesse ancora compiere altre sciocchezze come avvenuto in passato e che potesse ritrovarsi al fianco dell’uomo sbagliato potrebbero essere alla base della sua decisione di andare via di casa. Proprio Pierino, infatti, fino ad oggi ha sempre dato alla figlia la colpa della scomparsa della moglie, eppure ciò che è certo è che della 59enne si sono perse le tracce da ormai oltre due mesi. Quella mattina del 10 novembre scorso, Luciana andò via lasciando in casa solo un foglietto con le istruzioni per la lavatrice, ritrovate al suo risveglio dal nipote.

LUCIANA FANTATO: TUTTE LE IPOTESI AL VAGLIO

A distanza di due settimane, la trasmissione Chi l’ha visto torna a chiedersi dove possa essere Luciana Fantato. Già nella puntata dello scorso 10 gennaio, il programma era tornato ad occuparsi del giallo ed in quell’occasione il marito aveva lanciato un appello: “Luciana siamo qui e ti aspettiamo”. Negli ultimi giorni l’attenzione si è concentrata sulle possibili piste e tra le tante, come riporta il quotidiano La provincia di Pavese ce ne sarebbe una davvero inquietante e lascerebbe presagire un destino drammatico capitato alla casalinga 59enne. Tre anni fa alla famiglia di Luciana erano giunte alcune lettere anonime già in possesso dei carabinieri. Alcune contenevano minacce di morte e riferimenti chiari alla passeggiata che la donna era solita fare ogni sabato. In una si diceva che sarebbe accaduto qualcosa proprio prima di Natale e a rendere ancora più inquietante il messaggio erano state raffigurate alcune croci. Tante le voci sul fatto che Luciana possa essersi allontanata per sfuggire alla vita che il marito l’aveva indotta a fare. È possibile che possa avere trovato ospitalità da qualche amica o parente? Conferme su questo fronte non sarebbero ancora giunte. Nessuno l’avrebbe avvistata né sarebbe stata ripresa dalle telecamere di videosorveglianza di Gambolò e ciò ha contribuito nelle ultime settimane a rendere ancora più fitto il mistero. C’è poi l’ipotesi del possibile suicidio ma anche su questo fronte non ci sarebbero state conferme. Intanto nell’ultimo periodo sarebbe accaduto un altro fatto increscioso: il marito avrebbe subito un furto in casa di 500 euro in contanti. Il fatto avrebbe qualcosa a che fare con la scomparsa di Luciana?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori