Erostrato, Unabomber delle caramelle/ Il cerchio si stringe: bimbi nel suo mirino (Pomeriggio 5)

- Emanuela Longo

Erostrato, il nuovo Unabomber delle caramelle colpisce ancora: si stringe il cerchio attorno al mitomane misterioso che minaccia di fare del male ai bimbi.

orsetti_gommosi_haribo_pixabay
Immagini di repertorio (foto da Pixabay)

Ha seminato il terrore nell’intera provincia di Belluno, Erostrato, il misterioso mitomane che dopo alcune azioni sospette avvenute la scorsa estate, ha deciso di rifarsi vivo puntando soprattutto sui bambini e suoi loro genitori e lanciando nuove minacce. Cosa vuole realmente questo strano soggetto sul quale si concentra l’attenzione degli inquirenti? Qualche giorno fa ha lasciato cadere nel cortile di un asilo di Cesiomaggiore un sacchetto contenente caramelle gommose con spilli. In una lettera allegata ha chiesto espressamente la costruzione di una statua in suo onore al fine di non dover essere costretto a fare del male ai bimbi. La caccia al nuovo Unabomber delle caramelle, come è stato ribattezzato, è prontamente partita ed anche oggi la trasmissione Pomeriggio 5 tornerà ad occuparsene con nuove esclusive e servizi. Intanto, come fa sapere Il Corriere delle Alpi, quotidiano divenuto il destinatario di alcune missive minatorie scritte dallo stesso mitomane, il cerchio si sarebbe sempre più ristretto attorno ad alcune persone attualmente attenzionate ma non ancora indagate. La procura, insieme ai carabinieri, starebbe tenendo d’occhio alcune persone di Cesiomaggiore, Santa Giustina e dintorni, in Destra Piave. Tutti uomini che potrebbero essere, di fatto, Erostrato. Già nel corso delle indagini alcune persone sarebbero già state ascoltate ma subito scagionate.

EROSTRATO: SPUNTANO I PRIMI ATTENZIONATI

Gli inquirenti hanno anche avanzato una sorta di profilo psicologico del criminale, fornendo un identikit. Si tratterebbe quasi certamente di un uomo di età compresa tra i 50 ed i 60 anni per via di alcuni riferimenti contenuti nelle lettere, a partire da un programma tv di molti anni fa e che solo una persona della sua età potrebbe conoscere. Quasi certamente sarebbe alto almeno 1 metro e 85, alla luce del fatto di essere riuscito a lanciare così in alto la busta di caramelle. Potrebbe essere della zona ma non si esclude che possa essere un emigrante soprattutto per il modo in cui scriverebbe gli indirizzi. Il movente, invece, è assolutamente sconosciuto: cosa avrebbe spinto il mitomane ad agire in questo modo ed a prendere di mira soprattutto i più piccoli? Oltre ad aver già agito mettendo spilli nelle caramelle, Erostrato avrebbe minacciato di fare ancora del male con altri metodi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori