Terremoto oggi a Catania/ Ingv ultime scosse: Sicilia, sisma M 3.3 a Ragalna (8 marzo 2018)

- Silvana Palazzo

Terremoto oggi 8 marzo 2018 a Catania, Ingv ultime scosse: in Sicilia sisma di magnitudo 3.3 a Ragalna. Gli aggiornamenti in tempo reale sull’attività sismica con dati e notizie

terremoto_4_amatrice_zonarossa_lapresse_2017
Amatrice (LaPresse)

Tre scosse di terremoto nel giro di pochi minuti sono state registrate in Sicilia, nella zona di Catania. Quella più forte registrata finora dalla Sala Sismica di Catania Ingv-Oe è avvenuta alle 9.50 di oggi, giovedì 8 marzo 2018, ed è stata di magnitudo M 3.3 sulla scala Richter. Il sisma è avvenuto a 7 chilometri da Ragalna, ma l’epicentro del terremoto è stato individuato con precisione dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Le coordinate geografiche sono: latitudine 37.69, longitudine 14.94 e ipocentro attestato ad una profondità di 0 chilometri. La lista dei Comuni che si trovano entro i 20 chilometri dall’epicentro del terremoto comprende le seguenti città: Biancavilla, Santa Maria di Licodia, Adrano, Belpasso, Nicolosi, Paternò, Pedara, Bronte, Zafferana Etnea, Camporotondo Etneo, Trecastagni, San Pietro Clarenza, Milo, Maletto, Viagrande, Mascalucia, Tremestieri Etneo, Santa Venerina, Gravina di Catania, Aci Bonaccorsi, San Giovanni la Punta, Centuripe (EN), Aci Sant’Antonio, Sant’Agata li Battiati e Misterbianco.

SICILIA, ONDATA SISMICA IN PROVINCIA DI CATANIA

La prima delle tre scosse di terremoto con magnitudo al di sopra del M 2.8 sulla scala Richter avvenute in provincia di Catania è stata registrata alle 9.49 di oggi, giovedì 8 marzo 2018. Anche in questo caso il sisma è avvenuto vicino a Ragalna, un piccolo comune siciliano di 3.649 abitanti. L’epicentro del sisma ha le stesse coordinate geografiche di quello sopracitato, mentre l’ipocentro è diverso: in questo caso è di un chilometro. La lista dei Comuni entro i 20 chilometri dall’epicentro del sisma non può che essere uguale, visto che il terremoto è avvenuto nella stessa zona. E così per il terremoto di magnitudo M 2.5 sulla scala Richter. Tre scosse avvenute nel giro di sei minuti che sono state subito segnalate dalla Sala Sismica dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), sempre attento nel monitoraggio dell’attività sismica in Italia e all’estero.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori