San Casimiro/ Santo del giorno, il 4 marzo si celebra il principe polacco

- La Redazione

San Casimiro viene ricordato il 4 marzo. Il santo, figlio del re di Polonia, è venerato come santo patrono della Polonia e della Lituania.

croce2_pixabay_2017
Santo del giorno: San Lanfranco Beccari

San Casimiro, la storia

San Casimiro è celebrato il 4 marzo. Casimiro nasce a Cracovia il 3 ottobre del 1458 dai genitori Elisabetta d’Austria e Casimiro IV, re di Polonia. Subito il bimbo fu istruito da Filippo Buonaccorsi e da Dugloss, canonico e storiografo di Cracovia. Nonostante Casimiro, da principe, partecipasse alla vita di corte, egli vestiva dunque un semplice saio sotto il quale indossava un cilicio. Era un giovane di cuore e caritatevole, che si prodigava sempre per i poveri e gli ammalati, per gli anziani ed i pellegrini. Casimiro, che quotidianamente assisteva alla Santa Messa, era molto devoto alla Vergine Maria e in uno slancio di amore verso di Lei creò un inno che si impegnò a recitare ogni giorno fino alla sua morte e che desiderò avere con sé nella sua tomba. A soli 13 anni Casimiro venne scelto come prossimo re dagli ungheresi e suo padre lo inviò a capo di un esercito contro il re, Mattia Corvino. Ma venuto a conoscenza del disappunto di papa Sisto IV davanti sia alla deposizione del re che dell’incoronazione di un sovrano così giovane, Casimiro rinunciò alla carica e perseguì il proprio ideale di vita basato sull’umiltà e sulla povertà, servendosi della politica per aiutare i più bisognosi e assicurare giustizia.Nel 1481 Casimiro divenne reggente del regno dopo che il padre trasferì la propria residenza in Lituania. Durante i due anni di reggenza, Casimiro governò il suo paese respingendo i tentativi del padre di farlo sposare con la figlia di Federico II, affermando di essersi consacrato al Signore.

La morte 

Col passare del tempo però Casimiro risentì fisicamente degli impegni ma sopratutto delle penitenze e delle continue mortificazioni a cui si sottoponeva. Decise così di trasferirsi in Lituania dove però trovò la morte, a causa di una violenta tubercolosi, il 4 marzo del 1484 alla giovane età di 25 anni e fu sepolto nella cattedrale della capitale lituana, Vilnius. San Casimiro è patrono della Lituania e ogni anno, il 4 marzo, viene grandemente festeggiato, in particolare a Vilnius dove dal 3 al 5 marzo si svolge la Fiera di Kaziukas: un grande mercato viene installato nella città vecchia, da Piazza del Municipio alla strada Gedimino Gatve, con esposte merci quali composizioni floreali verba, ambra e lino, senza contare le tipiche leccornie lituane quali i biscotti muginukas e la bevanda kvass. La festa, che rappresenta anche la fine dell’inverno e l’ingresso della primavera, si conclude con una sfilata degli artigiani del paese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori