GESSATE: PRENOTANO 60 PIZZE MA NON SI PRESENTANO/ Titolare le dona ai senzatetto: sindaco Sala si complimenta

Ordinano 60 pizze ma non si presentano: titolare le dona ai senzatetto. La pizzeria di Gessate protagonista della buona azione lodata sui social

26.12.2018, agg. il 27.12.2018 alle 09:32 - Matteo Fantozzi
60 pizze ordinate ma non ritirate

Una belle favola di Natale con protagonista 60 pizze. Il locale Alpha Game di Gessate aveva ricevuto una prenotazione per decine di persone per la serata del 25: peccato però che nessuno si sia presentato presso il giro pizza. Il gestore del locale, passata l’arrabbiatura, ha deciso di donare il cibo ai bisognosi, contattando la Croce Rossa: «Ci hanno chiesto di portare le pizze in Centrale – racconta Roberto Smenghi, il proprietario – poi si è deciso per piazza Duomo, e noi ci siamo attrezzati per farlo. Non forniamo servizio d’asporto e quindi siamo andati in un centro commerciale e abbiamo acquistato tutto il necessario, a cominciare dai cartoni. Poi abbiamo cotto le pizze e le abbiamo consegnate. Quando siamo arrivati erano ancora calde». Un’azione che ha permesso agli stessi dipendenti dell’Alpha Game di poter vivere fino in fondo lo spirito natalizio e che ha permesso l’inizio di una nuova collaborazione benefica: «Una bella esperienza – ha proseguito Smenghi – che ci ha consentito di respirare fino in fondo l’atmosfera del Natale. Tanto è vero che abbiamo intenzione di proseguire con quest’attività solidale. Nei prossimi giorni prenderemo accordi con la Croce Rossa, in modo che questa buona azione, in un certo senso quasi obbligata, possa essere un primo passo in un bel rapporto di collaborazione». Il sindaco di Sala si è voluto ringraziare di persona con il locale per il bel gesto. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

PIZZE AI SENZATETTO: UN MAGICO NATALE

E’ probabilmente una delle storie più virali di questo Natale 2018 quella della pizzeria che dopo aver ricevuto un bidone da parte di un fantomatico cliente, che prima ha ordinato 60 coperti e poi ha deciso di non presentarsi al locale, ha pensato bene di donare le pizze ai senzatetto. La buona azione è stata realizzata dallo staff dell’Alpha game laser Q-Fun di Gessate, che con un video pubblicato su Facebook ha voluto trarre il lato positivo da una vicenda di per sé poco simpatica, soprattutto per i lavoratori del locale, rendendosi protagonista di un gesto che in poche ore ha ottenuto la ribalta nazionale sui maggiori media italiani. Tanti i commenti di apprezzamenti pubblicati a margine del video su Facebook dagli utenti. C’è chi ha scritto:”Ho letto la notizia sul giornale. Grandissimo e intelligentissimo gesto!! Se dovessi capitare da quelle parti vi verrò a trovare!”. E ancora:”Grazie per la vostra scelta. Penso che verrò a trovarvi”. Insomma, una carrellata di pubblicità che in questo caso si può dire meritata. (agg. di Dario D’Angelo)

SESSANTA PIZZE AI SENZATETTO

Sessanta pizze ordinate non sono state ritirate e questo ha portato il ristorante a donarle a dei senzatetto. Il tutto è accaduto a Gessate in provincia di Milano dove un ristorante aveva preparato l’intera sala per accogliere ben sessanta persone. Le pizze per gli invitati erano pronte quando si è capito che non sarebbe arrivato nessuno. Ovviamente il ristoratore ha trovato una soluzione che permettesse a qualcuno di passare un bel Natale. Roberto Smenghi, proprietario dell’Alpha Game, ha raccontato a Milano Today: “Avevo sette persone al lavoro tra camerieri e pizzaioli, ma quando sono arrivate le otto di sera, orario della prenotazione, non si è presentato nessuno. Abbiamo provato a rintracciare la persona che aveva chiamato per riservare i coperti ma non ha più risposto“. La storia è stata raccontata direttamente sulla pagina Facebook del locale di Gessate che ha deciso dunque di superare questo problema facendo una buona azione e donando quelle pizze ad alcuni senzatetto bisognosi di cibo e di calore umano.

60 pizze ordinate ma non ritirate: “Grazie, ci hai aiutato a fare una buona azione”

Il proprietario dell’Alpha Game, Roberto Smenghi, ha voluto guardare all’episodio delle sessanta pizze ordinate ma non ritirate con ottimismo. Tramite un video, pubblicato sulla pagina Facebook del locale, ha sottolineato: “Volevo ringraziare chi non si è presentato, ci ha permesso di fare una buona azione“. Lo stesso proprietario del ristorante quando si è reso conto che non si sarebbe presentato nessuno ha contattato diverse associazioni, trovando nella Croce Rossa l’aiuto per consegnare le pizze ai senzatetto della città. Sicuramente è un bel gesto in questo periodo natalizio in cui sono purtroppo moltissime le persone che hanno bisogno anche solo di un abbraccio oltre che magari di una buona e calda pizza. Al momento non è ancora stato reso noto il nome della persona che aveva prenotato l’intera sala per sessanta persone, i proprietari del locale hanno provato a contattarlo senza ricevere risposta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA