Porto Torres, uomo accoltella carabiniere e si barrica a casa/ Ultime notizie Sardegna: “picchiava la madre”

- Niccolò Magnani

Sardegna, Porto Torres: uomo accoltella un carabiniere e si barrica in casa. Ultime notizie, stava picchiando la madre: ferito il fratello di un militare ucciso nel 1995 a Sassari

carabinieri_lapresse_2018
Guidonia, sparatoria durante rapina: grave 63enne (LaPresse)

Dramma ancora in corso a Porto Torres (Sassari), nella zona nord della Sardegna dove un uomo che stava forse picchiando la madre in casa è stato raggiunto dai Carabinieri avvertiti dai vicini: quando però la pattuglia è giunta nel suo appartamento, l’uomo letteralmente in escandescenza ha accoltellato all’addome uno dei due carabinieri e poi si è barricato in casa probabilmente ancora con la madre al proprio interno. Ne dà notizia l’Ansa e la Nuova Sardegna, con la situazione ancora grave proprio per la presenza asserragliato nel suo appartamento di Via del Mirto dell’aggressore ancora senza un’identità rivelata dalle autorità. Il carabiniere è stato trasportato subito in ospedale a Sassari con una grave ferita all’addome ma anche in questo caso le notizie che giungono dalla Sardegna sono confuse circa le reali condizioni del militare ferito. Intanto sono giunte altre pattuglie dell’Arma che hanno circondato la casa nel quartiere di “Serra Li Pozzi” e stanno cercando di convincere l’accoltellatore alla resa senza compiere altri gravi danni e reati.

IL CARABINIERE E IL DESTINO TRAGICO

Quanto riporta la Nuova Sardegna, a corredo delle notizie sull’uomo barricato in casa a Porto Torres, riguarda il destino tragico che accompagna questo carabinieri ferito questa mattina: si tratta di Roberto Frau, 55 anni, ed è il fratello di Walter Frau noto in Sardegna per esser stato anche lui un carabiniere ucciso insieme al collega Ciriaco Carru nel lontano agosto del 1995. Come spiegano i colleghi del quotidiano sardo, in quell’occasione la pattuglia aveva intercettato cinque banditi che stavano per sferrare un attacco a due furgoni blindati portavalori. Tentarono di fermarli ma rimasero uccisi in un conflitto a fuoco, assieme ad uno dei malviventi: rimase tristemente nota quella strage a Chilivani (Sassari) e ora, 23 anni dopo, il fratello rimane ferito in un altro intervento in piena flagranza di reato, anche se per fortuna le sue condizioni dovrebbero essere migliori rispetto alla tragica sorte capitata in dote al fratello tanti anni prima.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori