LUIGI GIUSSANI/ Video, Juliàn Carron: “Continua a essere un compagno presente forse ancora più di prima”

- Paolo Vites

Celebrata ieri sera nel Duomo di Milano la cerimonia liturgica in ricordo di don Luigi Giussani  nell’anniversario del riconoscimento della Fraternità di Comunione e Liberazione

luigi_giussani_comunioneliberazione_web
Don Luigi Giussani (1922-2005)

Per la prima volta la celebrazione eucaristica in memoria di don Luigi Giussani, fondatore del movimento di Comunione e Liberazione scomparso nel febbraio 2005 e anche per il 36esimo anniversario del riconoscimento della Fraternità di CL, è stata celebrata dal nuovo arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini. La celebrazione si è tenuità ieri sera nel Duomo di Milano. Hanno concelebrato altri 50 sacerdoti tra cui l’attuale presidente della Fraternità don Juliàn Carron, e i vescovi monsignor Paolo Partinelli e monsignor Luigi Negri. Carron ha anche rilasciato una breve intervista video al sito ufficiale dell’arcidiocesi di Milano.

La gente arriva a migliaia fa notare la giornalista: “Questa è la cosa che stupisce tutti vuol dire che Giussani continua a essere un compagno presente forse ancora più di prima, nella misura in cui cerchiamo di seguirlo capiamo di più la portata di quello che ci ha donato”. “E’ un dono per la chiesa universale e per quella dove nacque” continua Carron,  “questo si vede da tanti gesti in cui siamo presenti nella realtà della chiesa locale, come le parrocchie, i decanati, risposte a bisogni di ogni tipo. Il movimento è radicato proprio qui, in nessun altro posto al mondo ha la densità che ha a Milano e in Lombardia” conclude Carron.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori