Roma, cede scala mobile metro: 24 tifosi Cska feriti/ Ultime notizie: 4 guasti nelle ultime settimane

- Silvana Palazzo

Roma, crolla scala mobile metro. Video ultime notizie: 24 tifosi russi feriti, scene di terrore e panico nella serata di ieri dopo la partita fra i giallorossi e il CSKA di Mosca

scala_mobile_metro_roma
Roma, crolla scala metro

E’ di 24 feriti il bilancio dell’incredibile incidente verificatosi nella fermata Repubblica della metro A di Roma, in seguito al crollo della scala mobile. Le vittime sono quasi tutte russe ma, come spiega Corriere.it, ci sarebbero anche alcuni italiani. Secondo le prime ricostruzione, pare che la scala mobile d’accesso alla banchina abbia ceduto a causa dell’eccessivo affollamento e poi anche per via del fatto che fino a qualche minuto prima alcuni ultrà ubriachi saltassero sugli scalini. Ora, come spiega RomaToday, gli inquirenti hanno ottenuto le prime informative dalle forze dell’ordine e potrebbero disporre una consulenza tecnica per fare luce sulle cause e sulle dinamiche dei fatti. Dalla serata di ieri, Atac ha fatto sapere di aver avviato le opportune indagini al fine di individuare le cause e le responsabilità dell’assurdo incidente in metro. Sempre Atac è intervenuta per difendersi dalle accuse di mancata manutenzione ed in una nota ha spiegato: “Sulla scala mobile in questione sono stati effettuati regolarmente gli interventi di manutenzione, le verifiche e le prove dei dispositivi di sicurezza secondo quanto previsto dal piano di manutenzione e dalla normativa”. Emerge tuttavia che nelle ultime settimane l’impianto aveva subito quattro guasti anche se fonti interne all’azienda di trasporti a Repubblica li abbiano definiti di lieve entità poichè le criticità sarebbero state risolte in breve tempo. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

GRAVI LESIONI FRA I FERITI, GRADINI COME LAME

La procura ha aperto un’indagine a carico di ignoti per lesioni colpose e disastro colposo, dopo l’incidente avvenuto nella serata di ieri presso la scala mobile della metro A di Roma. Gli inquirenti sono al lavoro per cercare di capire se la scala sia crollata a seguito del comportamento dei tifosi del CSKA Mosca, che secondi alcuni avrebbero saltato in maniera troppo veemente, o se la stessa fosse usurata a causa della cattiva manutenzione. Accusa, quest’ultima, rimandata al mittente dall’Atac, l’azienda dei trasporti romani, che afferma tramite nota ufficiale che «Sulla scala mobile in questione sono stati effettuati regolarmente gli interventi di manutenzione, le verifiche e le prove dei dispositivi di sicurezza secondo quanto previsto dal piano di manutenzione e dalla normativa». Il questore di Roma, Guido Marino, punta invece il dito contro i supporters moscoviti, che hanno raggiunto in autonomia la metro, cosa che invece non sarebbe dovuta accadere: «La tifoseria straniera – la nota riportata da Il Messaggero – ha disatteso tutte le indicazioni fornite dalla Questura e dal Consolato russo. Nessuno dei tifosi ospiti ha raggiunto piazzale delle Canestre, individuato e segnalato, come di consueto, quale luogo di ritrovo da cui poi raggiungere in sicurezza lo stadio». Non ci stanno i tifosi del CSKA Mosca a passare per teppisti, e tramite Twitter il gruppo Cska fans against racism ci tiene a precisare che: «Cari giornalisti (specialmente quelli italiani), smettete di diffondere menzogne sul fatto che i tifosi del Cska stavano saltando sulla scala mobile. Insieme ai nostri amici siamo scesi da quella scala mobile pochi minuti prima e nessuno saltava. Cantavamo? Sì. Ma non abbiamo mai saltato». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

SALVINI A ROMA

Il Ministro degli Interni Matteo Salvini è giunto a Roma per un vertice sulla sicurezza in Prefettura con il sindaco Raggi dopo quanto accaduto di gravissimo ieri sera nella metro Repubblica: la Procura intanto ha aperto una inchieste sul crollo della scala mobile e lo stesso ha fatto l’Atac con tre diverse ipotesi sulla casa del drammatico crollo prima del match di Champions League. Un guasto meccanico, un cedimento strutturale o un elemento esterno – come ad esempio i tifosi che saltavano mezzi ubriachi – che possa aver fatto inceppare il rullo. Sula dinamica però è ancora presto per capirne qualcosa, fino a quanto almeno la Procura non svolgerà tutti i controlli e repertato le analisi svolte sul luogo del crollo: oltre a “lesioni gravissime”, la Procura di Roma starebbe valutando anche l’ipotesi di attentato alla sicurezza dei trasporti, lo stesso per intenderci di quanto emerso nel crollo del Ponte Morandi. (agg. di Niccolò Magnani)

“QUELLA SCALA BALLAVA DA GIORNI”

Scoppia la polemica a seguito del guasto verificatosi ieri sera presso una scala mobile della metro A romana, che ha provocato 24 feriti, fra cui alcuni in gravissime condizioni. Stando alle testimonianze riportate questa mattina dal Corriere della Sera, la scala non era in condizioni eccelse. Sui social ad esempio, c’è chi racconta «Quella scala ballava da giorni», parole che sono state confermate anche da altre persone che hanno assistito alla scena, e che ogni giorno prendevano quella scala mobile. Inizialmente si era data la colpa ai tifosi del CSKA Mosca, che stavano saltando e ballando mentre scendevano le scale, ma i video diffusi hanno totalmente scagionato gli stessi moscoviti. C’è anche chi si domanda come mai i supporter russi siano giunti in massa alla metro capitolina, e non siano invece stati scaglionati e scortati dalle forze dell’ordine presso la metropolitana o l’aeroporto. Sulla vicenda indaga la procura che ha aperto un fascicolo contro ignoti per lesioni gravissime. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

IL COMMENTO DELL’AS ROMA

Un gravissimo incidente ha macchiato la bella vittoria della Roma sul Cska Mosca di ieri sera. Finito il match, 24 tifosi (la maggior parte moscoviti), sono rimasti feriti nella metro capitolina, dopo che una scala mobile, per cause ancora da appurare, si è rotta. Diversi quelli trasportati d’urgenza presso gli ospedali più vicini, fra cui un tifoso in codice rosso che ha quasi perso il piede. Sulla vicenda è intervenuta anche la società giallorossa, che ha fatto sentire la propria vicinanza a tutti i tifosi coinvolti e ai loro famigliari, scrivendo sul proprio profilo Twitter: «L’#ASRoma è vicina ai tifosi rimasti feriti prima della partita di Champions League e fornirà loro tutta l’assistenza possibile». Il riferimento, come ricorda Il Messaggero, è anche ai fatti avvenuti vicini allo stadio, dove un tifoso è stato accoltellato durante una colluttazione. Sul posto è intervenuto anche il sindaco di Roma, Virginia Raggi, mentre in rete circolano una serie di video (più in basso trovate il più noto) che mostrano la drammaticità di quanto accaduto. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

UNA TRAGEDIA SIMILE

Quanto accaduto con il crollo della scala mobile alla fermata della metro A di Roma “Repubblica”, ha ricordato un’altra tragedia che 15 anni fa aveva scosso la Capitale. Presso la stazione Tiburtina, infatti, la rottura di una scala mobile aveva fatto precipitare nel vuoto la 63enne Marie Sarah Drummond Baldwin, che prima di essere soccorsa si è ritrovata di fatto stritolata dagli ingranaggi. Nell’incidente rimasero coinvolte altre due persone, una delle quali ferita in modo grave. I fatti accaddero nel 2003 e l’inchiesta penale si chiuse nel 2006 con due condanne, per Domenico Leti, amministratore unico della Ocs (la ditta che svolgeva lavori di manutenzione della scala mobile) e Leonardo Casali, capotecnico della stessa società. I due, accusati di omicidio colposo e lesioni gravissime, ricevettero una condanna rispettivamente a un anno e 10 mesi e a un anno e mezzo di reclusione, con pena sospesa. (agg. di Fabio Belli)

8 FERITI IN CODICE ROSSO

Otto feriti in codice rosso su ventiquattro totali: questo il bilancio della tragedia di Roma, con i tifosi del CSKA Mosca rimasti coinvolti nel crollo di una scala mobile nella metropolitana della stazione Repubblica. Secondo una primissima ricostruzione, come vi abbiamo raccontato, sembrerebbe che i russi abbiano iniziato a saltare sulla scala mobile stessa, intonando cori e provocando la rottura della struttura. Come sottolineato da La Gazzetta dello Sport, il più grave dei feriti ha riportato una frattura esposta con semi-amputazione del piede ed è attualmente ricoverato al Policlinico Umberto I. Pochi minuti fa è giunto il commento del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti: Incidenti dei tifosi del Cska? Ho la vaga sensazione che a Mosca se ne vedano pochi… In ogni caso sul tema Salvini sta mettendocela tutta”. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

SINDACA RAGGI SUL POSTO

Si sta cercando di fare chiarezza sulla dinamica del crollo della scala mobile presso la stazione della Metro A “Repubblica” a Roma. Il numero di feriti per l’incidente è salito a 24, quasi tutti russi anche se ci sarebbe anche qualche italiano portato in codice giallo e verde al Pronto Soccorso. Sembra che non siano state le intemperanze dei tifosi del CSKA Mosca a provocare il crollo, ma testimoni oculari parlano di una scala che ha iniziato ad andare velocissima, come si vede rispetto a quella di fianco che procedeva a velocità normale. Inoltre nella zona mancavano le scale di emergenza “non mobili”: sul posto è arrivata anche la Sindaca di Roma, Virginia Raggi, che ha affermato: “Siamo qui per capire anche cosa è successo e siamo a disposizione dei feriti e delle famiglie,” in attesa di riceve informazioni più precise sugli eventi. (agg. di Fabio Belli)

SCENE DI TERRORE

Scene di terrore e panico alla fermata della metro Repubblica, linea A. Una scala mobile ha ceduto all’improvviso sotto la pressione dei tifosi del Cska Mosca che, arrivati a Roma per la partita di Champions League contro i giallorossi, cantavano e saltavano. Molti sono rimasti intrappolati tra gli ingranaggi. Uno spettacolo spaventoso che ha portato al ferimento di 20 persone. Uno è in codice rosso col piede semiamputato. Degli altri 19 feriti, quasi tutti russi, ci sono anche italiani, di cui 8 in codice giallo e 11 verde. Il bilancio è stato comunicato dalla Prefettura alla Protezione Civile. La Procura di Roma e l’anac hanno già aperto inchieste. Per ora il fascicolo è aperto per lesioni. Da un video dell’incidente si vede che la scala mobile ha preso una velocità eccessiva, molto maggiore di quella a fianco da dove viene ripreso il filmato. Drammatica la sequenza delle immagini. Alcuni passeggeri si gettano nella parte centrale della scala mobile per non cadere in basso, mentre altri rallentano la caduta aggrappandosi ai corrimani. Poi la caduta si arresta, alcuni rimangono in piedi, altri restano schiacciati. (agg. di Silvana Palazzo)

ROMA, CROLLA SCALA METRO: TRA FERITI GRAVI TIFOSI CSKA MOSCA

Paura a Roma, dove è avvenuto un incidente per il quale la stazione Repubblica della linea A della metro è stata chiusa. Una scala mobile alle 19 circa, un orario di massimo affollamento, è crollata e molte persone sono rimaste coinvolte nell’incidente, tra cui alcuni tifosi del Cska Mosca. La circolazione comunque non si è fermata: i treni della metro continuano a transitare senza fermarsi alla stazione. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, la polizia e il 118. Al momento si parla di una decina di feriti, cinque dei quali sarebbero gravissimi, in codice rosso. Stando a quanto riportato dal Messaggero, una persona avrebbe anche riportato l’amputazione di una gamba. Un testimone, comprensibilmente sotto choc, al quotidiano capitolino ha raccontato: «Si è sentito un boato mentre veniva giù tutto. Non c’è stato tempo di mettersi in salvo». Nella folla di chi rientrava a casa anche centinaia di tifosi russi che, terrorizzati per l’incidente, hanno risalito di corsa le scale della stazione travolgendo le persone che stavano scendendo.

LA PRIMA RICOSTRUZIONE

Oltre all’Atac, in tanti hanno dato l’allarme al 118 e al 115. In pochi minuti sono accorse decine di ambulanze e due squadre dei vigili del fuoco, mentre all’esterno la stazione è stata isolata dalla Polizia locale e dai carabinieri. Comprensibilmente, le informazioni sull’incidente avvenuto nella metro di Roma sono frammentarie. Quindi è incerto al momento il bilancio dei feriti. Il Corriere della Sera, ad esempio, scrive che i feriti sarebbero venti, tutti tifosi del Cska Mosca, rimasti coinvolti nel cedimento della scala mobile nella stazione Repubblica della metro A di Roma. Dalle prime informazioni sembrerebbe che la scala mobile d’accesso alla banchina abbia ceduto per l’eccessivo affollamento. Inoltre, alcuni di loro, ubriachi, saltavano insieme sugli scalini. Pare che in quel momento il gruppo di tifosi fosse di circa ottanta persone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori