SCIOPERO OGGI 13 FEBBRAIO 2018/ Poste e Engie Italia: i motivi della protesta (ultime notizie)

- Dario D'Angelo

Sciopero oggi 13 febbraio 2018: proteste da parte dei dipendenti di Poste Italiane e di Engie Italia. Le agitazioni nei settori comunicazione ed energia: tempi e modalità delle proteste.

posta
Immagini di repertorio (foto da Pixabay)

Sarà una giornata di sciopero quella di oggi, martedì 13 febbario 2018, per molti lavoratori. Tra le agitazioni di rilevanza nazionale che rischiano di pesare maggiormente sull’utenza vi è di sicuro quella che prevede la partecipazione dei dipendenti di Poste Italiane. Come possiamo apprendere dal portale cgsse.ti, ovvero quello della Commissione di Garanzia dello Sciopero, proseguirà anche nella giornata odierna la protesta dei lavoratori – iniziata il 20 gennaio – per mancato rispetto della regola dell’intervallo. Ad indire lo sciopero è stata la sigla sindacale Cobas Poste Lavoro Privato, proclamando un’astensione dalle prestazioni aggiuntive e straordinarie. La protesta proseguirà fino al 18/02 per la Regione Lombardia e al 19/02 per la Regione Emilia Romagna, mentre nel resto d’Italia cesserà esattamente tra una settimana: il 20 febbraio.

SCIOPERO ENGIE ITALIA

Anche il settore dell’elettricità oggi, martedì 13 febbraio 2018, dovrà fare i conti con uno sciopero. Il riferimento è a quello proclamato il 23 gennaio scorso da Engie Italia. La società specializzata nella fornitura di luce, gas, efficienza energetica e servizi per casa è infatti alle prese con l’agitazione indetta da diverse sigle sindacali. Si tratta di Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil e Flaei. Le ragioni della mobilitazione dei lavoratori sono da rinvenire soprattutto nel mancato rispetto della regola dell’intervallo e si traducono in uno sciopero delle prestazioni straordinario. Come informa il portale della Commissione di Garanzia dello Sciopero, delle specificità interessano gli impianti di produzione di Rosignano, Leini, Voghera, Marghera, Nera Montoro/Narni,Trapani Salemi, Girifalco, Monte della Difesa, Piano del Cornale, Capracotta e Montecaruti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori