ULTIME NOTIZIE/ Di oggi, ultim’ora Siria: Onu, sì alla tregua umanitaria di 30 giorni (24 febbraio)

- Fabio Belli

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: ennesimo caso nelle liste dei 5 Stelle, si accendono i toni per gli scontri di Torino. Scandalo sessuale per la Croce Rossa (24 febbraio 2018)

Siria_gas_bambini_lapresse_2017
Siria: Onu, sì alla tregua umanitaria (Immagini di repertorio da Lapresse)

SIRIA: ONU, SÌ UNANIME ALLA TREGUA UMANITARIA

Tregua umanitaria in Siria: il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha approvato all’unanimità una risoluzione che dovrebbe far terminare i bombardamenti per almeno 30 giorni. Dopo ore di trattative sul testo è circolata una bozza modificata che chiede 30 giorni di cessate il fuoco “senza ritardi”, ma senza precisare la tempistica. In questo modo si è voluto evitare un veto da parte della Russia. Nella bozza precedente la tregua doveva entrare in vigore 72 ore dopo l’adozione del testo da parte del Consiglio Onu, ma questo dettaglio è stato rimosso per cercare una convergenza con Mosca. La risoluzione chiede anche il permesso di inviare «in sicurezza e senza ostacoli» aiuti e l’evacuazione dei feriti e dei malati, e che venga posto fine all’assedio di «Ghouta Est, Yarmouk, Foua e Kefraya». Il testo approvato prevede che Antonio Guterres, il segretario generale dell’Onu, riferisca al Consiglio di Sicurezza entro 15 giorni sul cessate il fuoco. La tregua non si applica alle operazioni contro gruppi come Isis e al-Qaeda, e questa è un’ulteriore concessione alla Russia. (agg. di Silvana Palazzo)

SCANDALO SESSUALE CROCE ROSSA

La Croce Rossa travolta da uno scandalo sessuale. Ventuno persone sono state infatti licenziate dopo che un’indagine interna ha appurato che avevamo pagato per ottenere prestazioni sessuali. Lo ha annunciato il direttore generale del Comitato internazionale della Croce Rossa, Yves Daccord, che ha dichiarato:”Dal 2015 abbiamo identificato 21 membri dello staff che sono stati licenziati per aver pagato prestazioni sessuali o che si sono dimessi durante un’inchiesta interna. Altri due sospettati di comportamenti sessuali inappropriati non hanno avuto il rinnovo del loro contratto”. Daccord, che si è detto “profondamente rattristato nel riportare questi numeri”, ha dichiarato che “questi comportamenti rappresentano un tradimento delle persone e delle comunità che serviamo. Sono contro la dignità delle persone e avremmo dovuto essere più vigilanti per prevenirli”. (agg. di Dario D’Angelo)

ENNESIMO CASO NELLE LISTE 5 STELLE

È la volta dell’ennesimo candidato inquisito, e per questo espulso nelle file del Movimento Cinque Stelle, un movimento che ormai sta presentando liste decapitate in quasi tutti i collegi elettorali. A cadere nella scure di Di Maio questa volta è Salvatore Caiata, candidato nell’uninominale della Camera nel collegio di Potenza, inquisito dalla procura di Siena per riciclaggio. Caiata che è anche il presidente del Potenza Calcio era stato presentato dallo stesso leader del movimento in gran spolvero, il politico campano parlando di lui lo aveva definito un “eccellenza italiana”, e per questo lo aveva inserito direttamente in lista. Immediata la presa di posizione dei vertici con lo stesso Di Maio che ha immediatamente espulso l’attivista. In serata poi la nota dello stesso Caiata, un passato in forza Italia, che autonomamente ha preso la decisione di auto sospendersi dal movimento.

SI ACCENDONO I TONI PER GLI SCONTRI DI TORINO

Immediate le prese di posizione dopo gli scontri che ieri a Torino hanno visto protagonisti le forze dell’ordine e alcuni attivisti di sinistra. Gli scontri sono stati immediatamente condannati da tutte le forze politiche. La più dura Giorgia Meloni, con la leader di Fratelli D’Italia che ha dichiarato che nella lotta antifascista si nasconde la violenza comunista più becera e infamante. Intanto migliorano le condizioni dei 6 agenti feriti, alcuni di essi sono stati colpiti con chiodi e bulloni lanciati dai manifestanti. Netta presa di posizione anche del sindacato di polizia, che denuncia i tagli operati negli anni per il personale che si dedica prioritariamente ai servizi di ordine pubblico. 

L’EMERGENZA MALTEMPO

Sono forse queste le giornate più dure sotto il fronte del cattivo tempo, con pioggia, neve e vento che in queste ore stanno spazzando tutto il nostro paese. La situazione più critica al settentrione dove per tutta la mattinata non ha smesso di nevicare. Isolate alcune località montane del Piemonte, località dove sono state registrate oltre due metri di precipitazioni. Situazione difficile anche nel litorale giuliano dove la bora non ha lasciato per un attimo la città di Trieste, i venti a volte anche superiori ai centocinquanta chilometri orari hanno provocato molti disagi ma pochi danni. Al sud invece collegamenti interrotti con le isole minori, a causa del mare ingrossati dai venti provenienti dai quadranti meridionali. La situazione dovrebbe rimanere stabile anche per la giornata di domani. 

NUOVO RECORD PER GIOVANNI SOLDINI

Nonostante le tante avversità che hanno colpito il suo viaggio, Giovanni Soldini è riuscito a battere il record della traversata tra Hong-Kong-Londra. L’equipaggio del Maserati Multi 70 ha attraversato infatti il ponte della Queen Elizabeth alle 13.20 ora locale, migliorando il record precedente di ben cinque giorni. L’impresa è ancora maggiore stante il fatto che Soldini ha navigato con soli quattro compagni di avventura, e ha dovuto affrontare tra l’altro anche una miriade di problemi tecnici, tra cui la rottura di un timone. Soddisfazione è stata espressa dal velista italiano, che nelle prime interviste ha voluto sottolineare le grandi difficoltà che ha dovuto superare, soprattutto a livello meteorologico.

SERIE A IN CAMPO CON 2 ANTICIPI

In questo sabato la Serie A torna in campo con 2 anticipi. Alle ore 18.00 ben sedici Scudetti in campo con Bologna-Genoa, i felsinei si sono riscattati battendo il Sassuolo dopo un periodo difficile, ma con le vittorie ottenute contro Lazio, Chievo e Inter il Genoa è la squadra del momento, manifestando uno stato di forma straordinario e portandosi a distanza di sicurezza da una zona retrocessione che vedeva i Grifoni pericolosamente vicini fino a poco tempo fa. I nerazzurri, ancora privi di Icardi in attacco come anticipato da Spalletti in conferenza stampa, se la vedranno invece contro un Benevento che, pur avendo ritrovato la vittoria la settimana scorsa contro il Crotone, è ancora ultimo in classifica e soprattutto ancora a secco di punti in trasferta.

RUGBY, 6 NAZIONI: ITALIA KO CON LA FRANCIA

La prima in notturna nel 6 Nazioni per l’Italrugby è terminata con la quindicesima sconfitta consecutiva per gli azzurri, caduti contro la Francia che a sua volta ha trovato la prima vittoria in questa edizione del torneo. 34-17 per i transalpini il punteggio finale del match, come è spesso accaduto di recente l’Italia ha retto di fatto per sessanta minuti, per poi cedere di fronte alla maggiore forza fisica e soprattutto all’esperienza dei transalpini che pure avevano iniziato in maniera poco brillante la loro avventura nel 6 Nazioni in questa stagione. Prossimo appuntamento per l’Italia in casa contro la Scozia.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori