ULTIME NOTIZIE/ Di oggi, ultim’ora. Firenze: due turiste americane malmenate (12 dicembre 2018)

Ultime notizie di oggi, ultim’ora. Firenze: due turiste americane malmenate. Strasburgo, Megalizzi in gravissime condizioni (12 dicembre 2018)

12.12.2018, agg. alle 18:27 - Matteo Fantozzi
Minore derubato del cellulare e picchiato
Minore derubato del cellulare e picchiato (Facebook)

Due turiste americane in vacanza a Firenze sono state aggredite all’alba di oggi. A rischiare la vita sono state due giovani ragazze di 28 e 29 anni, che attorno alle ore 6:00, nei pressi di via dei Cimatori, nello splendido capoluogo toscano, sono state picchiate con calci e pugni da un uomo che voleva portare via loro la borsa. Fortunatamente uno che passava di lì ha messo in fuga l’aggressore, evitando che il tutto finisse in tragedia. Ad avere la peggio una delle due turiste, colpita con una bottiglia alla testa, mentre l’altra se “l’è cavata” solo con calci e pugni anche in pieno volto. Durante il folle gesto il rapinatore è riuscito a rubare il telefono di una delle due giovani americane, prima di darsi alla macchia. Inizialmente il rapinatore si era avvicinato alle due fingendo di volerle approcciare, seppur in modo inopportuno, e le due turiste, pur di sbarazzarsi dello sconosciuto, gli hanno rifilato due dollari. Peccato però che l’uomo, invece di allontanarsi, abbia iniziato a pestare le due fino all’arrivo del passante. Le giovani sono state portate al pronto soccorso e medicate: non sono ferite in maniera grave. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, Strasburgo: Antonio Megalizzi in fin di vita

Non arrivano buone notizie, purtroppo, in merito al ferimento di Antonio Megalizzi, il giornalista 28enne italiano colpito alla testa durante la sparatoria avvenuta ieri sera a Strasburgo. Ad aggiornare le condizioni di salute del nostro connazionale è stato Danilo Moresco, presidente dei ristoratori del Trentino e padre di Luana, la fidanzata di Antonio, che parlando ai microfoni dell’agenzia Ansa ha spiegato: «Ci hanno detto che Antonio è stato colpito alla testa da un proiettile sparato da quel delinquente. Le due ragazze che erano con lui ce l’hanno fatta a scappare, rifugiandosi poi in un locale pubblico. Hanno perso di vista Antonio, perché lui è rimasto a terra. Da quello che si è capito – ha proseguito Moresco – Antonio è in coma e non si può operare per la posizione gravissima del proiettile che è arrivato alla colonna alla base del cranio, vicino alla spina dorsale». Notizie che sono però in contrasto con quelle in mano ad Europhonica, la radio per cui lavora Meligazzi, a cui non risulta che Antonio sia in gravi condizioni. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, Moscovici “attacca” l’Italia

Torna allo scoperto il commissario agli affari economici dell’Unione Europea, Pierre Moscovici, e come al solito le parole rilasciate non sono mai “soft” nei confronti dell’Italia. Si parla della possibilità che la Francia sfori addirittura il limite del rapporto fra prodotto interno lordo e debito pubblico, del 3%, e a riguardo l’esponente dell’UE afferma: «Lo sforamento del 3% del rapporto tra deficit e pil non è un tabù per la Francia. Non si tratta di indulgenza – aggiunge il commissario – ci sono delle regole, nient’altro che le nostre regole. Non deve sembrare che da un lato siamo troppo severi e dall’altro usiamo una forma di lassismo. Il paragone con l’Italia è del tutto sbagliato perché le situazioni sono completamente diverse. La Commissione europea sta sorvegliando il debito italiano da tanti anni. Non l’abbiamo mai fatto per la Francia». Si attendono le repliche dei nostri governanti, a cominciare dal ministro dell’interno, Matteo Salvini, che ha sempre dato vita a punzecchianti querelle a distanza proprio con Moscovici. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, mozione di sfiducia contro la May

Continua il caos in Gran Bretagna causato dall’accordo con l’UE sulla Brexit. Tale intesa, che Juncker ha definito “non rinegoziabile”, non piace praticamente a nessuno, ed in particolare, vi sono polemiche su alcune questioni commerciali e sui confini fra la Repubblica d’Irlanda e Belfast. Di conseguenza la premier Theresa May ha annullato la votazione in parlamento in merito appunto al deal con l’UE, ma ciò non è bastato a schermarla dalle polemiche visto che è notizia di oggi la mozione di sfiducia presentata dai Tory, il partito dello stesso primo ministro: 48 le lettere firmate e spedite contro la May, che rischiano di creare un ulteriore caos in seno al governo britannico. La situazione si fa incandescente e sono in pochi quelli che sembrerebbe ormai disposti ad appoggiare il primo ministro inglese dopo l’accordo con l’Unione. Da una parte c’è chi vuole slegarsi dall’Europa ma in maniera definitiva, mentre nel deal vi sono condizioni che legherebbero ancora a lungo la Gran Bretagna all’Ue. Dall’altra c’è invece chi considera la Brexit una follia, e starebbe spingendo per un nuovo referendum. La sensazione circolante è che comunque finirà ne uscirà una grande sconfitta, proprio la May. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, attentato a Strasburgo

Un nuovo attentato scuote la Francia, l’Europa e il mondo intero. Un 29enne di origini nordafricane, ma nato oltralpe, ha ucciso nella serata di ieri tre persone a Strasburgo, nei mercatini di Natale in centro città. 12 i feriti, di cui 8 in condizioni gravissime e fra cui un giornalista italiano. Il terrorista, tale Cherif C, ha dato vita ad uno scontro a fuoco con la polizia prima di scappare su un taxi e far perdere ogni traccia di se. Al momento è ricercato da 350 agenti delle forze dell’ordine transalpine, anche con mezzi aerei, e non è da escludere che sia rimasto ferito durante il conflitto con la polizia. Purtroppo Cherif C era già noto alle autorità, visto che in passato aveva subito 20 condanne, e ieri mattina, prima della strage, aveva ricevuto la visita della polizia che lo doveva arrestare con l’accusa di estorsione, ma sfortunatamente lo stesso killer non era in casa. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, polemiche per le parole di Salvini sugli Hezbollah

Un uomo dalle polemiche infinite, questo è Matteo Salvini che anche è riuscito ad attirarsi addosso non solamente gli strali delle opposizioni, ma anche quelle dello stato maggiore della difesa. Il ministro dell’Interno era in visita in Israele, qui spinto dal presidente israeliano Benjamin Netanyahu va a visitare il confine nord del paese con la stella di Davide. Appena tornato il nostro ministro dell’interno nel solito tweet chiama chi combatte contro Israele terroristi, non contento li etichetta come persone che non vogliono la pace nella regione. Le parole sono state attaccate immediatamente dalle opposizione, ma anche da chi come i militari impegnati nella zona, si preoccupano che i libanesi possano prendere le affermazioni di Salvini come viatico per attaccare le nostre truppe.

Ultime notizie, scontro Lega – M5S sul finanziamento illecito ai partiti

La messa sotto inchiesta del tesoriere della Lega Giulio Centemero porta una grande tensione tra i due maggiori partiti del governo giallo verde: la lega e il Movimento Cinque Stelle. DI oggi un duro attacco dei grillini ai leghisti, attacco prima portato avanti dai capi gruppo di camera e senato e poi direttamente dal capo politico del movimento Luigi Di Maio. I tre esponenti politici del partito di Grillo chiedono spiegazioni al loro alleato per quanto riguarda l’inchiesta Centemero, la richiesta è fatta con la speranza che Salvini come al solito non minimizzi la questione. Immediata la risposta del leghista, che da Gerusalemme non senza “irritazione” afferma che non è suo solito minimizzare, ma che allo stesso tempo gli “cadono le braccia” per quanto dichiarato dai propri alleati.

Ultime notizie, rogo a Roma in azienda di smaltimento rifiuti

E’ scoppiato per cause ancora da accertare un pauroso incendio in uno degli impianti di trattamenti dei rifiuti più contestato della capitale, quello di Via Salaria. Il rogo che è divampato all’alba è stato domato solamente nel primo pomeriggio, grazie all’intervento di una cinquantina di vigili del fuoco. Molti i danni nell’impianto, impianto che comunque è inagibile ed è stato immediatamente posto sotto sequestro. I vigili hanno inoltre ricevuto mandato dalla procura di analizzare non solamente le cause che hanno portato al rogo, ma anche la parte di rifiuti che si è salvata dalle fiamme, questo per capire come essi venivano trattati. Giallo nel giallo la mancanza di supporti audiovisivi interni, stante che le telecamere a circuito chiuso risultavano spente dal 7 dicembre scorso.

Ultime notizie, blitz alla ricerca di Matteo Messina Denaro

Un’imponente blitz dei carabinieri che ha cercato di isolare la rete di fiancheggiatori che ancora protegge l’ultimo dei boss, l’inafferrabile Matteo Messina Denaro. I blitz sono partiti, con la cittadina del boss, Castelvetrano messa di fatto sotto assedio. Le perquisizioni ordinate dalla procura di Palermo hanno portato però solamente a tre arresti minori, due per detenzione illecita di armi e una su disposizione dei PM. Oltre le perquisizioni gli uomini dell’arma hanno controllato decine di casolari abbandonati, ovili, garage e aziende, tutto purtroppo senza esito. Nella conferenza stampa dei magistrati sottolineata la volontà di continuare nella linea dura, allo scopo di arrestare il boss.

Ultime notizie, Champions League, Napoli e Inter fuori ora tocca a Juve e Roma ma…

Il Napoli e l’Inter sono fuori dalla Champions League. Stasera però tocca alla Juventus e alla Roma già qualificate al prossimo turno. Se per i giallorossi la partita in trasferta contro il Viktoria Plzen sarà solo una passarella per i bianconeri invece il match a Berna contro lo Young Boys rappresenta un match da non sbagliare. I bianconeri sono sopra di due punti al Manchester United e non hanno intenzione di perdere l’opportunità di un ottavo di finale più accessibile. Attenzione dunque alle leggerezze in una partita contro un avversario decisamente alla portata. Servirà comunque una gara giocata con alta tensione perché in Champions League non si può sottovalutare nemmeno un avversario accessibile come lo Young Boys.

© RIPRODUZIONE RISERVATA