Festa della Mamma e del Papà 2018/ Quando sono? Le date in cui si celebrano i genitori

- Emanuela Longo

Festa della Mamma e del Papà: quando vengono celebrate le due figure genitoriali, le origini e le tradizioni nel mondo. Dopo la festa della Donna, le prossime date.

festadellamamma_01_pixabay
Festa della mamma

Con la giornata dell’8 marzo in cui si celebra la donna, si apre ufficialmente la scia di feste dedicate alle figure a noi care, quelle della mamma e del papà. Si tratta di due ricorrenze civili molto sentite nel nostro Paese e che ricorreranno nelle prossime settimane. La prossima sarà tra pochi giorni ed esattamente il 19 marzo, quando giungerà l’occasione per dedicare un pensiero al papà, nella giornata a lui dedicata. E così, dopo le celebrazioni dedicate alle donne, con tutti i cortei di protesta contro la violenza di genere, sarà tempo di dare spazio anche alla figura maschile, quella del padre, spesso sottovalutata ma che invece ricopre un ruolo fondamentale nella nostra società. Lunedì 19 marzo, dunque, non solo i bambini ma anche gli adulti potranno dedicare un pensiero carico d’affetto per dimostrare la stima e la propria riconoscenza nei confronti del genitore. La ricorrenza cade esattamente nella medesima giornata in cui si festeggia San Giuseppe, padre putativo di Gesù, sebbene la sua data non coincida nel resto del mondo. Se nei paesi di tradizione cattolica resta fissa ogni anno nella data del 19 marzo, in altri Paesi, come Francia, Regno Unito e Stati Uniti, tale ricorrenza viene celebrata la terza domenica di giugno. Tradizione vuole che in questa giornata sia destinato al proprio genitore un regalo, anche se spesso vale molto di più un pensiero, magari scritto su un bigliettino e nel quale è contenuto tutto ciò che il nostro cuore ci induce a scrivere. Questa ricorrenza affonda le sue radici nel passato e in particolare il 5 luglio 1908 sarebbe stata la sua prima volta a Fairmont. Fu però la signora Sonora Smart Dodd ad aver reso ufficiale i festeggiamenti, ignara delle celebrazioni a Fairmont ma ispirata dal sermone ascoltato in chiesa durante la festa della mamma del 1909. Fu così che il 19 giugno dell’anno seguente decise di festeggiare per la prima volta la festa del papà a Spokane. Il mese faceva riferimento a quello in cui il padre della signora Dodd, un veterano di guerra, festeggiava il compleanno.

DALLA FESTA DEL PAPÀ A QUELLA DELLA MAMMA: LE ORIGINI

Per la festa della mamma, altra ricorrenza molto sentita, occorrerà invece attendere il prossimo 13 maggio. A differenza di quella del papà, questa ricorrenza non ha un giorno fisso ogni anno, poichè in Italia (ma anche negli Stati Uniti, in Giappone, in Australia ed in altri Paesi) viene celebrata nella seconda domenica di maggio. Questo rappresenta un giorno di festa in onore del genitore femminile e in generale della maternità e dell’importanza che il ruolo della madre ha assunto a livello sociale. Tuttavia, nei paesi baltici questa festa ricorre esattamente nella giornata di oggi 8 marzo, dedicata al tempo stesso alla festa della donna. Le date e le origini di tale festività civile sono differenti a seconda del Paese, ma restando in Italia, la Giornata nazionale della Madre e del Fanciullo fu celebrata per la prima volta il 24 dicembre 1933, giorno in cui furono premiate le madri più prolifiche del nostro Paese. La data non fu casuale ma venne scelta in prossimità del Santo Natale. La festa della mamma come invece la si intende oggi è nata più di recente, negli anni ’50 con due differenti accezioni, una di natura commerciale e l’altra religiosa. Ad ogni modo divenne una ricorrenza celebrata fino agli anni 2000 nella giornata dell’8 maggio, prima di cambiare giorno nell’ultimo ventennio, restando nella seconda domenica del mese di maggio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori