Madonna di Medjugorje/ Messaggio 25 marzo 2018: “siate fieri di essere battezzati!”

- Silvana Palazzo

Madonna di Medjugorje, messaggio del 25 marzo 2018: “siate fieri di appartenere a Gesù, siate fieri del battesimo”. Appello della Santa Madre di Dio alla conversione, l’invito alla preghiera

medjugore_pixabay_2017
Santuario della Madonna di Medjugorje (Pixabay)
Pubblicità

È finalmente stato diffuso in tutto il mondo il nuovo messaggio della Madonna di Medjugorje a Marja Pavlovic, come ogni 25 del mese: si tratta di un messaggio breve rispetto agli ultimi precedenti, ma pur sempre denso di significato e di invito ad ogni fedele e pellegrino affezionato al mistero delle apparizioni nella cittadella bosniaca. La Madre di Dio invita alla preghiera e alla fede, questa volta caricando di senso e significato quel gesto da molti cristiani “snobbato” ma determinante per la crescita nella fede in Gesù. Il battesimo: «Cari figli! Vi invito a stare con me nella preghiera, in questo tempo di grazia, in cui le tenebre lottano contro la luce. Figlioli, pregate, confessatevi ed iniziate una vita nuova nella grazia. Decidetevi per Dio e Lui vi guiderà verso la santità e la croce sarà per voi segno di vittoria e di speranza. Siate fieri di essere battezzati e siate grati nel vostro cuore di far parte del piano di Dio. Grazie per aver risposto alla mia chiamata». Il testo integrale finisce qui, la possibilità di pregare e fare tesoro delle parole della Madonna invece inizia e riguarda ora ognuno di noi. (agg. di Niccolò Magnani)

Pubblicità

IL MESSAGGIO DEL 18 MARZO A MIRJANA

In attesa di avere la possibilità di pubblicare il nuovo messaggio della Madonna di Medjugorje, è interessante vedere cosa solo qualche giorno la Vergine Maria ha riferito nel suo messaggio annuale a Mirjana Dragicevic-Soldo (che vede in apparizione la Madonna ogni 2 del mese e una volta l’anno il 18 marzo). Parole come sempre riferite e invitanti alla preghiera per il Figlio suo amatissimo ma con un collegamento alle paure, le ansie e i timori che riempiono il nostro tempo. Uno sguardo materno che non lascia soli, riporta la stessa veggente nel messaggio pubblicato lo scorso 18 marzo: uno sguardo materno che è però anche un abbraccio dell’intero Cielo sugli uomini chiamati “Figli” e sui loro drammi che quotidianamente affliggono ognuno di noi. Ecco il messaggio integrale, in attesa di quello nuovo di oggi: «Cari figli! La mia vita terrena era semplice. Amavo e gioivo per le piccole cose. Amavo la vita, dono di Dio, anche se dolori e sofferenze trafiggevano il mio cuore. Figli miei avevo la forza della fede e una fiducia immensa nell’amore di Dio. Tutti coloro che hanno la forza della fede sono più forti. La fede ti fa vivere secondo il bene, e la luce dell’amore di Dio arriva allora sempre nel momento desiderato. Questa è la forza che sostiene nel dolore e nella sofferenza. Figli miei, pregate per avere la forza della fede, confidate nel Padre Celeste e non abbiate paura. Sappiate che nessuna creatura che appartiene a Dio andrà perduta ma vivrà in eterno. Ogni dolore ha la propria fine e comincia allora la vita nella libertà dove arrivano tutti i miei figli, dove tutto avrà una ricompensa. Figli miei, la vostra lotta è dura; sarà ancora più dura ma voi seguite il mio esempio. Pregate per avere la forza della fede, confidate nell’amore del Padre Celeste. Io sono con voi, mi manifesto a voi, io vi incoraggio. Con immenso amore materno accarezzo le vostre anime. Vi ringrazio». (agg. di Niccolò Magnani)

Pubblicità

“LA FEDE AIUTA NEL DOLORE”

Come ogni 25 del mese, si attende il nuovo messaggio della Madonna di Medjugorje che viene affidato alla veggente Marija Pavlovic. Non siamo in grado di fornirvi un orario riguardante la diffusione del messaggio, perché questo è legato al momento di apparizione e alla trasmissione dello stesso in questo speciale e particolare fenomeno. Brevi o lunghi che siano, i messaggi della madre di Gesù sono sempre intensi e ricchi di spunti di riflessione per i fedeli. Non manca mai l’invito alla conversione, anche il 25 febbraio scorso ha ribadito questa necessità: «Cari figli! In questo tempo di grazia vi invito tutti ad aprirvi e a vivere i comandamenti che Dio vi ha dato affinché, attraverso i sacramenti, vi guidino sulla via della conversione». Cominciava così il messaggio della Madonna di Medjugorje, che metteva in guardia i fedeli dalle tentazioni di questo mondo. Da qui la preghiera a concentrarsi sulle creature di Dio, ma soprattuto ad amarlo sopra ogni cosa, perché questa è la strada per la salvezza. «Amate Dio, figlioli, sopra ogni cosa e Lui vi guiderà sulla via della salvezza», aveva spiegato la Madonna di Medjugorje alla veggente bosniaca che ha poi trasmesso questo messaggio in tutto il mondo.

MESSAGGIO MADONNA MEDJUGORJE: “LA SPERANZA VI FA COMPRENDERE CHE C’E’ VITA”

In attesa di conoscere il messaggio della Madonna di Medjugorje del 25 marzo, riflettiamo sull’accorato appello alla condivisione e alla fede che ha fatto, attraverso le parole di Mirjana, il 2 marzo scorso. Il Signore ci sostiene nelle difficoltà con il suo amore proprio attraverso la Madre. «Figli miei il Padre Celeste vi ama, è per il suo amore che io sono qui con voi». La fede nel Padre Celeste rende tutto più facile: anche il dolore vissuto diventa più tenue. La Fede è la “medicina” per curare il dolore dell’anima, per non cadere nella disperazione, ma per arrivare a Dio. «Io come Madre sua ero con Lui nel dolore e nelle pene come sono con voi», ha assicurato la Madonna di Medjugorje, ribadendo il suo sostegno nella vita, nel dolore, nelle gioie, nelle pene e nell’amore. Per questo bisogna avere speranza. «La speranza vi fa comprendere che c’è vita». Un messaggio pieno di amore quello del 2 marzo scorso, che arriva dritto al cuore: «Apostoli del mio amore, quanto vi ama il mio materno cuore, quante cose vi desidero insegnare, quanto il mio cuore materno desidera che siate completi, ma lo potete essere solo quando in voi saranno unite, l’anima, il corpo e l’amore». Immancabile l’invito della Madonna di Medjugorje a pregare per la Chiesa e i pastori, affinché sia come la desidera suo Figlio, «pura come acqua di torrente e piena d’amore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori