“Ragazzi non bestemmiate!”/ Mamma massacrata di botte dalla baby gang: si indaga sui responsabili

- Francesco Agostini

Mamma picchiata, a Torino 4 giovani adolescenti prima la accerchiano e poi la pestano davanti al figlio piccolo. Alla base dell’aggressione, un rimprovero.

carabinieri_lapresse_2017
Carabinieri (LaPresse)

Denunciati e identificati i ragazzi che hanno aggredito una mamma che li aveva redarguiti perché stavano bestemmiando e facendo confusione nei pressi del centro commerciale Le Gru a Torino. Bisognerà capire quali saranno le implicazioni, essendo tutti minorenni i responsabili che sono però stati denunciati dalle forze dell’ordine per lesioni aggravate. Soprattutto si sta provando a comprendere se i ragazzi abbiano dei precedenti in merito all’aggressione, considerando che la zona è già stata segnalata più volte per episodi legati alla microcriminalità. Al momento non sono trapelate indicazioni riguardo l’identità degli aggressori, che hanno anche l’aggravante dei futili motivi. Si sta anche cercando di comprendere se e in che misura i ragazzini aggressori della mamma nel parcheggio avessero consumato sostanze stupefacenti. (agg. di Fabio Belli)

LA DONNA NON E’ IN PERICOLO

A Torino, nel parcheggio del centro commerciale Le Gru, è andato in scena un fatto gravissimo di cronaca che ci fa comprendere quanto la situazione della criminalità e della micro-criminalità sia oramai sfuggita completamente di mano. Una mamma, infatti, si trovava assieme al suo bambino piccolo all’interno del parcheggio quando ha sentito dei ragazzini bestemmiare. La donna ha sgridato i bambini per le bestemmie (una cosa assolutamente legittima, anzi, doverosa) e in tutta risposta, i 4 ragazzi hanno pensato bene di accerchiare la donna e pestarla. Il branco constava di tre giovani maschi diciassettenni e una ragazza quindicenne. La donna fortunatamente non è in pericolo ma ha riportato delle lesioni; ovviamente i 4 delinquenti sono stati immediataente denunciati per lesioni aggravate. Una vicenda assurda e che deve assolutamente farci riflettere sulla poca malleabilità dei giovani alle norme educative, anche quelle più basilari e fondative del vivere civile umano. 4 ragazzi hanno picchiato una donna (e potremo già fermarci qui), davanti al suo bambino piccolo. Difficile fare peggio.

UNA ZONA DIFFICILE

Quella del parcheggio davanti al centro commerciale Le Gru è una zona ad alto rischio e da sempre al centro dell’attenzione delle autorità da parte dei corpi di polizia. La micro-criminalità di questa zona oscura di Torino è nota ai Carabinieri, visto che poco tempo fa c’erano già stati alcuni episodi gravi che avevano reso la zona pericolosa e ad altissimo rischio. Uno dei negozi del centro commerciale, Claire’s, aveva subito un furto, sempre ad opera di minorenni. Poco prima un adolescente era stato fermato perché in possesso non solo di un’arma ma ben due. In una tasca aveva un pericoloso coltello a serramanico, mentre nell’altra una pistola scacciacani sprovvista di tappo rosso. A questi episodi sporadici, ma non troppo, si devono accumulare quelli di spaccio, visto che l’area parcheggio viene spesso utilizzata per spacciare droga, usata prevalentemente dagli adolescenti. L’episodio della mamma picchiata in pieno giorno solo per aver chiesto a dei ragazzi di non bestemmiare, però, ha raggiunto il massimo del degrado, della cattiveria e della violenza. Le forze dell’ordine dovranno vigilare costantemente su quest’area.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori