Lucia Panigalli/ “Il mio ex vuole uccidermi senza un motivo, ho paura”: assolto dopo aver pagato un sicario

- Emanuela Longo

Lucia Panigalli, la storia della donna che ha rischiato di essere uccisa due volte dal suo ex compagno, raccontata a I Fatti Vostri: oggi teme ancora per la sua vita.

lucia_panigalli_fatti_vostri
Lucia Panigalli (I Fatti Vostri)

La storia di Lucia Panigalli è stata raccontata oggi nel corso della nuova puntata de I Fatti Vostri, che ha accolto in studio proprio la protagonista dell’incredibile vicenda. La donna ha rischiato di essere uccisa due volte dallo stesso uomo, l’ex compagno di 56 anni, Mauro Fabbri, con il quale era stata legata per 18 mesi. Era il 16 marzo di otto anni fa quando, dopo le minacce verbali, l’uomo decise di passare ai fatti aggredendo la sua ex in modo violento e facendola finire in ospedale. Lui fu condannato a 9 anni e 4 mesi, pena poi ridotta a 8 anni e mezzo. Proprio mentre si trovava in carcere Fabbri ha però tentato di uccidere nuovamente Lucia assoldando un suo compagno di cella. Se nel primo caso era giunta una condanna, per il secondo tentativo di omicidio però l’uomo è stato assolto con un anno di libertà vigilata. “È stato inspiegabilmente assolto”, ha commentato Lucia Panigalli, accompagnata in studio dai suoi due legali. “Il giudice ha preso questa decisione in quanto ha ritenuto che nel complice ci fosse una riserva mentale, cioè avesse voluto truffare il Fabbri, quindi ha voluto solo prendere il suo denaro”. Tutto ciò sarebbe venuto a galla dopo che lo stesso complice si era rivolto ai magistrati chiedendo dei benefici e rivelando il progetto messo in atto dal suo compagno di cella, il quale lo avrebbe pagato cospicuamente per uccidere la sua ex. In altre parole, secondo il giudice non ci sarebbe stato un inizio di azione tale da poter stabilire il reato di tentato omicidio.

LUCIA PANIGALLI: IL SUO INCUBO

“Vorrei essere da un’altra parte”, ha commentato Lucia Panigalli, che ha rischiato di essere due volte vittima di un omicidio. Ad incastrare Mauro Fabbri ci sarebbero anche le intercettazioni relative delle conversazioni avvenute in cella con il suo compagno che aveva pagato per far uccidere la ex. Dalle sue parole si comprende bene l’intento dell’uomo di far sparire letteralmente Lucia, studiando nei minimi dettagli il modo. Le intercettazioni sono state trasmesse anche nel corso del programma ed a colpire è stata in particolare la freddezza del Fabbri. Ma perché ce l’aveva tanto con Lucia? “Lui sapeva che avrebbe dovuto pagarmi un risarcimento per il primo agguato”, dice la donna, che ancora oggi non riesce a capire da dove sia scaturito il desiderio dell’uomo di ucciderla. La Panigalli ha quindi ripercorso le tappe della loro relazione, mai decollata. “Dopo cinque processi e anche nelle intercettazioni non emerge il motivo”, ha aggiunto la donna. Per la prima aggressione Lucia ha chiesto un risarcimento per il danno fisico importante subito, oltre a quello psichico. A febbraio 2020 Mauro Fabbri sarà un uomo libero in quanto inizierà il percorso di libertà vigilata. Per questo Lucia ora teme per la sua vita e continuerà sicuramente a vivere nell’incubo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori