ULTIME NOTIZIE/ Di oggi, ultim’ora: treno deragliato, denunciati 4 operai sorpresi in zona (27 gennaio 2018)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: nuovo attentato kamikaze a Kabul, si parla di almeno 40 morti nella capitale dell’Afghanistan. I talebani rivendicano. (27 gennaio 2018).

matteo_salvini_silvio_berlusconi_lega_forza_italia_centrodestra_porta_lapresse_2017
Matteo Salvini e sullo sfondo Silvio Berlusconi (LaPresse)

TRENO DERAGLIATO, DENUNCIATI 4 OPERAI RFI

Quatro operai di Rete Ferroviaria Italiana sono stati sorpresi dalla polizia nell’area in cui il treno della linea Cremona-Milano è deragliato, provocando la morte di tre donne e 46 feriti. Accompagnati in Questura, dove sono stati identificati, sono stati poi denunciati per violazione di sigilli, mentre le loro attrezzature sono state sequestrate. Con loro infatti avevano degli strumenti per effettuare rilievi, non si sa però a quale scopo. Rfi in un comunicato ha spiegato che i tecnici in questione «erano impegnati esclusivamente in controlli tecnici tra Pioltello e Treviglio in vista della riapertura degli altri due binari della linea, nelle zone non poste sotto sequestro dall’autorità giudiziaria». Quindi avrebbero superato «inavvertitamente» i confronti dell’area sequestrata, «non visibilmente segnalati». Sulla vicenda si è espresso anche il segretario della Lega lombarda, Paolo Grimoldi, il quale ha annunciato «un’interrogazione parlamentare rivolta al ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, per avere chiarezza circa la presenza di presunti operai della Rete ferroviaria italiana nell’area dove si sarebbe verificata la rottura del binario che ha provocato l’incidente ferroviario di Pioltello». (agg. di Silvana Palazzo)

BERLUSCONI E SALVINI LITIGANO SULLA FORNERO

Tocca alla Legge Fornero mettere in evidenza le divergenze tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini, a pochi giorni dalla firma del programma del centrodestra unito con Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia e la cosiddetta “quarta gamba”, rappresentata da Fitto e Udc. Ad innescare la miccia sono le parole di Silvio Berlusconi in un’intervista rilasciata a Il Sole 24 Ore, nella quale il leader di Forza Italia spiega che la quota dei 67 anni per andare in pensione si potrà abbassare “solo in alcuni casi, individuati con equità, e per un periodo di tempo limitato”. Questo perchè un intervento di questo tipo “non stravolgerebbe i conti dell`Inps e non avrebbe naturalmente i gravi effetti sui conti previdenziali che si determinerebbero se invece si abbassasse l`età di accesso alla pensione per sempre e per tutti”. Di avviso opposto Matteo Salvini, che ha replicato:”A Berlusconi dico: “Patti chiari, amicizia lunga’. Via la legge Fornero. È il primo punto del programma che abbiamo firmato tutti con gli italiani. Ho preso un impegno prima personale e poi come partito. La Fornero va cancellata. È una legge ingiusta, sbagliata, che porta povertà e disperazione nelle famiglie”. (agg. di Dario D’Angelo)

ATTENTATO A KABUL: RIVENDICANO I TALEBANI

Nuovo sanguinoso attacco kamikaze a Kabul. Un attentato suicida in piena regola nella capitale dell’Afghanistan, avvenuto questa mattina nei pressi dell’ex ministero dell’Interno, l’edificio che ora ospita l’Alto Consiglio di pace (Hpc) e nei cui pressi sorgono, come riporta il Fatto Quotidiano, oltre che un ospedale e numerosi negozi, anche “gli uffici dell’Unione europea e di una agenzia di intelligence afghana, gli uffici del Dipartimento nazionale della sicurezza e le ambasciate di India, Indonesia e Svezia”. Da quel che si apprende gli attentatori per superare i controlli e trasportare l’esplosivo hanno utilizzato un’autoambulanza: superato il check point hanno fatto deflagrare l’autobomba. Un portavoce del ministero della Sanità, sentito dall’emittente 1TvNews, ha dichiarato che in tutto almeno 110 persone sono state coinvolte dall’attentato e 17 sono morte, ma bilanci più aggiornati parlano di almeno 40 vittime. A rivendicare l’attentato sono stati i talebani dell’Emirato islamico dell’Afghanistan. Il Paese ripiomba nel terrore. (agg. di Dario D’Angelo)

DAVOS PARLA TRUMP

Attesissimo come non mai, al vertice economico che si sta tenendo in Svizzera è arrivato Donald Trump. Il presidente americano era atteso soprattutto per quello che avrebbe detto sulla sua “deriva isolazionistica” intrapresa, soprattutto dopo la condanna di Germania, Francia e Italia. Trump non ha retrocesso sulla sua visione di economia mondiale, ma è stato sicuramente meno aggressivo del solito sottolineando che la sua intenzione non vuole portare il paese che amministra solo contro tutti, ma solamente verso un commercio più equo e solidale. Le parole sono suonate come una parziale marcia indietro, anche perché lo stesso Trump sa benissimo che non può minimamente permettersi di fare perdere all’economia USA l’importante fetta di esportazione verso l’Europa.

CAOS DIRITTI TV PER IL CALCIO

Un vero e proprio caos quello che è avvenuto relativamente ai diritti televisivi della Serie A per il triennio 2018/2021. L’assemblea ha infatti deciso di respingere le offerte presentate da Mediaset e Sky perché ritenute sensibilmente più basse rispetto alle aspettative. Da indiscrezioni emergerebbe che Sky era arrivata a circa 600 milioni di euro, Mediaset invece si era fermata a soli 200 milioni di euro. La procedura prevede adesso l’apertura della busta di una cordata spagnola la Mediapro che sembrerebbe essere disposta a mettere sul piatto circa un miliardo di euro. DI fatto la mancata assegnazione dei diritti farebbe esplodere la rivolta dei presidenti, con quest’ultimi che contano sui diritti per rimpolpare le casse dei loro club.

PROBLEMI NEL CENTRO SINISTRA PER LA PRESENTAZIONE DELLE LISTE

Dopo i noti problemi del centrodestra e quelli del M5S le cui parlamentarie sono a “rischio ricorso”, arrivano quelli per il terzo schieramento: quello di Centrosinistra. Per tutta la giornata infatti “pontieri” al lavoro per affinare la definizione delle liste, tutto ruota attorno alla candidatura nei “seggi sicuri”, quelli cioè che a meno di improbabili stravolgimenti garantirebbero un elezione certa. La minoranza rappresentata da Orlando crede che quelli riservati alla propria corrente di partito siano insufficienti, di ben altro avviso il segretario Renzi, che punta a candidare molti dei suoi fedelissimi. Per capire quanto sia tesa la questione basti pensare che oggi sono avvenuti due slittamenti, uno relativo alla direzione di partito e uno relativamente alla presentazione della candidatura della Boschi a Bolzano.

DERAGLIAMENTO DI PIOLTELLO, PARZIALMENTE RIAPERTA LA LINEA FERROVIARIA

È stata riaperta anche se parzialmente la linea ferroviaria teatro del deragliamento del regionale Cremona-Milano, deragliamento che è costato la vita a tre donne. Sotto il punto di vista delle indagini gli inquirenti oggi hanno effettuato un ulteriore sopralluogo, da questo si evince che le rotaie che hanno provocato l’incidente dovevano essere sostituite a breve, esse si sono di fatto rotte per circa 20 centimetri, rottura che ha causato il deragliamento del convoglio. Non è la prima volta che una cosa del genere succede in quella tratta, e la procura vuole adesso capire se i ritardi nella manutenzione la linea erano evitabili. Per quanto riguarda i feriti una sessantina sono stati dimessi oggi, permangono in ospedale una ventina di persona, tra di essi 4 in terapia intensiva.

DOMENICA GIGI BUFFON COMPIE 40 ANNI

Domenica 28 gennaio il portiere bianconero, Gigi Buffon raggiunge un traguardo importante, quello dei 40 anni. Per lui, indiscusso numero 1 non solo di maglia, tra i portieri di tutte le epoche, ci saranno festeggiamenti, ma i tifosi si aspettano soprattutto la sua decisione riguardo alla possibilità di continuare ancora a giocare dopo che all’inizio dell’anno sembrava che questa dovesse essere la sua ultima stagione agonistica. In una recente intervista Buffon ha dichiarato di non aver fatto ancora la scelta definitiva, e questo potrebbe dipendere anche dalla conquista o meno della Champions League. In casi di vittoria juventina della manifestazione europea, potrebbe anche voler dare l’assalto alla coppa Intercontinentale, lui che ha anche alzato la coppa di campione del mondo in Germania.

TORNA LA SERIE A, IN CAMPO LA JUVENTUS

Quel che è certo è che Buffon non sarà titolare nell’anticipo di campionato al Bentegodi contro il Chievo, pur se convocato. Allegri ha detto infatti che tornerà tra i pali martedì prossimo in occasione della gara di Coppa Italia che la Juventus giocherà sul terreno dell’Atalanta per l’andata del turno di semifinale. Nella partita di domani sera il tecnico bianconero, ancora alle prese con gli infortuni dovrebbe schierare la stessa formazione che ha battuto il Genoa.

SERIE A, ECCO IL PROGRAMMA

Tra sabato e domenica sera si giocano le altre partite della serie A, con la giornata che sarà chiusa dalla gara tra Roma e Sampdoria, che segue a soli 4 giorni il recupero dell’andata pareggiato per 1 – 1. Ma la partita più importante della 3° di ritorno è quella che alle 18.00, al Meazza, vede opposte Milan e Lazio, con i biancocelesti che ci arrivano come favoriti. All’andata finì 4 – 1 per i laziali e si iniziarono a vedere le prime crepe che avrebbero portato alla sostituzione di Montella con Gattuso, che dopo un inizio difficile sembra aver svoltato con 1 pareggio e 2 successi nelle ultime 3 gare giocate. Milan senza lo squalificato Rodriguez, che rientrerà proprio mercoledì nella partita di Coppa Italia contro la stessa Lazio.

CALCIOMERCATO, SI BLOCCA LA TRATTATIVA ROMA-CHELSEA

Ancora fase di stallo per la trattativa che dovrebbe portare Dzeko e Emerson a Londra, sponda Chelsea. Il giocatore bosniaco non appare del tutto convinto, sia per la durata del contratto che per gli emolumenti. Il Chelsea dal canto suo, anche se le due trattative sono slegate, vorrebbe chiuderle insieme. La Roma deve comunque fare cassa ed in caso di mancata cessione del suo centravanti potrebbe tornare in auge la partenza di Nainggolan con destinazione campionato cinese. Resta ancora in pista il Napoli per Politano, ma l’impressione è che tutte queste trattative finiranno per chiudersi eventualmente solo nell’ultimo giorno di mercato, come il possibile arrivo di Pastore all’Inter.

CONTINUANO LE TRATTATIVE PER LA PRESIDENZA DELLA LEGA DI SERIE A

In una riunione tenutasi oggi a Milano la Lega di Serie A non ha trovato l’accordo sull’elezione del presidente, ma sembra che potrebbe essere l’ex presidente della Federazione, Carlo Tavecchio. Intanto le società sono divise su tutto, anche sul candidato da appoggiare per la carica di presidente federale. Si è saputo inoltre che i diritti sul campionato di serie A per le prossime 3 stagioni non sono stati assegnati in quanto l’offerta complessiva era troppo bassa e quindi si prosegue con le trattative.

COPPA DEL MONDO DI SCI, SECONDO POSTO PER L’AZZURRA BASSINO

Ancora soddisfazioni per l’Italia dagli sport invernali. Nella combinata che si è disputata a Lenzerheide, la 21enne Marta Bassino ha conquistato il secondo posto alle spalle della svizzera Holdener con una grande rimonta nella seconda manche, mentre l’altra azzurra, Federica Brignone, è uscita proprio nel corso della seconda prova.

FINALE AUSTRALIAN OPEN, FEDERER-CILIC

Sarà Cilic – Federer la finale dell’Australian Open con lo svizzero che potrà quindi difendere il titolo conquistato lo scorso anno. Federer ha sconfitto in semifinale il giovane coreano Chung che si è ritirato nel corso del secondo set che stava perdendo per 5–2 dopo aver perso anche il primo con il punteggio di 6-1. Lo svizzero arriva in finale dopo non aver perso nemmeno un set dall’inizio della manifestazione e affronterà Cilic vera sorpresa del torneo anche se c’è da dire che ai quarti è stato graziato da Rafa Nadal anche lui ritirato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori