Concorso Inps 2018/ Roma, 22mila per 365 posti: caos dovuto al maltempo e proteste social dei fuorisede

- Niccolò Magnani

Concorso Inps 2018, Nuova Fiera Roma: in 22mila per 365 posti da analista-consulente. Oggi la prima prova: calendario, punteggi e domande prove, tutti i divieti

scuola_lavoro_concorso_pubblico_1_lapresse_2016
Concorsi (Foto: LaPresse)

Nonostante l’allerta meteo che da due giorni vige su Roma e i disagi legati alla neve, non c’è stato alcun rinvio e ha preso regolarmente il via il Concorso Inps 2018 che vede partecipare quasi 22mla candidati per appena 365 posti a tempo indeterminato quali analisti presso lo stesso istituto previdenziale. Tuttavia, come era prevedibile, e data anche l’importanza del concorso per un vero e proprio esercito di persone che vedevano nello stesso concorso una chance per ottenere l’agognato posto fisso, non sono mancate le polemiche: tra il caos legato ai trasporti verso la Capitale e nella stessa città e le proteste dei fuorisede, infatti, qualcuno teme che si vada verso una vera e propria ondata di ricorsi che graveranno esizialmente sull’esito della prova. Infatti, alcuni candidati si sono sfogati sui social network lamentandosi per il fatto che, mentre la Città Eterna è nel caos, è stato chiesto loro ugualmente di presentarsi. Qualcuno ha fatto ironia chiedendo all’Inps se la prima prova del concorso consistesse nel cercare di essere presenti all’appello mattutino, mentre altri hanno polemizzato con i trasporti ferroviari limitati che hanno impedito di partecipare nonostante la partenza fosse stata scadenzata con largo anticipo. Non è quindi un caso che, oggi, tra i Top Trends di Twitter vi dia proprio l’hashtag #concorsoinps e che in molti siano sul piede di guerra annunciando ricorsi. (agg. di R. G. Flore)

VIA AL CONCORSO INPS A ROMA

È scattata oggi alle ore 8.30 la prima prova scritta del Concorso Inps 2018 che mette in palio 365 posti con contratto a tempo indeterminato di analista per processo-consulente professionale. Nonostante il gelo e il caos trasporti a Roma, la prima prova del maxi concorso Inps – il primo di quelli banditi dall’istituto nazionale di previdenza che dovrebbe fornire nel complesso l’assunzione a 1100 giovani laureati – non è stata annullata. In Nuova Fiera di Roma questa mattina c’erano 22mila persone, in pratica uno ogni sessanta ha la possibilità di passare il test e ottenere il tanto agognato “posto fisso”. La prova durerà dalle ore 8.30 con tutti i candidati con cognome da Abagnale Angela fino a D’Alise Bruna; dalle 14.30 di questo pomeriggio invece, convocati tutti i candidati da Dalla Costa Marta fino a Lama Immacolata. Ricordiamo che domani ci sarà già la seconda giornata con l’esaurimento di tutti gli altri candidati iscritti: dalle 8.30 saranno chiamati i candidati da Lamacchia Domenico a Poddesu Stefania; dalle 14.30 da Poddie Maura e Zurru Silvia. I candidati convocati in questi due giorni devono portare in Fiera un documento di riconoscimento valido utilizzato per la presentazione della domanda; la copia firmata della domanda di partecipazione al concorso protocollata – stampa domanda di partecipazione; una penna blu o nera.

DIVIETI E REGOLE

La prima prova consiste come stabilito dal bando di concorso pubblico in Gazzetta Ufficiale, in uno scritto con 60 quesiti a risposta multipla di carattere psicoattitudinale, logica, inglese, informatica e cultura generale. La durata è assai serrata visto che le 60 domande dovranno essere svolte in 60 minuti: al termine dei 4 turni di prova scritta, gli elaborati saranno corretti alla presenza di alcuni concorrenti volontari/estratti a sorte e in diretta streaming. Il punteggio è molto chiaro: prova valutata n trentesimi. Per superarla i candidati devono ottenere un punteggio pari o superiore a 21/30. Il punteggio sarà tempestivamente pubblicato sul sito internet dell’INPS, nella sezione “Avvisi, bandi e fatturazione” sotto sezione ”Concorsi”. Per quanto riguarda il regolamento rigidissimo (specie dopo le ultime chiamate a concorso con scandali relativi), non è consentita assolutamente l’entrata in Fiera agli eventuali accompagnatori dei candidati ad esclusione di coloro con disabilità documentata, delle donne in stato di gravidanza e di quelle con allattamento. «Non sarà comunque consentito l’accesso alla sala delle prove al bambino e all’eventuale accompagnatore ma sarà allestito uno spazio nursery per l’attesa della mamma. Divieto assoluto, pena l’esclusione dal concorso, per smartphone, tablet, smartwatch, telefoni e calcolatrici ma anche per la semplice carta», riporta Rai News. Da ultimo, l’avviso della seconda prova scritta sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale il prossimo 2 marzo 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori