Alessandra Mussolini, “Non perdono mio marito per le baby squillo”/ Una donna senza filtri

- Paolo Vites

Alessandra Mussolini, ospite domani 21 marzo nella nuova puntata di “Belve”, parla dello scandalo-squillo che ha visto coinvolto il marito e torna ancora sul suo rapporto col nonno Benito…

alessandra-mussolini-scollatura
Alessandra Mussolini

Senza filtri, Alessandra Mussolini si è raccontata a 360 gradi ai microfoni di Belve. Dalla sofferenza provata per il coinvolgimento del marito nella vicenda delle “baby squillo” al mancato perdono nei confronti del padre dei figli, dalle nozze a Predappio fino all’ipotesi di un ritorno del Duce, Alessandra Mussolini stupisce rilasciando dichiarazioni forti, ma estremamente sincere, proprie di una donna che non si è mai nascosta e che ha dovuto, spesso, tirare fuori le unghie per il cognome che porta. Quella che viene fuori dall’intervista a Belve è un’Alessandra Mussolini uguale e diversa alla donna che, impegnata in politica, ha avuto anche esperienze nel mondo dello spettacolo. Le dichiarazioni della Mussolini sono state apprezzate dal popolo del web, ma anche diviso. Donna, mamma, moglie e impegnata politicamente, Alessandra Mussolini ha davvero tante sfumature (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

MUSSOLINI, LE NOZZE A PREDAPPIO

A qualche ora di distanza dalla pubblicazione del video-teaser della prossima puntata di “Belve”, il programma condotto da Francesca Fagnani sul Nove, fanno ancora discutere le parole di Alessandra Mussolini: la 55enne politica e opinionista infatti ha avuto modo di tornare sullo scandalo legato alle baby squillo che ha visto coinvolto suo marito, Maurizio Floriani, successivamente condannato a un anno di reclusione e a una multa dopo aver patteggiato la pena per il reato di prostituzione minorile. Se per il consorte non c’è perdono, tanto che la Mussolini spiega che quella è una cosa che spetta al Papa, parole al miele sono rivolte invece al nonno Benito e, in relazione proprio al Ventennio fascista, la nipote del Duce rispolvera un aneddoto rispondendo a una domanda della giornalista che le aveva chiesto se il matrimonio celebrato a Predappio fosse una questione di famiglia: “Ho celebrato lì le nozze, come mia madre, e indossando anche il suo stesso vestito” ha ricordato al Mussolini che, tra l’altro, scelse di sposarsi proprio nel giorno in cui cadeva l’anniversario della marcia su Roma del nonno: “Non è stata affatto una casualità” ha spiegato, “è stato tutto voluto e pure fighissimo!”. (agg. di R. G. Flore)

MUSSOLINI, LE DOMANDE CHE FAREBBE AL NONNO

Alessandra Mussolini si lascia andare ad una lunga confessione ai microfoni di “Belve”, il programma condotto da Francesca Fagnani. Oltre ad aver parlato del marito (leggete in basso), Alessandra Mussolini ha parlato anche di politica. Durante l’intervista, la Fagnani le chiede: “Se dovesse tornare il Duce, secondo lei, gli italiani come reagirebbero?”. La risposta della Mussolini è stata: “Non so come reagirebbero gli Italiani a un suo ritorno. So cosa farei io. Avrei un sacco di domande da fargli perché vorrei sapere il suo rapporto con Claretta Petacci, se veramente era innamorato le sue idee. Vorrei sapere com’era lui in famiglia, soprattutto con papà romano che mi diceva che lui a Villa Torlonia andava a suonare sopra, in terrazza perché a nonno non piaceva la musica jazz. E invece poi lo tollerava. Poi sulla guerra il contatto con Hitler. Lo metterei sotto, gli farei un interrogatorio”, dice Alessandra Mussolini. Cliccate qui per vedere il video (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

FRANCESCA CHAOUQUI OSPITE CON ALESSANDRA MUSSOLINI

Pochi ricordano chi è Francesca Chaouqui, tutti sanno bene chi sia invece Alessandra Mussolini, quest’ultima più per le sue esternazioni condite anche di parolacce che per la sua carriera politica. La prima è uno dei famosi “corvi” coinvolti nello scandalo Vatileaks 2, ex membro della Commissione di studio e indirizzo sull’organizzazione delle strutture economiche e amministrative della Santa Sede, Insomma doveva mettere a posto i conti vaticani, ma rimase nota più come “bomba sexy” come la definirono in molti e lo scandalo trafugamento di documenti vaticani in cui fu coinvolta, condannata a dieci mesi dalla giustizia pontificia con la pena sospesa. Bene, le due “bombe” saranno ospiti domani sera 21 marzo in tv, durante il programma Belve condotto da Francesca Fagnani sul canale Nove. La Chaouqui si è difesa dalle accuse della conduttrici di frequentare ancora le camere vaticane: “C’è chi racconta che lei, che non dovrebbe neanche avvicinarsi alle mura vaticane, sia stata vista entrare e uscire di recente. Lei sta lavorando ancora con il Vaticano?” – chiede la giornalista. “Da quel mondo non si esce mai…”, afferma l’ex commissario pontificio. “Perché il coltello dalla parte del manico ce lo ha lei?”, chiede ancora la Fagnani.

MUSSSOLINI: “PERDONARE MIO MARITO? SI VIVE…”

“Non è una questione di coltello, è una questione di cuore”. La lobbista spiega anche che ha deciso di chiedere la grazia, “è il momento di chiedere scusa per il mio errore al Pontefice”. Alessandra Mussolini invece si deve difendere dalle accuse sul marito, che venne coinvolto in uno scandalo pedofilia, prostituzione di ragazzine minorenni: Perdonare mio marito? Ma che siamo matti? Si vive, non si perdona! Perdonare spetta al Papa, ai preti, alle suore, agli uomini no. Ma chi perdona! Vivi, comprendi e stai con una persona che è fondamentale, lo è stata e lo sarà, per i miei figli, per me, per la mia famiglia. Il perdono? Chi perdona veramente?” dice la Mussolini. A proposito di politica invece ironizza alla domanda che succederebbe se tornasse il Duce:  “Non lo so, io sarei curiosa, avrei un sacco di domande da fargli. Tipo? Con questa Claretta Petacci dimmi bene qual è stato il rapporto? Se veramente eri innamorato o questa ti ha stalkerizzato?”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori