VOLO DELL’ANGELO, CARNEVALE DI VENEZIA 2018/ Diretta streaming video: risuona l’Ave Maria di Schubert

- Fabio Belli

Volo dell’angelo al Carnevale di Venezia 2018: diretta streaming video. La protagonista dello storico rituale sarà Elisa Costantini. Il Corteo del Doge prima del momento clou

carnevale_venezia_pixabay
Al Carnevale di Venezia 2018 è il giorno del Volo dell'Angelo

Piazza San Marco a numero chiuso per il Volo dell’Angelo del Carnevale di Venezia 2018. Già alle nove di questa mattina si è creata una lunga fila per entrare, soprattutto da riva degli Schiavoni, dove si è creato un “imbuto” sul Ponte della Paglia. La situazione però è stata migliore rispetto agli altri accessi, considerando il picco di flusso di persone che volevano assistere al Volo dell’Angelo. Per il primo anno, dunque, Venezia fa i conti con una restrizione mai vista prima, quella appunto dei 20mila spettatori. Non ci sono precedenti con cui Prefettura e Comune possono confrontarsi, ma la sicurezza ha prevalso sulle tradizioni. Elisa Costantini non si è fatta attendere a lungo: alle 11 è scesa dal campanile, non all’ultimo rintocco di mezzogiorno. Una miriade di flash e smartphone puntati al cielo hanno accompagnato il Volo dell’Angelo: Elisa Costantini è stata cullata dalle note dell’Ave Maria di Schubert cantata da Luciano Pavarotti e Dolores O’Riordan, cantante dei Cranberries scomparsa recentemente. (agg. di Silvana Palazzo)

CORTEO DEL DOGE PRIMA DEL MOMENTO CLOU

Nonostante il tempo incerto e il freddo un po’ pungente, Venezia ha dato il via al Carnevale 2018. Oggi però l’appuntamento più atteso: il Volo dell’Angelo. Elisa Costantini volerà dal campanile di San Marco verso il palco allestito al centro della piazza interpretando così lo storico rituale di apertura del Carnevale di Venezia. In questi minuti il lancio è preceduto dall’arrivo in piazza e sul palco del Corteo del Doge, ispirato ai giochi e al mondo circense. è curato dal Cers, Consorzio Europeo Rievocazioni Storiche, con la partecipazione dell’Associazione Internazionale per il Carnevale di Venezia, Associazione Amici del Carnevale di Venezia e il Gruppo Storico “Le Maschere di Mario del ‘700 veneziano”. Tra poco però gli occhi saranno rivolti verso l’alto, perché sarà il momento del Volo dell’Angelo, per il quale la “capienza” è stata ridotta a piazza San Marco: 20mila persone, non di più. Questo il numero massimo di spettatori che può riempire la piazza oggi, domenica 4 febbraio. Se non siete lì potete seguirlo con la diretta streaming video del Comune di Venezia. (agg. di Silvana Palazzo)

VOLO DELL’ANGELO, ELISA COSTANTINI PROTAGONISTA

Al Carnevale di Venezia 2018 è il giorno del Volo dell’Angelo: protagonista del rituale che rappresenta uno dei momenti più caratteristici di un Carnevale tra i più storici del mondo, la giovane studentessa 19enne Elisa Costantini, scelta per “volare” dal campanile di piazza San Maro verso il palco allestito al centro della location per quello che viene da sempre considerato il rituale in grado di fare ufficialmente il via al Carnevale di Venezia. Elisa è una ragazza di Burano estremamente legata alle tradizioni veneziane, oltre ad essere studentessa a Ca’ Foscari è una regatante e si è fregiata della vittoria nella Regata di Murano, oltre ad aver vinto con Elena Costantini, l’argento nella Regata Storica 2017. Ma quello del Volo dell’Angelo è sempre un rituale in grado di togliere il fiato a chi lo osserva e, soprattutto, a chi ha la fortuna di esserne protagonista.

L’EMOZIONE DEL LANCIO E IL RICORDO DELLO SCORSO ANNO

Ed Elisa, in un’intervista rilasciata a VeneziaToday, non ha nascosto l’emozione per il compito di dover interpretare quella che tradizionalmente viene chiamata la “Maria”, protagonista del Volo dell’Angelo in piazza San Marco: “Lo scorso anno quando vedevo scendere Claudia Marchiori, la Maria che mi ha preceduto ad interpretare l’Angelo, mi sono emozionata tantissimo, perché mi sono ritrovata a pensare che avrei potuto esserci io al posto suo l’anno dopo E così è stato e adesso sono nervosa, emozionata, e sento che la tensione cresce sempre di più. Voglio viverlo tutto d’un fiato, guardare la mia Burano dall’alto, osservare la maestosità di Venezia. E godermi la gente che sarà là sotto a guardare, sentire il pubblico. Mi accompagnerà mio padre prima del lancio. Sono felicissima e vivo quest’esperienza un po’ come fosse la mia regata più importante.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori