MASSA, TRAVOLGE GRUPPO DI ANZIANI: DUE MORTI/ Incidente stradale: conducente positivo a test antidroga

- Dario D'Angelo

Incidente stradale, oggi 10 aprile 2018: sulla A33 Asti-Cuneo si è verificato un grave sinistro questa mattina. Massa Carrara, furgone travolge anziani che stavano andando in gita: due morti

incidente_stradale_1_pixabay_2017
Immagini di repertorio (foto da Pixabay)

Due morti e tre persone gravemente ferite: questo il bilancio aggiornato dell’incidente stradale avvenuto a Massa Carrara. Un furgone bianco, con la scritta trasporto di medicinali, ha cominciato a sbandare, poi una frenata disperata ma non sufficiente per evitare di travolgere gli anziani che stavano attraversando la strada. Stando a quanto riportato dal Corriere della Sera, il conducente del furgone, sotto choc, pare abbia continuato la corsa per alcuni metri, nonostante fosse ferito, poi si è fermato cercando di prestare i primi soccorsi. Lo spettacolo è stato agghiacciante per i primi soccorritori, uno dei quali ha accusato un malore ed è stato trasportato in ospedale. Il conducente del furgone, un 31enne di Massa che ha raccontato di non aver visto gli anziani, è stato sottoposto ad analisi sull’eventuale presenza di droga o alcol nel sangue. Indiscrezioni riportate dal quotidiano parlano di un primo test positivo e di controanalisi in corso. Intanto il conducente è stato arrestato per omicidio stradale. (agg. di Silvana Palazzo)

MASSA, TRAVOLGE ANZIANI CHE STAVANO ANDANDO IN GITA: 2 MORTI

Un gruppo di anziani che stava aspettando un pullman sulla statale Aurelia alla periferia di Massa Carrara è stato travolto da un furgone. L’incidente stradale ha provocato vittime: sono due le persone uccise, una donna di 74 anni e un 81enne, mentre sono tre i feriti. Anche il conducente del furgone, pare un giovane, è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Versilia, ma la sue condizioni non sarebbero gravi. Avrebbe infatti riportato trauma cranico e un forte stato di shock. Sul posto sono intervenuti la polizia stradale e i carabinieri. Stando a quanto riportato da Tgcom24, da una prima ricostruzione è emerso che le persone investite, tutti pensionati, stavano attraversando la strada per raggiungere il pullman che doveva portarli in gita a Praga. La donna di 74 anni, residente a Empoli, è morta sul colpo. Era arriva a Massa lunedì sera per partire stamani per Praga. L’81enne, originario del posto, è invece deceduto al pronto soccorso dell’ospedale, dove era arrivato in gravi condizioni. (agg. di Silvana Palazzo)

A33, GRAVE IMPATTO A CASTAGNITO: FORSE UNA VITTIMA

Arrivano ancora notizie frammentarie e il quadro della situazione non è chiaro ma un incidente stradale di gravi proporzioni sembra essersi verificato oggi, martedì 10 aprile 2018, sull’autostrada A33 Asti-Cuneo. Non è ancora chiara la dinamica di quanto accaduto, né sono noti i soggetti coinvolti nel sinistro ma, come riportato dal portale atnews, sulla carreggiata all’altezza del comune di Castagnito in questi minuti si è radunato un alto assembramento di soccorritori: da squadre di vigili del fuoco fino ad ambulanze e pattuglie delle forze dell’ordine. Quel che più è grave è che, da quanto filtra a pochi minuti dall’incidente, potrebbe esserci scappato un morto, di cui ovviamente non siamo ancora in grado di fornirvi le generalità. Seguiranno aggiornamenti nel corso della giornata. 

INCIDENTE A MODICA

Il racconto quotidiano degli incidenti stradali verificatisi nella giornata di oggi, martedì 10 aprile 2018, prosegue con quanto avvenuto nella notte in Sicilia, e per la precisione a Modica Alta, in provincia di Ragusa. Come riportato da Ragusa Oggi, infatti, intorno alle 21 di ieri si è verificato uno scontro sul Viadotto che conduce a Modica, per fortuna senza particolari conseguenzi per i soggetti coinvolti. Protagonisti dell’impatto sono state addirittura tre autovetture: una Fiat Punto, una Fiat 500 e una Bmw serie 1 che hanno finito per scontrarsi proprio sul tratto di cui sopra. Tanto spavento per i conducenti dopo un incidente che avrebbe potuto avere conseguenze veramente molto gravi. Alcuni di loro, in via precauzionale e in evidente stato di shock sono stati trasportati in ospedale. I controlli ai quali sono stati sottoposti dopo i primi soccorsi hanno escluso ferite gravi per tutti i soggetti coinvolti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori