SCUOLA / Genitori separati e in disaccordo sull’istruzione dei figli, il giudice: “Vadano in istituto pubblico” (Oggi, 30 marzo 2016)

- La Redazione

Scuola, genitori separati e decisione del giudice: a Milano il caso di una coppia in disaccordo sull’istruzione dei figli, il giudice decide che “devono andare in un istituto pubblico”

classe_scuola_insegnante_maestra_professoressa_supplente
Immagini di repertorio (Infophoto)

Se i genitori separati sono in disaccordo sulla scuola da far frequentare ai figli la soluzione arriva dal tribunale che stabilisce in quale istituto far andare i minori. E a Milano il giudice ha stabilito che i figli di una coppia separata debbano frequentare un istituto statale, come chiesto dal padre, e non uno cattolico paritario, come avrebbe invece voluto la madre. Il caso è raccontato da La Repubblica che riporta anche le motivazioni della decisione del tribunale: la scuola pubblica rappresenta una scelta neutra, mentre la privata potrebbe “orientare il minore verso determinate scelte educative o culturali in genere”. La madre aveva chiesto che i figli di 12 e 9 anni potessero avere “un’istruzione in continuità con quanto fatto fino a quel momento”, visto che fino alla separazione dei genitori avevano frequentato scuole paritarie cattoliche. Ma la risposta dei giudici è stata netta, come riferisce il quotidiano: “Petendere che i figli continuino a godere del medesimo benessere che prima poteva essere garantito costituisce l’espressione di un ‘diritto immaginario’ che non trova tutela nell’ordinamento giuridico”. Aggiungendo che, in caso di conflitto tra genitori, in mancanza di “evidenti controindicazioni la decisione dell’Ufficio giudiziario non può che essere a favore dell’istruzione pubblica”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori