Euroflora Genova 2018/ Anche i fiori dell’amore nei parchi di Nervi

Euroflora 2018 a Genova dal 21 aprile al 6 maggio. Grande attesa per l’evento, sabato l’inaugurazione con una sfilata nel centro della città con gli sbandieratori della Limes Vitae.

euroflora_2018
Apre oggi Euroflora 2018

Ancora due giorni poi aprirà finalmente i battenti Euroflora 2018. Nei parchi di Nervi, alle porte di Genova, si terrà l’esposizione internazionale di fiori e piante. Un evento che ha già venduto 110mila biglietti, e che si preannuncia davvero irripetibile. Tantissime le composizioni floreali presenti nel capoluogo ligure, fra cui, come sottolineato dai colleghi dell’agenzia Ansa, anche i “fiori dell’amore”. Ci sarà infatti un’isola realizzata dal Gruppo Giardini Botanici d’Italia, in cui verranno presentati quei fiori che nei secoli di storia dell’antologia, hanno parlato dell’amore, ma anche della seduzione e del corteggiamento. L’Orto Botanico di Pavia, invece, presenterà una particolare varietà di tè, la Camellia sinensis f. ticinensis, che è capace di resistere al freddo inverno della Pianura Padana. Nell’Orto Botanico di Palermo, invece, faranno la loro presenza l’Abete dei Nebrodi, e soprattutto la Zelkova siciliana, una specie che è comparsa per la prima volta nel 1992, e di cui si conoscono solo 250 esemplari. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ALCUNE INDICAZIONI

Grande rumore attorno a Euroflora 2018 che a Genova ha smosso un’intera città se non proprio tutta la Regione. C’è grandissima attesa poi per la festa di inaugurazione che si terrà sabato prossimo. Un corteo di sbandieratori della Limes Vitae dalle 17.00 di dopo domani partirà da Piazza San Lorenzo per raggiungere in un’ora e mezza Palazzo Tursi. Ci saranno volti noti del settore a sfilare e la collaborazione delle attività economiche posizionate tra le vie del centro, che si presteranno a questo evento. Sarà solo il primo di tanti eventi organizzati con grandissima attenzione e con la presenza anche di personaggi dello spettacolo coinvolti in questa manifestazione. Euroflora 2018 sarà quindi un vero e proprio festival dello spettacolo e non solo la fiera del fiore e delle piante. Sempre sabato sarà il momento, nelle sale di Palazzo Tursi, di una splendida sfilata di abiti storici a tema ovviamente floreale. Intanto sui social network cresce l’attesa e c’è chi ha ripescato anche le edizioni passate, postando foto per far capire la portata di questa splendida manifestazione. (agg. di Matteo Fantozzi)

I PEPERONCINI DI GIUSEPPE CARTA

Mancano poco meno di 48 ore all’apertura di Euroflora, in programma a Genova dal 21 aprile al 6 maggio, per la prima volta nei Parchi e nei Musei di Nervi. Mentre le Raccolte Frugone, la Gam e la Wolsfoniana chiudono al pubblico per iniziare gli allestimenti, artisti di livello internazionale arrivano ai parchi di Nervi per montare le loro installazioni. Ieri a Genova è arrivato l’artista Giuseppe Carta, che ha realizzato un’opera con venti peperoncini rossi giganti in bronzo e resina policroma. Cinque anche al Porto Antico. “Il peperoncino racconta il cammino dell’uomo verso qualche cosa di strano, di quasi surreale in tutto il mondo, accademie ed esperti, cercano di trovare il “peperoncino perfetto”, quello ultra piccante, ma allo stesso tempo gustoso. È uno dei simboli della terra. Il prato dei parchi sembra far loro spazio senza difficoltà, accondiscendente, quasi soddisfatto e partecipe di questa trascinante germinazione”, ha spiegato l’artista, come riporta Il Secolo XIX. Per Carta questa edizione di Euroflora ha qualche cosa di speciale: “Non solo per l’ambientazione, ma anche per la forte componente spettacolare che la caratterizza”. In giornata dovrebbe arrivare Beth Vermeer che preparerà un’installazione poetica davanti alla Gam, mentre domani è previsto l’arrivo dell’artista bretone Alain Micquiaux, famoso per i suoi aquiloni a forma di papavero. (agg. Elisa Porcelluzzi)

COME RAGGIUNGERE EUROFLORA 2018

Un vero e proprio boom, almeno nelle vendite dei biglietti, quello che finora ha registrato l’evento Euroflora 2018 che si terrà a Genova dal prossimo 21 aprile. Per ragioni di sicurezza, spiega l’Ansa, alla manifestazione potranno aderire 20mila visitatori al giorno. L’evento torna dopo 7 anni, ovvero da quando nel 2011 fu organizzato negli spazi della Fiera. Sono in tutto 250 gli espositori tra florovivaisti, paesaggisti, maestri fioristi e decoratori floreali, per un totale di 90 aree espositive a giardino, 17 esempi di guardino, 5 chilometri di percorso il tutto per un totale di 86 mila metri quadrati di superficie. Sei i Paesi rappresentati, ovvero Taiwan, Cina, Francia, Spagna, Usa e Italia. Interessante l’ampia copertura che Trenitalia riserverà all’evento genovese. Come spiega Il Secolo XIX infatti, saranno oltre 110 i treni regionali che ogni giorno serviranno la tratta di Genova Nervi, con un incremento di 30 collegamenti nella giornata di sabato e 52 nei festivi, per un totale di oltre 60 mila posti al giorno. Il biglietto di Euroflora potrà essere acquistato attraverso i canali di vendita ufficiali e prevede il viaggio di andata e ritorno sui treni regionali per la tratta urbana Genova Voltri – Genova Nervi. previste inoltre interessanti promozioni per bambini fino a 8 anni, il cui ingresso, se accompagnati da adulti, sarà gratuito, così come per gruppi di almeno 25 persone. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

110 MILA BIGLIETTI GIÀ VENDUTI

Farà il suo esordio sabato 21 aprile Euroflora, l’esposizione internazionale di fiori e piante in quel dei Parchi di Nervi (prima volta in questa splendida location), in provincia di Genova. Una kermesse che è già un successo, visto che i tagliandi venduti sono ben 110 mila. Una fiera che si preannuncia memorabile, tenendo conto che saranno 250 gli espositori fra florovivaisti, paesaggisti, maestri fioristi e decoratori floreali. 90 invece le aree espositive a giardino, e 5 km di percorsi, il tutto distribuito su ben 86mila metri quadrati di superficie. Presenti i fiori italiani, ma anche cinesi, francesi, spagnoli, statunitensi e infine di Taiwan. Il sindaco di Genova, Marco Bucci, ha spiegato: «I costi per organizzare l’evento – si legge su IlSecoloXIX sono stati meno di 4 milioni, abbiamo raccolto quasi un milione dagli sponsor, il punto di pareggio lo raggiungeremo con 180 mila biglietti».

IL COMMENTO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE

Così invece il presidente della Regione, Giovanni Toti: «Torna una grande manifestazione che darà lustro a Genova, è un risultato del centrodestra che governa in Regione e in Comune. È stata una grande scommessa del sindaco Bucci, qualcuno ha storto il naso, invece ci siamo e il successo sarà strepitoso». Per motivi legati alla sicurezza, ogni giorno non potranno entrare più di 20 mila persone, e all’evento si potrà arrivare solamente tramite i mezzi pubblici, di modo da evitare che il traffico cittadino, già a livelli caotici nella normalità, manda in tilt il capoluogo ligure. Euroflora torna a Genova sette anni dopo il 2011, quando fu organizzato negli spazi della Fiera: «Ai genovesi dico che non possono mancare di visitare la bellezza di Euroflora – ha concluso il primo cittadino – che è a casa loro, a chi viene da fuori Genova dico di venire a vedere una cosa unica in Europa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori