DINOSAURI ALLA CASA BIANCA/ Scoperte orme di 110 milioni di anni fa in un parcheggio della Nasa

- Paolo Vites

Nel parcheggio della sede della Nasa di Washington ritrovata una lastra contenente 70 orme di otto dinosauri, una scoperta fatta per puro caso ecco di cosa si tratta

dinosauri-fb
Un'immagine di un dinosauro

Come diceva quello, guardare il dito e non il cielo. Andiamo a cercare tracce preistoriche nei deserti di tutto il mondo e non ci accorgiamo di averle a pochi metri da casa, anzi della Casa Bianca. Potrebbe essere una buona trama per un film alla Jurassic Park: ricompaiono dal passato dinosauri che vogliono distruggere Donald Trump, regia Hillary Clinton. Scherzi a parte, la scoperta fatta nel parcheggio della Nasa a pochi chilometri dalla Casa Bianca è incredibile. A cominciare dalla pura casualità e dalle coincidenze. Un “cacciatore” di tracce di dinosauri, Ray Stanford, sei anni fa si trovava a passare da quel parcheggio per incontrare la moglie che lavorava nella sede della Nasa poco fuori Washington per portarla a pranzo.Qui notò una strana pietra d’arenaria che spuntava dal terreno. Su quella lastra di tre metri le orme di almeno 70 dinosauri passati di lì 110 milioni di anni fa quando quel terreno era fatto di paludi. Nessuno si era mai accorto di niente e dire che la Nasa stava per buttare tutto all’aria per rifare il parcheggio.

E’ stato tutto bloccato e si è dato spazio allo studio della lastra: orme di un nodosauro e della sua prole, un sauropode dal collo lungo che schizza del letame e anche di mammiferi. Come una fotografia di 110 milioni di anni fa. Martin Lockley, esperto di dinosauri all’Università del Colorado a Denver ha commentato: “È davvero insolito avere una così grande concentrazione di diversi tipi di grandi tracce e piccole tracce in uno spazio così ridotto”. Nel giro di poche ore, ha aggiunto, almeno 70 animali sono passati in quel punto. Perché? Fuggivano da qualcosa di mortale? C’è addirittura l’impronta della mascella di un pterosauro che aveva infilato il muso nel terreno forse in cerca di cibo. In questi anni Stanford ha lavorato alla lastra ripulendola per bene: 70 orme di otto animali diverse. Incredibile. Forse nel giardino di casa nostra ci sono le orme di qualche tirannosauro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori