FOTO BLASFEME NEL PRESEPE/ Bolzano: dopo un anno i tre ragazzi chiedono scusa, il sindaco ritira la querela

- Paolo Vites

Foto blasfeme scattate nel presepe della città di Bolzano avevano fatto il giro dei social, i tre responsabili erano stati denunciati. Adesso hanno finalmente chiesto scusa

presepe-blasfemo_instagram
Foto da Instagram

Ci hanno messo quasi un anno ma alla fine hanno chiesto scusa, per quanto possano essere sincere o solo un modo per evitare una multa o anche una condanna. Durante il periodo dell’Avvento dello scorso anno a Bolzano, tre ragazzetti di cui uno solo maggiorenne si erano fatti dei selfie nella capanna del Presepe posta nella piazza principale della città in pose oscene. Una ragazzata? Sì, ma di livello squallido e volgare come sembra oggi siano diventati quelli che una volta erano scherzi e goliarda comunque simpatici. Oggi invece la volgarità sembra essere l’unico modo di esprimersi dei giovani.

SINDACO BOLZANO RITIRA LA QUERELA

Il sindaco Caramaschi li aveva querelati, adesso ha ritirato la denuncia perché “hanno presentato scuse formali direttamente al sindaco in qualità di rappresentante dei cittadini”. Un sindaco che nonostante tutto sembra scivolare nel cliché, definendo il gesto “una goliardia tra ragazzi poi amplificata dai social media”. Il maggiorenne si è dichiarato disponibile a impegnarsi in attività benefiche di volontariato: “Il ragazzo che mi risulta essere impegnato con profitto anche nello studio, si è detto molto dispiaciuto per l’episodio in questione. E’ consapevole di aver commesso uno sbaglio che, probabilmente nelle intenzioni, voleva solo essere una goliardata tra ragazzi, poi amplificata dai social media” ha detto il sindaco. Sarà, ma una bella multa forse sarebbe stata un gesto educativo migliore.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori