Papà separato muore in casa: figlia di 7 anni lo veglia per un giorno/ Novara, l’uomo stroncato da un infarto

Papà separato muore in casa: figlia di 7 anni lo veglia per un giorno fino all’arrivo della madre. E’ accaduto nei giorni scorsi a Novara

31.12.2018 - Emanuela Longo
ossigenoterapia
Immagine di repertorio (Pixabay)

Una triste quanto toccante storia quella che arriva da Novara, dove un papà separato di 64 anni è morto in casa dopo essere stato colto da un malore. A vegliarlo per un giorno intero, fino all’arrivo ormai tardivo dei soccorsi, è stata la figlia di 7 anni. La storia è riportata oggi da Repubblica.it e da diversi quotidiani locali ma la vicenda è avvenuta nella notte tra venerdì e sabato. Secondo i primi accertamenti, l’uomo sarebbe stato stroncato da un infarto. Dopo essersi sentito male si sarebbe accasciato sul letto dove poi sarebbe deceduto. Al suo fianco, la figlia di 7 anni con la quale viveva dopo la separazione dalla moglie. La bambina, in preda alla paura, stando alla ricostruzione delle forze dell’ordine, ha tentato in tutti i modi di dare l’allarme. Avrebbe anche preso il cellulare del padre ma nonostante i diversi tentativi non sarebbe riuscita ad effettuare la telefonata e, in stato di choc, si sarebbe addormentata. Quando la mamma, il giorno seguente, ha tentato di mettersi in contatto con l’ex marito senza tuttavia ottenere risposta, ha capito che era accaduto qualcosa di grave.

PAPÀ SEPARATO MUORE IN CASA, FIGLIA GLI RESTA ACCANTO

La madre della bimba di 7 anni era fuori città quando ha tentato di contattare l’ex marito dal quale si era separata e per questo, non ottenendo risposta, ha allertato le forze dell’ordine. Sul posto sono così giunti i Vigili del fuoco ed i soccorritori del 118 ma appurato quanto accaduto, non hanno potuto fare altro che decretare la morte dell’uomo. La mamma nel frattempo è rincasata per stare accanto alla sua bambina, rimasta per l’intera notte accanto al padre ormai privo di vita. Secondo le indiscrezioni sarebbe già stata disposta l’autopsia sul corpo del 64enne ma ci sarebbero pochi dubbi sulle cause del decesso, quasi certamente provocato da un infarto. Si tratterebbe dunque di una morte per cause naturali. Sul posto si sono prontamente recati anche gli agenti della volante di Biella allertati dai sanitari. A loro il compito di ricostruire con esattezza quanto accaduto in casa dell’uomo separato, prima del suo malore fatale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA