ULTIME NOTIZIE/ Di oggi ultim’ora Florida: Miami crolla ponte pedonale, morti. Impresa sotto shock (15 marzo)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora Miami: crolla ponte pedonale in Florida, diversi morti nelle auto schiacciate. La struttura era stata installata lo scorso sabato (15 marzo 2018)

miami_ponte_crollato_florida_incidente_youtube_2018
Florida, crolla ponte pedonale a Miami

Sta facendo il giro del mondo la notizia del ponte crollato in Florida, precisamente a Miami. Il sovrappasso è collassato sulla 8th Street, ed era ancora in fase di ultimazione lavori, schiacciando almeno 6 persone, morte purtroppo sul colpo. Sotto shock l’impresa edile che ha costruito il ponte, come si evince dalle parole rilasciate dal portavoce della stessa società costruttrice: «In 40 anni della nostra storia non è mai successo nulla di simile». Il ponte era stato installato soltanto nella giornata di sabato ma evidentemente qualcosa è andato storto, crollando su stesso con un epilogo a dir poco tragico. Le immagini che ci giungono da Miami sono impressionanti, con l’intera campata del ponte (lungo 53 metri), che è collassata come un castello di carta, schiacciando una decina di auto che passavano sfortunatamente in quel momento (erano le 2 di pomeriggio in Florida). «I lavoratori edili – il tweet della cronista Monique O. Madan del giornale Miami Herald – mi dicono che è un ‘fallimento ingegneristico’». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

MIAMI, AGGIORNAMENTI LIVE SUL PONTE CROLLATO

PONTE MIAMI: 5-6 VEICOLI SCHIACCIATI

Secondo le ultime notizie che filtrano dal Governo degli Stati Uniti d’America, la Casa Bianca è pronta a fornire tutto l’assistenza federale possibile per sostenere i soccorsi in queste difficili ore nella Miami segnata dal crollo tragico di un ponte pedonale. Lo ha fatto sapere poco fa la portavoce di Donald Trump, Sarah Sanders, dopo aver riferito che il presidente è stato informato su quanto avvenuto in Florida. Secondo quanto riportano le autorità della Florida Highway Patrol, «sono cinque o sei le auto schiacciate e travolte dal cavalcavia crollato».Nel frattempo, sulla scena dell’incidente stanno volando droni ed elicotteri per per identificare il più possibile le aree dove si trovano le auto coinvolte nella tragedia a pochi passi dall’università di Miami che un anno fa diede il là alla costruzione del progetto avveniristico per ovviare alle troppe stragi di investimenti cui gli studenti erano stati drammaticamente sottoposti negli anni precedenti. Secondo le ultime notizie che arrivano dalla polizia di Miami il numero dei morti sarebbe salito a 6, altrettanti i feriti. (agg. di Niccolò Magnani)

PONTE MIAMI: ALMENO 5 MORTI

Le notizie in merito al drammatico ponte pedonale crollato nelle passate ore a Miami si rincorrono rapidamente ma già è emerso il primo drammatico bilancio: secondo la polizia della Florida si parla di numerose vittime, “forse cinque”, twitta il Miami Herald. Molteplici anche le persone rimaste ferite mentre già iniziano a rincorrersi le prima immagini aeree che immortalano l’arrivo dei soccorritori sulla scena del disastro mentre tentano di individuare possibili vittime rimaste sotto le macerie. Sarebbero cinque, forse sei gli autoveicoli rimasti schiacciati nel crollo. E già l’attenzione si sposta sulla polemica legata a quello che, secondo la cronista Monique O. Madan del Miami Herald su Twitter ha coniato “fallimento ingegneristico” in riferimento ai lavori edili. Il ponte pedonale infatti, era stato installato solo lo scorso sabato. Una struttura da 950 tonnellate e che era costata ben 14,2 milioni di dollari finanziati dal dipartimento dei trasporti e fortemente richiesta soprattutto dai frequentatori dell’università al fine di evitare per quanto possibile il traffico sottostante e che proprio un anno fa aveva portato all’uccisione di uno studente, investito tragicamente durante l’attraversamento. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

FLORIDA, CROLLA PONTE MIAMI SU AUTO: DIVERSI MORTI

Un ponte pedonale è crollato poche ore fa a Miami, Florida, e purtroppo pare abbia fatto già diverse vittime come riportano i primi lanci di agenzia che arrivano dagli Stati Uniti. Le immagini sono impressionanti con il ponte pedonale che, appena conclusa la via di costruzione, non ha retto l’impianto dell’unico modulo da poco installato: è crollato sulle auto sottostanti, schiacciandole e provocando probabilmente “diverse vittime”. Finora sono 6 feriti sicuri e almeno 5 morti ma il bilancio è ovviamente del tutto parziale, con i soccorsi in arrivo da tutta la città per aiutare a recuperare le vittime sotto le lamiere delle auto e del ponte. Il Miami Herald scrive poco fa: «lavoratori edili mi dicono che è un ‘fallimento ingegneristico’. Dicono che le vittime non sono state confermate perché nessuno è stato in grado di arrivare sotto il ponte per scoprirlo». Il ponte era stato costruito dalla Florida International University ed era stato inaugurato giusto lo scorso sabato: serviva per gli studenti per poter evitare di attraversare la strada sottostante. (agg. di Niccolò Magnani)

TERRORISTA LETTONE ARRESTATO A VITERBO

Un cittadino italiano di origini lettoni è stato arrestato quest’oggi a Viterbo. Si tratta di un 24enne che era stato segnalato negli scorsi mesi dal Federal Bureau of Investigation, l’FBI. Il giovane, il cui nome non è stato ancora reso noto, aveva fatto scattare l’allarme nei servizi segreti statunitensi, dopo aver postato sui social il proprio apprezzamento nei confronti di Sayfullo Saipov, il terrorista islamico che lo scorso 31 ottobre a New York uccise otto persone su una pista ciclabile, investendole con un camion. Una volta partita la segnalazione, l’Antiterrorismo ha iniziato la caccia all’uomo, che fino ad ora non era mai stato accostato a casi di terrorismo o simili. L’operazione è scattata negli scorsi giorni, con le forze dell’ordine che hanno fatto irruzione nell’abitazione del lettone, con l’aiuto delle unità cinofile antisabotaggio e degli uomini della Polizia Postale. La segnalazione ha trovato conferma visto che nella casa del 24enne sono stati trovati materiali per la costruzione di ordigni artigianali, nonché un fucile e due pistole ad aria compressa. Il ragazzo si trova attualmente in carcere. (aggiornamenti di Davide Giancristofaro)

SALVINI APRE AL MOVIMENTO 5 STELLE

Una vera e propria apertura quella di Matteo Salvini nei confronti del Movimento 5 Stelle, con lo stesso Salvini che ha ipotizzato un accordo con Di Maio. Salvini intervistato dai giornalisti ha escluso solamente un eventuale approccio con il Partito Democratico, mentre ha detto di prendere in considerazione l’dea di un esecutivo sulla direttrice Carroccio-Movimento. La dichiarazione di Salvini ha però innescato un vero e proprio scontro con l’altra gamba del centrodestra, quella rappresentata da Silvio Berlusconi, che invece ha negato la sua intenzione ad appoggiare quelli che lui vede come il fumo negli occhi. Salvini per la prima volta con i giornalisti esteri parla di condivisione del programma elettorale, mettendo al primo posto la cancellazione della legge Fornero nonché l’introduzione di una sorte di Flat Tax. QUI LA NOTIZIA APPROFONDITA

MORTO IL FISICO STEPHEN HAWKING

E’ morto Stephen Hawking, l’astrofisico a cui si deve la teoria cosmologica sull’inizio senza confini dell’Universo. Lo scienziato che era ammalato di SLA è scomparso nella sua casa inglese, aveva 76 anni. Buona parte della vita di Hawking è stata su una sedia a rotelle stante la scoperta della grave malattia invalidante all’età di 21 anni. Immediate le manifestazioni di cordoglio da parte del mondo accademico, con la stessa NASA americana che ha espresso la sua partecipazione al dolore della famiglia, tramite un messaggio andato in diretta televisiva. L’astrofisico era stato premiato ultimamente dal presidente Barak Obama con il conferimento della medaglia presidenziale della libertà, la più alta onorificenza a stelle e strisce. QUI LA NOTIZIA APPROFONDITA

LONDRA ESPELLE 23 DIPLOMATICI RUSSI

Non accenna a placarsi la tensione tra il governo di Theresa May e quello di Putin, con l’esecutivo britannico che ha deciso in maniera unilaterale l’espulsione di ventitré diplomatici russi. La decisione è una ritorsione sulla mancata risposta del governo di Mosca relativamente al coinvolgimento dei servizi segreti, su alcuni inspiegabili morti avvenute sul territorio di sua maestà britannica. Come se non bastasse il governo May ha revocato l’invito del ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov, da parte sua la casa reale ha reso noto che non invierà nessuna rappresentanza alla cerimonia di apertura dei mondiali di calcio di Russia 2018. Immediata la risposta di Mosca con lo stesso Lavrov che parla di una provocazione senza precedenti. Era dal 1971 che l’Inghilterra non prendeva misure cosi dure nei confronti del paese delle steppe. QUI LA NOTIZIA APPRODONDITA

FUGA JUVE IN SERIE A

La Juventus è in fuga e ora sogna davvero concretamente la vittoria del settimo Scudetto consecutivo. La vittoria di ieri nel recupero contro l’Atalanta infatti ha portato i bianconeri a +4 sul Napoli che fino a sabato scorso erano avanti di un punto. Non è stata così facile per la squadra di Massimiliano Allegri ieri che ha saputo anche soffrire nella parte centrale della partita. Nel primo tempo la gara è stata sbloccata da Gonzalo Higuain servito dentro da un Douglas Costa in grado di farsi quaranta metri palla al piede. Nella ripresa viene fuori la Dea con Mancini che prima sfiora il gol di testa e poi viene espulso per due falli nel giro di pochi minuti. I bianconeri dilagano alla fine con Blaise Matuidi che supera Berisha con un sinistro liftato.

STASERA MILAN E LAZIO IN EUROPA LEAGUE

Le due formazioni impegnate in Europa League affrontano stasera il ritorno degli ottavi con la necessità di effettuare due imprese per centrare la qualificazione. Certamente più ardua quella che attende il Milan, che deve rimontare uno 0–2 subito a San Siro e si trova di fronte un’Arsenal rivitalizzato anche in campionato, mentre alla Lazio, dopo il pareggio 2–1 in casa basta vincere con qualsiasi punteggio. Sia Gattuso che Inzaghi hanno fatto capire di voler a tutti i costi passare il turno, ed entrambe le formazioni hanno trovato una rete quasi allo scadere in campionato, con la quale il Milan ha conquistato i 3 punti in casa del Genoa, mentre la Lazio ne ha strappato 1 alla Sardegna Arena contro il Cagliari.

SOFIA GOGGIA VINCE LA COPPA DI DISCESA LIBERA

Si è conclusa sulle nevi si Are, in Svezia, la Cdm di discesa libera femminile, con la nostra azzurra Sofia Goggia che dopo la medaglia d’oro alle Olimpiadi ha vinto anche la Coppa precedendo la grande rivale, l’americana Vonn. La sciatrice statunitense ha tentato il tutto per tutto e si è imposta nell’ultima gara della stagione, ma all’italiana è bastato il secondo posto per conservare 1 e punti di vantaggio necessari per alzare al cielo la coppa di cristallo. Una stagione indimenticabile, quella attuale per la sciatrice bergamasca cha ha battuto una super campionessa che cercava in questa occasione la sua 17esima coppa di specialità. In questa gara la Vonn ha battuto la Goggia per 6 / 100, centrando il successo numero 82 in carriera.

MEDAGLIA D’ORO AZZURRA NELLE PARALIMPIADI DI PYEONGCHANG

Dopo aver conquistato medaglie d’argento e di bronzo, per la spedizione azzurra alle Paralimpiadi è arrivato anche il giorno dell’oro. A conquistare il primo posto, nella gara di gigante riservata agli atleti ipovedenti con guida, sono stati Giacomo Bertagnolli e la guida Fabrizio Casal, suo amico. Al secondo posto uno sciatore slovacco e terzo un canadese. Grande commozione da parte del presidente del comitato paralimpico, Pancalli, presente in Corea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori