Foggia, aggredì agenti nel Cara: gambiano rischia l’espulsione/ Scattano gli effetti del Decreto Salvini

- Carmine Massimo Balsamo

Foggia, aggredì agenti nel Cara: gambiano rischia l’espulsione. Ultime notizie Cerignola, scattano gli effetti del Decreto Salvini: ecco cos’è successo

matteo_salvini_10_lapresse_2018
Matteo Salvini (LaPresse)

Foggia, aggredì agenti nel Cara: gambiano rischia l’espulsione, scattano i primi effetti del Decreto Salvini. La vicenda risale allo scorso sabato: Omar Jallow, richiedente asilo, è stato fermato sabato per un controllo da due agenti della polizia stradale insieme ad altri cinquanta migranti e prima ha tentato di investire con l’auto i due membri delle forze dell’ordine, per poi fuggire ed aggredire i poliziotti all’esterno del Cara di Cerignola. Come sottolinea Il Giornale, ora lo straniero rischia l’espulsione: Jallow aveva ottenuto la protezione umanitaria grazie a un ricorso alla magistratura e il suo status doveva già essere riesaminato dalla commissione territoriale di Foggia per decidere sull’eventuale rinnovo. La procedura ora ha subito un’accelerata grazie al recente decreto sicurezza e immigrazione stilato dal ministro dell’Interno.

IL COMMENTO DI SALVINI

Dopo la brutale aggressione subita sabato, gli agenti hanno riportato ferite guaribili in quindici e trenta giorni, mentre Jallow è stato ammanettato una volta sedata la rivolta al Cara di Cerignola. E l’espulsione del richiedente asilo è stata invocata a più riprese nelle ultime ore: “Due poliziotti fermano un Gambiano di 26 anni che aveva tentato di investirli: vengono circondati da 50 extracomunitari del Cara di Borgo Mezzanone a Foggia e pestati. Totale solidarietà di Fratelli d’Italia ai nostri agenti. Chiediamo l’espulsione immediata per questi delinquenti. Chi viene in Italia deve rispettare la legge e basta!”, le parole della leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. E Matteo Salvini conferma: “La giornata comincia BENE Prima applicazione del #DecretoSalvini! Il gambiano Omar Jallow, 26 anni e vari precedenti penali, l’altro giorno a Foggia non si era fermato all’alt ma aveva cercato di investire un poliziotto. Era un “richiedente asilo”, che aveva avuto la protezione umanitaria grazie a un ricorso alla magistratura. Dopo il nostro decreto, è stato subito convocato in Commissione: protezione NEGATA! E adesso, come giusto, si potrà espellere! Fuori dall’Italia questi delinquenti, dalle parole ai fatti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori