Bassano del Grappa, crollano tetto e cornicione di un palazzo/ Ultime notizie: 4 feriti, uno grave

- Silvana Palazzo

Bassano del Grappa, crollano tetto e cornicione di un palazzo: 4 feriti, uno grave sarà operato a una gamba. Le ultime notizie: disposta messa in sicurezza dell’edificio

incendio_vigili_fuoco_pompe_fiamme_lapresse_2017
Vigili del fuoco (LaPresse)

Paura a Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza, dove nel primo pomeriggio è crollata parte del tetto e di un cornicione di un edificio in via Matteotti. Si tratta di una delle strade del centro storico della cittadina, poco distante dal Municipio. Come riportato dal Gazzettino, quattro persone sono rimaste ferite, tra cui un giovane che è stato colpito ad una gamba ed è stato portato nell’ospedale di San Bassiano. Non sarebbe in pericolo di vita. Sarebbe un ragazzo austriaco, in vacanza nella cittadina del Grappa. I tre amici che erano con lui sono stati invece sfiorati e colpiti da alcune schegge. Sul posto sono intervenuti per mettere in sicurezza il palazzo i vigili del fuoco del locale distaccamento, che hanno usato anche un’autoscala. La zona è stata transennata e i curiosi sono stati fatti allontanare per il pericolo di nuovi crolli. Sul posto anche la polizia locale, oltre alle ambulanze. 

BASSANO, CROLLANO TETTO E CORNICIONE DI UN PALAZZO

Mattoni, coppi e pezzi di legno si sono abbattuti con uno schianto sulla strada, provocando anche il distacco di alcuni cavi elettrici. Il ferito più grave risulta essere un ragazzo austriaco che avrebbe riportato la frattura di una gamba. Come riportato dal Gazzettino, il turista straniero è ricoverato in codice rosso nel locale nosocomio dove probabilmente verrà operato. Le ferite riportate dalle altre tre persone, che sono state colpite di rimbalzo dai pezzi di muro e detriti, sono più lievi, infatti sono stati medicati sul posto dai sanitari del Suem 118 che sono intervenuti sul posto con due ambulanze. «L’edificio è disabitato, ma non è abbandonato ed è sottoposto a manutenzione – dichiara a Bassanonet una rappresentante della proprietà dell’immobile -. Da questo punto di vista ho la coscienza a posto, ma ci dispiace moltissimo per le persone coinvolte». Il sindaco Riccardo Poletto, che era impegnato fuori città, è arrivato sul posto attorno alle 15.30. Poi ha firmato un’ordinanza che dispone che i proprietari del fabbricato eseguano immediatamente i necessari interventi di messa in sicurezza a salvaguardia dell’incolumità pubblica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori