Padova, picchia la moglie davanti al figlio: arrestato/ Ultime notizie, due anni di violenze brutali

Padova, picchia la moglie davanti al figlio: arrestato operaio di 46 anni. Ultime notizie Bastia di Rovolon, due anni di violenze brutali: ecco cos’è successo

stalking_violenza_donne_pixabay_2017
Violenze e molestie (Pixabay, 2018)

Padova, picchia la moglie davanti al figlio: arrestato un operaio di 46 anni a Bastia di Rovolon. Come riportato dai colleghi di Padova Oggi, si sono protratte per circa due anni le brutali violenze sulla compagna quarantunenne, che ha deciso di denunciare tutto ai militari della compagnia locale. Da circa due anni l’uomo, che non ha mai dato segni di squilibrio in passato se non legati alla dipendenza dall’alcol, ha iniziato prima a insultare e poi a picchiare selvaggiamente la donna. Un’escalation di violenza che ha raggiunto le percosse anche in presenza del figlio. E la 41enne ha deciso di dire basta, presentandosi dai carabinieri in compagnia del figlio dopo l’ennesima aggressione, che l’ha costretta al ricovero in ospedale per la frattura del naso.

MARITO VIOLENTO ARRESTATO: DUE CAPI DI ACCUSA

Come ricostruito da Padova Oggi, l’operaio ha iniziato a prendersela con la compagna per i motivi più banali e in un primo momento è arrivato a lanciarle contro degli oggetti e a rompere il televisore. Fino ai giorni nostri: a marzo l’aggressione le costò una prognosi di due settimane, mentre la più recente, di settembre, le ha provocato la rottura del setto nasale. Fortemente dimagrito ed esasperata per la situazione, la quarantunenne ha denunciato il marito: le forze dell’ordine hanno rinvenuto nell’abitazione un tirapugni di metallo, un pugnale e uno storditore elettrico nascosto in un pacchetto di sicurezza. L’uomo è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia aggravati e per detenzione abusiva di armi. Il Gip ha disposto la custodia cautelare in carcere, sottolineando le “quotidiane e durevoli condotte lesive della sua integrità fisica e del suo patrimonio morale”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori