Burberry, Riccardo Tisci nuovo direttore creativo/ “Onorato di entrare a far parte di questo team”

Burberry, Riccardo Tisci nuovo direttore creativo: “Onorato di entrare a far parte di questo team”. Lo stilista entra a far parte della nota casa di moda britannica

riccardo_tisci_instagram_2018
Riccardo Tisci, nuovo direttore creativo di Burberry - Instagram

Sarà Riccardo Tisci il nuovo direttore creativo di Burberry. Ad annunciarlo è stata la stessa maison di lusso britannica, attraverso il proprio profilo ufficiale Instagram: «Burberry annuncia Riccardo Tisci come Chief Creative Officer, a partire dal 12 marzo 2018». Un grande traguardo per il designer italiano, nonché l’ennesimo riconoscimento al Bel Paese nel campo della moda. Tisci è stato a lungo in un’altra maison dell’alta moda, Givenchy, dove ha “guidato” le collezioni haute couture, pret à porter e accessori per ben dodici anni. “Ritiratosi dalle scene” lo scorso anno, quest’oggi è finalmente arrivato l’annuncio del suo ritorno nel mondo della moda. In concomitanza a quanto pubblicato da Burberry, lo stesso Tisci ha pubblicato attraverso il proprio Instagram: «Sono lieto e onorato di entrare a far parte del team Burberry, un brand per il quale nutro un profondo rispetto e sono molto emozionato perchè so che ha un potenziale eccezionale».

LA NASCITA IN PUMA, POI…

Dell’avvento in Burberry di Tisci ne ha parlato anche Marco Gobbetti, altro personaggio di spicco italiano nella casa di moda inglese (ne è l’ad), che ha spiegato: «Sono felice che Riccardo si sia unito a Burberry come chief creative officer. Tisci è uno dei designer più talentuosi del nostro tempo. I suoi disegni hanno un’eleganza contemporanea e la sua abilità nel mescolare lo streetwear con l’alta moda è molto importante per i consumatori di oggi. La visione creativa di Riccardo rafforzerà le ambizioni che abbiamo per Burberry». Tisci, classe 1974 originario di Taranto, ha vissuto da ragazzino in Lombardia, precisamente a Cermenate, in provincia di Como. Muove i suoi primi passi nella moda in Puma, ma la svolta arriva quando presenta la sua collezione nella settimana della moda per l’autunno 2004-2005. In quell’occasione viene notato da Givenchy, dove vi è rimasto appunto fino a pochi mesi fa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori