Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: New York, incendio sul tetto della Tower Trump (8 gennaio 2018)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: ufficializzata alleanza centro-destra. Il maltempo blocca New York. Papa Francesco difende il dialetto. Stasera si gioca la Liga. (8 gennaio 2018).

berlusconi_meloni_salvini_lapresse_2015
LaPresse

NEW YORK, IN FIAMME IL TETTO DELLA TOWER TRUMP

Un forte incendio divampa sul tetto della Trump Tower, il grattacielo di proprietà del presidente degli Stati Uniti nonché suo quartiere generale. Non sono ancora stati accertati i motivi, una fitta colonna di fumo si alza nel cielo di New York. La residenza della famiglia Trump è proprio agli ultimi piani del grattacielo sito nella Quinta strada, ma non sono state necessarie evacuazioni. Certamente il dubbio che si tratti di un incendio appiccato per motivi dolosi una sorta di “avvertimento” a Donald Trump, è motivo di speculazioni (Agg. Paolo Vites)

IRAN, ARRESTATO L’EX PRIMO MINISTRO AHMADINEJAD

Secondo voci ufficiose l’ex primo ministro iraniano Mahmoud Ahmadinejad sarebbe stato arrestato con l’accusa di aver fomentato e sostenuto le rivolte della popolazione contro la crisi economica che sta affamando gli iraniani. Si troverebbe agli arresti domiciliari. Sin dall’inizio erano state rivolte accuse nei suoi confronti, di essere dietro alla grande rivolta popolare. Accuse che sembrano alquanto infondate: Ahmadinejad, fondamentalista e estremista islamista, sembra un capro espiatorio per trovare un colpevole, in quanto la rivolta popolare era spontanea e un fascio islamico come lui difficilmente avrebbe potuto esserne coinvolto. Anzi, stava preparandosi a candidarsi alle elezioni del 2020. Il fatto che un personaggio del genere comunque sia stato arrestato costituisce una notizia positiva. (Agg. Paolo Vites)

SAVONA, INCENDIO IN DEPOSITO RIFIUTI, ALLARME NUBE TOSSICA

Ancora un incidente in un deposito di rifiuti, questa volta a Cairo Montenotte in provincia di Savona. Questa volta il capannone non era abbandonato, appartiene infatti all’azienda Fg Riciclaggi che opera nel settore dei rifiuti, ma evidentemente con un sistema anti incendio non in grado di prevenire questo tipo di disastri. Sono infatti andati a fuoco ben due capannoni adibiti allo stoccaggio di materiale legnoso, plastica pneumatici. Inevitabile l’allarme nube tossica che si è sprigionata fin dalle 21 di ieri sera. Le fiamme sono ancora alte e l’aria irrespirabile. Diversi residenti in zona sono stati ricoverati per problemi respiratori. Secondo le prime indiscrezioni l’incendio sarebbe di origine dolosa (Agg. Paolo Vites)

UFFICIALIZZATA ALLEANZA CENTRO DESTRA

In un vertice di Arcore ufficializzata l’alleanza di centro destra tra Forza Italia, Lega Nord e fratelli D’Italia. I tre leader hanno infatti durante un vertice di quattro ore trovato l’accordo, un accordo che si basa principalmente su un programma comune e su un nuovo simbolo da presentare esclusivamente per la competizione del prossimo 4 marzo. Il vertice che ha visto la partecipazione oltre a Berlusconi di Giorgia Meloni e Matteo Salvini ha anche ufficializzato una parte del programma che prevede l’abolizione della legge Fornero e l’innalzamento delle pensioni minime a mille euro. Nei prossimi giorni alcune delegazioni dei partiti si incontreranno per redigere il programma da presentare agli elettori. Nello stesso vertice è emersa l’indiscrezione che il governatore Maroni potrebbe non ricandidarsi, per motivi personali, alla guida della regione Lombardia.

IL MALTEMPO BLOCCA NEW YORK

Disagi pesantissimi in terra americana per il maltempo che sta colpendo tutti gli “states” soprattutto la cosa est. In tale contesto bloccato per ore l’aeroporto internazionale di New York con migliaia di voli che hanno subito ritardi, e centinaia addirittura cancellati completamente. Tra questi si evidenzia la disavventura di circa 300 passeggeri che su un volo dell’Alitalia dovevano raggiungere Roma, essi prima di partire sono stati trasportati a Montreal con alcuni autobus, allungando il loro viaggio di una dozzina di ore. E riguardo alla nostra compagnia di bandiera scoppia la polemica sui social con decine di passeggeri che lamentano di essere stati letteralmente abbandonati a bordo di un volo proveniente da Milano, stante la mancanza dei mezzi antineve che potessero permettere la discesa dall’aeromobile.

PAPA FRANCESCO DIFENDE IL DIALETTO

Presenziando a 34 battesimi nel giorno dell’epifania Papa Bergoglio ha difeso le lingue locali affermando che esse sono intime e collegate allo star bene familiare. Interessante il ragionamento del pontefice che ha esortato le famiglie cattoliche a usare il dialetto durante la trasmissione degli insegnamenti di fede, essendo il dialetto una lingua intima. Bergoglio ha sottolineato il proprio concetto nella parte in cui ha affermato che è lo Spirito Santo che aiuta ogni famiglia a propagare la propria fede agli infanti. Le celebrazioni si sono tenute in una Cappella Sistina strapiena, nella quale le misure di sicurezza per paura di attentati terroristici erano al massimo livello.

DYBALA SALTA GLI OTTAVI DI CHAMPIONS?

E’ molto più duro delle polemiche per il var di Cagliari-Juventus il risveglio dei bianconeri. Infatti fin da subito si capisce che l’infortunio di Paulo Dybala come temuto non sarebbe stata una cosa da niente. I primi esami medici hanno riportato una lesione distrattiva ai flessori della cosca destra. Il livello di gravità è stato sottolineato come si muova tra il lieve e il medio, ma comunque si parla di una quarantina di giorni di assenza. Il rischio concreto è quello di saltare il match d’andata degli ottavi di finale di Champions League che vedranno i bianconeri affrontare il Tottenham il prossimo 13 febbraio. Di certo Paulo Dybala proverà a fare di tutto per essere in campo anche perché i suoi gol mancano in Europa da moltissimo tempo, proprio da quella splendida serata con una doppietta che stese il Barcellona di Messi, Suarez e Neymar.

STASERA POSTICIPO DI LIGA

Si chiude stasera la diciottesima giornata di Liga con la sfida dell’Estadio La Rosaleda di Malaga con la sfida tra i padroni di casa e l’Espanyol. I padroni di casa dovranno fare a meno di Carlos, fermato da un problema al ginocchio, e da Torres, fuori per un problema alla coscia. Dall’altra parte invece Lopez sarà out per un problema anche lui al ginocchio. Al momento le due squadre sono divise in classifica da nove punti con il Malaga che è diciannovesimo e in zona retrocessione mentre l’Espanyol viaggia a più cinque su questa. Sarà quindi importante per i padroni di casa vincere per provare a rosicchiare punti e magari andare ad avvicinarsi all’Alaves che ha perso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori