Rai, Marcello Foa: “Il cambiamento è iniziato”/ Video: “Diverse idee stanno germogliando”

Rai, Marcello Foa: “Il cambiamento è iniziato”. Video, il presidente della televisione di Stato: “Ho un semplice messaggio da dare: abbiate fiducia”.

26.12.2018 - Carmine Massimo Balsamo
Marcello Foa
Marcello Foa

«Il cambiamento è già iniziato»: parola del presidente della Rai Marcello Foa, che ha colto l’occasione per fare il punto della situazione sulla televisione di stato nel corso di un video pubblicato su Facebook per augurare buone feste ai suoi sostenitori. Secondo il giornalista, la Rai «è come una grande nave che, contrariamente al vascello che può cambiare la rotta rapidamente, ha bisogno di spazi e di tempi di manovra lunghi». Il presidente però è sicuro: «dopo la nomina dei direttori dei telegiornali e la nomina di alcuni direttori di rete, diverse idee stanno germogliando». Foa, contro la cui nomina l’esponente del Partito Democratico Rita Borioni ha presentato ricorso al Tar, ha aggiunto: «Tutto questo sta accadendo in questo momento e io ho un semplice messaggio da dare: abbiate fiducia».

“RAI REALTA’ MERAVIGLIOSA”

Messo nel mirino dal dem Matteo Renzi, Marcello Foa ha spiegato perché ha interrotto i commenti sull’attualità sui social: «In quanto presidente della Rai ho il dovere di essere neutrale e oggettivo, dunque non posso più commentare l’attualità come ho fatto per tanti anni. Se può essere un sacrificio per un giornalista di lungo corso come sono io, è anche vero che è un sacrificio che faccio molto volentieri: in questo momento ho in mente solamente di rendere migliore la Rai e di contribuire a portarla nell’era digitale». Prosegue il giornalista: «Voglio contribuire a portare la Rai nell’era multimediale, a dare più spazioa tutte le opinioni e a tutte le forme culturali che animano l’Italia, anche a quelle che hanno ricevuto poco spazio fino a oggi o non ne hanno ricevuto affatto». «La Rai è una realtà meravigliosa, affascinante, ma anche molto complessa», conclude Foa: «abbiamo 13 mila collaboratori e norme a cui sottostare, i palinsesti vengono progettati con mesi di anticipo e i contratti in essere vanno ovviamente rispettati».



© RIPRODUZIONE RISERVATA