Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: crollo Bitcoin, persi 100miliardi di dollari in un giorno (2 febbraio)

- Niccolò Magnani

Ultime notizie di oggi 2 febbraio 2018, ultim’ora: M5s ai candidati Veneto, “nefandezze su avversari e foto imbarazzanti”. Bitcoin, crollo sotto 8mila dollari e bruciati 100miliardi

bitcoin-2_Pixabay
Pixabay

BITCOIN, CROLLO NEI MERCATI

Non c’è fine per la crisi del Bitcoin: la criptovaluta scivola anche oggi sotto gli 8mila dollari ai minimi da due mesi a questa parte: dopo l’exploit di novembre e dicembre che aveva fatto gridare alla rivoluzione delle monete elettroniche nel 2018, è arrivata la brusca frenata. Prendete solo oggi: bruciati 100 miliardi di dollari, in sole 24 ore, annullando di fatto la potenza della criptovaluta in questo ultimo giorno di settimana. Crollano anche le monete rivali Ripple, Ether e Litecoin, che cedono il 18%: non solo, guardando la perdita netta da dicembre a questa parte (momento massimo e picco del bitcoin) è ben il 60% ad essere stato “bruciato” dal mercato. Gli operatori finanziari parlano ormai di una sorta di «fuga da panico», mentre nel prossimo G20 si arriverà a parlare anche di questo tema economico assai spinoso; «i governanti delle grandi economie del globo hanno raccolto gli inviti arrivati sia dalla Bce che dalle Fed (la banca centrale statunitense) per dotarsi di regole comuni», riporta Repubblica Economia. 

ISTRUZIONI M5S AI CANDIDATI: “FOTO IMBARAZZANTI SUGLI AVVERSARI”

«Istruzioni importanti: in questa campagna elettorale faremo molta comunicazione “negativa” sui partiti e sui candidati che corrono in Veneto»: comincia così lo “splendido” messaggio girato tra i 56 candidati alla Camera e al Senato del Movimento 5 Stelle in Veneto, diffuso da qualche “ribelle” grillino che evidentemente non ci sta ad una campagna del fango da chi si reputa “perfetto e trasparente”, impegnato per cambiare la politica contro tutto e contro tutti. Ecco infatti, contro tutti: «quindi ognuno di voi va a cercarsi i diretti concorrenti e tira fuori tutto il peggio che si può tirar fuori. Nefandezze, foto imbarazzanti, dichiarazioni e tutto quello che può servire a fare campagna negativa su di loro». La “campagna del fango” fa discutere eccome con il Movimento 5 Stelle nazionale in pieno imbarazzo per quanto emerso (e ancora senza commenti ufficiali): a lanciare il tutto il responsabile veneto della comunicazione M5s, Ferdinando Garavallo.

FRANCIA, SCONTRO TRA ELICOTTERI MILITARI

Il bilancio è gravissimo dell’incidente avvenuto in aria tra due elicotteri militari in Francia, ad una cinquantina di chilometri da Saint-Tropez (tra Cabasse e Carcès, nel dipartimento del Var): sono 5 i morti per lo schianto avvenuto poco prima delle 9 di questa mattina. Il bilancio è ancora purtroppo provvisorio, con i mezzi di soccorso che stanno cercando di tirare fuori dalla lamiere tutti i corpi presenti sui due velivoli militari che si sono scontrati per motivi ancora poco chiari. Vi era una sesta persona, ad esempio, che al momento non si trova e non si sa se sia ancora sotto le lamiere degli elicotteri o se si sia lanciato con il paracadute prima dello schianto. Stando alle notizie che filtrano dalla Prefettura francese, «i due elicotteri appartengono alla Scuola di aviazione leggera dell’Esercito (Ealat) e venivano usati per dei cicli di formazione». Non è però chiaro il perché siano venuti in collisione e dove siano le responsabilità: sta di fatto che ci sono 5 vittime e questo già di per sé è un triste fallimento per l’aviazione francese.

STRISCIA DI GAZA: ISRAELE COLPISCE HAMAS

La sfida “infinita”: ancora un razzo e ancora una volta la Striscia di Gaza protagonista in negativo dell’annosa guerra tra Israele e terrorismo palestinese. Stamane un razzo è stato lanciato da Gaza verso il sud di Israele: in tutta risposta l’esercito di Tel Aviv ha replicato colpendo una postazione di Hamas nel sud della Striscia di Gaza, alimentando nuovi focolai nell’area più pericolosa dal mondo. Al momento non si hanno notizie di vittime, né nel primo attacco e né nel secondo, ma le associazioni umanitarie stanno prestando soccorsi per valutare il bilancio del nuovo scenario in Medio Oriente. L’esercito israeliano ha ribadito una volta di più di «ritenere Hamas responsabile per ogni violenza che origina da Gaza»: la postazione colpita sulla Striscia riguarda una zona di controllo vicino a Beit Hanoun nel nord della Striscia. Un residente ha spiegato che la sua casa è stata colpita e danneggiata da due bombe ma per fortuna tutti i suoi abitanti erano in un’altra parte della struttura e non sono rimasti vittima degli attacchi.

STUDENTE SFREGIA UN’INSEGNANTE

Grave episodio di cronaca avvenuto all’interno dell’istituto tecnico commerciale Majorano di Santa Maria del Vico in provincia di Caserta. Qui un alunno diciassettenne in uno scatto d’ira dopo il rimprovero di un insegnante, ha tirato fuori un coltello a serramanico ed ha sfregiato al viso la sua professoressa di italiano. Solo per puro caso la donna, Franca Di Blasio 54 anni, non ha perso la vita. Il fendente del ragazzo era diretto alla gola, ma invece ha colpito la donna alla guancia procurandogli una ferita guaribile in quindici giorni. Il ragazzo, di cui non sono state rese note le generalità, è stato condotto in caserma in stato di fermo.

POSSIBILI CONVERGENZE DI MAIO, PD E FORZA ITALIA

Parla di possibili convergenze Luigi Di Maio ammiccando a Partito Democratico e Forza Italia, almeno su temi economici più rilevanti. il candidato premier del Movimento Cinque Stelle, in piena campagna elettorale, ha voluto rassicurare gli investitori della City londinese, e in una riunione ristretta ha parlato con toni sicuramente meno aggressivi, rispetto ad eventuali alleanze. Il politico napoletano in tale contesto non ha escluso di poter mettere a disposizione anche i voti del movimento, qualora si profilasse un governo con numeri ristretti, questo per Di Maio non significa governare in un esecutivo di grandi intese, ma tenere a cuore le sorti della nazione. L’incontro organizzato in un hotel inglese ha visto la presenza di un ristretto numero di persone, tra di essi molti i gestori di fondi d’investimento azionari.

RISOLTO IL GIALLO DI MACERATA

Sono bastate meno di ventiquattro ore per risolvere il giallo di Macerata, quello in cui l’epilogo era stato il ritrovamento di un corpo di ragazza, smembrato e conservato in due trolley. Oggi le forze dell’ordine hanno infatti posto in stato di fermo Innocent Oseghale un cittadino nigeriano di soli 26 anni. A lui i carabinieri sono arrivati seguendo le immagini della giovane donna, che era scomparsa dalle telecamere di sorveglianza proprio nella strada dove abita il presunto assassino. All’interno dell’abitazione di Oseghale gli inquirenti hanno ritrovato i vestiti appartenuti alla vittima ancora sporchi di sangue. L’ipotesi degli investigatori è che la giovane abbia seguito il nigeriano per acquistare una dose di droga, all’interno dell’abitazione il tragico epilogo, al quale adesso le forze dell’ordine dovranno trovare un movente.

NOMINATO IL COMMISSARIO STRAORDINARIO DELLA FEDERCALCIO

Nel corso della riunione odierna della giunta del CONI è stato nominato il nuovo commissario straordinario della Federcalcio. La carica è stata assegnata a Roberto Fabbricini che ricopre anche la carica di segretario generale del CONI. Ad affiancarlo sono stati chiamati un ex calciatore, attualmente opinionista televisivo, Alessandro Costacurta, e Angelo Clarizia. Nella sua prima intervista da commissario, Fabbricini ha tenuto a chiarire che si deve tornare a creare uno stretto legame tra i tifosi, il Paese e la nazionale di calcio, e che il suo primo atto sarà quello di sistemare anche le pedine della Lega di Serie A, con la nomina a commissario di Giovanni Malagò, attuale presidente del CONI. A fianco di Malagò lavoreranno un altro ex calciatore, Bernardo Corradi, e Paolo Nicoletti, che ha ricoperto fino ad ora il ruolo di vicecommissario con Tavecchio.

TRE I NOMI DEL PROSSIMO COMMISSARIO TECNICO

A margine della riunione del CONI ha parlato anche Costacurta, che si impegnerà per trovare la soluzione per il nuovo allenatore dell’Italia. Al momento la squadra è affidata alla gestione di Gigi Di Biagio, allenatore dell’Under 21 che la guiderà nelle prossime amichevoli. I papabili sono 3, l’ex CT Antonio Conte, Roberto Mancini e Ancelotti. Costacurta ha dichiarato che quanto prima vuole iniziare i colloqui con loro, che sono stati anche suoi compagni in nazionale.

IL TAS DI LOSANNA REVOCA LA SQUALIFICA PER GLI ATLETI RUSSI

28 dei 43 atleti russi che erano stati squalificati per doping, sono stati assolti dal TAS di Losanna, che ha ritenuto non sufficienti le prove presentate a loro carico. La revisione del provvedimento però arriva a soli 8 giorni dall’inizio delle Olimpiadi invernali e quindi non sarà facile la riammissione in gara. La Russia non partecipa come nazione, ma solo con 168 atleti a livello individuale che non avranno né bandiera né inno nazionale.

IERI I FUNERALI DI AZEGLIO VICINI

Si sono tenuti ieri a Brescia i funerali dell’CT della nazionale italiana, Azeglio Vicini, morto a 84 anni. Con l’Italia aveva conquistato il terzo posto nell’edizione del Mondiale giocata nel 1990 proprio nel nostro paese. Numerosi i colleghi allenatori ed ex giocatori che hanno partecipato alle esequie e ricordato la figura del “maestro”. Ai funerali ha partecipato una grande folla che ricordava le doti tecniche ed umane di Vicini, ed il direttore Generale della FIGC Michele Uva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori