Federico Leardini/ Video, morto giornalista di Sky Tg24: l’ultimo bizzarro Tweet e l’intervista con Burioni

- Silvana Palazzo

Federico Leardini, morto giornalista di Sky Tg24: lascia figlia e moglie, stroncato in palestra da un infarto a38 anni. I ricordi social, le ultime intervista e quell’ultimo tweet bizzarro

federico_leardini
Federico Leardini, morto giornalista di Sky

Non terminano neanche oggi i saluti e i ricordi dei colleghi e amici di Federico Leardini: in tanti in queste ore hanno rilanciato quell’ultimo suo Tweet di qualche giorno fa in cui si distingueva, come sempre, come un giornalista indipendente e non troppo legato al “politically correct”, pur rimanendo un serio professionista. «Siate gelosi delle vostre opinioni. Sono certamente preziose, rare, uniche. E soprattutto non gliene frega un c…o a nessuno». In tanti lo adoravano in redazione e ne ricordano la sua assoluta disponibilità e giovialità (anche agli orari più presti della mattina!); Dario Donato invece posta una foto del suo collega appena di venerdì sera, scrivendo «Questa l’hai postata tu l’altra sera.Soliti discorsi.Solite passioni. Lo sport, la finanza con cui tutto cominciò. Le nostre debolezze ce le raccontavamo sottovoce. Sia mai che qcno sentisse. Qsta non me la dovevi fare, amico mio. Mi hai spezzato. Ti voglio bene #federicoleardini». Da ultimo il professore proVax e virologo Roberto Burioni, ha voluto ricordare la famiglia di Leardini, postando l’ultima bella intervista fatta tra i due proprio sul tema dei vaccini: «Le mie più sincere condoglianze alla moglie alla figlia e autti i cari di Federico Leardini, al quale mi legava un rapporto di reciproca stima e amicizia. Federico è mancato oggi improvvisamente a 38 anni». (agg. di Niccolò Magnani)

IL TRIBUTO DI SKY

Federico Leardini, giornalista esperto di economia di Sky Tg 24, è morto all’ospedale San Gerardo di Monza per un infarto. Ieri il malore in palestra, a Carate Brianza, poi il ricovero in arresto cardiaco nel reparto di terapia intensiva cardiochirurgica, dove è stato attaccato all’Ecmo, la macchina cuore polmoni. Oggi il decesso. «Tutto senza senso. Solo dolore, tanto dolore. Ti sia lieve la terra, impensabile dovertelo dire. Sono vicina alla tua famiglia, che era il tuo orgoglio. Grazie Federico: per il tuo lavoro, per ogni tuo sorriso», ha scritto Paola Saluzzi su Twitter. La direttrice della rete all-news Sarah Varetto ha twittato: «Il nostro ricordo. Per te, per noi. Per la tua famiglia e per la tua meravigliosa bimba che tanto adoravi. Ciao #Federico, non ti dimenticheremo mai». E ha pubblicato il servizio con cui Sky Tg 24 ha ricordato il collega. Clicca qui per vederlo. (agg. di Silvana Palazzo)

STRONCATO A 38 ANNI DA UN INFARTO

Federico Leardini era uno dei volti più noti delle cronache economiche e finanziarie della tv. Alla sua immagine atletica si combinava la grande esperienza, con la quale riusciva a spiegare ai telespettatori aspetti dell’economia difficilmente comprensibili. La notizia della sua morte ha sorpreso i suoi colleghi e i tanti telespettatori che lo seguivano su Sky Tg 24, oltre che parenti e amici. “Il gigante buono”, così lo chiama un amico su Facebook. «Ma adesso con chi diavolo commento le ultime uscite di Trump? E i video stupidi? I meme? E con chi mi confido per il mio futuro? Sei stato uno dei pochi che, quando ho scelto di lasciare tutto a Roma per tornare in Friuli, mi ha incitato e ha creduto in me, chiamandomi anche di notte per non farmi sentire solo. Questo non lo potrò mai e poi mai dimenticare. Mi mancherai da matti. Proteggici tu ora, roccia. Ne avremo tutti bisogno», ha scritto Giulio Di Lorenzo. Tantissimi gli aneddoti che in queste ore stanno emergendo sui social. (agg. di Silvana Palazzo)

FEDERICO LEARDINI, MORTO GIORNALISTA DI SKY

Il mondo del giornalismo è in lutto per la morte di Federico Leardini. Il giovane conduttore televisivo è deceduto ieri in seguito ad un arresto cardiaco mentre si stava allenando nella palestra Extreme di via Volta, a Carate Brianza. Sarà però l’autopsia a chiarire con precisione le cause del decesso del giornalista di borsa e finanza a Sky Tg 24. Le condizioni del 38enne comunque erano apparse da subito gravissime dopo il malore: trasferito d’urgenza al San Gerardo di Monza, non aveva mai ripreso conoscenza. Secondo il Giornale di Monza, pare sia stato stroncato da un infarto. Laureato in scienze politiche e con un master in relazioni internazionali, Federico Leardini dal 2011 era a Sky. Conduceva da inizio anno una rubrica economica molto seguita, “La campanella”. Il giornalista, originario di Venezia ma residente a Milano, lascia moglie e una bimba in tenera età. «È mancato un collega bravo e preparato, un ragazzo buono, che ci aggiornava sull’economia!», ha twittato Emilio Carelli, ex direttore del tg.

IL DOLORE DEI COLLEGHI

Dolore e sconforto nelle parole dei colleghi di Federico Leardini dopo la notizia della sua morte. «Un ragazzo preparato ed ironico. Ci scambiavamo consigli e battute. Una cosa brutta. Ma brutta. Un abbraccio alla famiglia», ha twittato un collega del giornalista economico. Colpito dalla morte di Federico Leardini anche Ivan Zazzaroni: «Per noi era il rugbista. Giornalista economico di @SkyTG24, a rugby aveva giocato. Aveva 38 anni. Giorni fa twittò: “Siate gelosi delle vostre opinioni. Sono preziose, rare, uniche. E soprattutto non gliene frega un c…o a nessuno”». Alessandro Sugoni rievoca qualche aneddoto su Facebook: «Albe passate a condividere tanti caffè e pochi consigli di economia che tanto io non sapevo capire e non sapevo sfruttare. Sempre con quel sorriso e quella gentilezza quasi nobile che ti accompagnavano ovunque. E poi, una fine che non ci si crede…ciao Federico!». E così il collega Dario Nicolini: «Abbiamo condiviso partite di football e investimenti sbagliati Fede, e ci abbiamo scherzato su un bel po’, soprattutto in ascensore prima di cominciare a lavorare. Ed era anche la parte più bella, più divertente, forse anche per te. Guardi uno così vitale e sorridente e davvero non ci pensa mai, ma mai…Lo sconcerto è pazzesco, inferiore solo alla tristezza della notizia e della tua assenza in prospettiva. Vivrai nelle nostre teste e nella nostra memoria, questo te lo posso garantire. Ti mando un abbraccio amico mio, ciao».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori