ULTIME NOTIZIE/ Di oggi, ultim’ora: Salvini, impossibile governo M5s-Pd (28 aprile)

- Fabio Belli

Ultime notizie 28 aprile: Salvini boccia l’asse M5s-Pd. Altri 350 feriti a Gaza, Amnesty chiede embargo per Israele. Serie A, oggi in scena l’attesissimo Derby d’Italia tra Inter e Juventus

striscia_gaza_israele_palestina_scontri_lapresse_2018
Ancora scontri s Gaza (foto LaPresse)

Sono meno di zero le possibilità per il leader della Lega che il MoVimento 5 Stelle e il Partito Democratico riescano a dare vita a un governo. Salvini impegnato in uno degli ultimi tour elettorali in Friuli, rinnova il suo impegno di non lasciare solo Silvio Berlusconi e arringa i suoi sostenitori su un eventuale voto entro l’estate prossima. In tale contesto durissima Giorgia Meloni leader di Fratelli d’Italia di fatto la terza gamba dell’alleanza di centro-destra, per la donna un eventuale governo presieduto Da Luigi Di Maio con l’appoggio esterno del Partito Democratico, o di una parte di esso, sarebbe un tradimento della volontà popolare.

Scontri a Gaza, Amnesty: “Embargo per Israele”

Quinto venerdì consecutivo di proteste sulla Striscia di Gaza per le commemorazioni palestinesi relative alla “Marcia del Ritorno”, e si sono fatti registrare altri 350 feriti palestinesi. La situazione umanitaria è ormai grave, tanto che Amnesty International ha chiesto alla comunità internazionale un possibile embargo per Israele per quanto concerne le armi, per costringere a una risoluzione pacifica della crisi.

Vertice di pace tra le due Coree

Un improvviso quanto inaspettato vertice tra Kim Jong un e Moon Jae-in, presidenti delle due Coree ha fatto ieri svegliare il mondo con la tranquillità di una futura pace, in uno dei luoghi più ostili di tutto il pianeta, quello del Sud est asiatico. I due presidenti si sono incontrati alle ore 2:30 italiane, in un paesino al confine tra i due paesi, grandi strette di mano ad uso dei fotografi ma anche l’impegno di firmare entro la fine del 2018 un trattato di pace, che pone fine alle ostilità che durano ben 65 anni. Per quanto al di fuori del trattato preso l’impegno di una denuclearizzazione a breve termine, cosa questa che in un luogo ad alto rischio come quello della penisola asiatica è un ottimo passo avanti per l’umanità.

Deciso il nome del Royal Baby

Si chiamerà Louis Arthur Charles Il piccolo Royal Baby nato dall’unione tra il principe William e Kate. Il nome è stato reso noto grazie a un comunicato stampa diramato ai giornalisti direttamente da Kensington Palace. Il bambino sarà conosciuto come sua altezza reale principe Louis di Cambridge. Il Royal Baby come’e’ affettuosamente chiamato dei sudditi e il quinto nella linea ereditaria del trono, nato 5 giorni fa Louis è già stato trasferito nell’appartamento reale. Il nome è stato comunicato prima alla regina e successivamente davanti a Buckingham Palace, da un banditore che indossava abiti tradizionali inglesi, tutto questo in ossequio ad una tradizione centenaria.

Sarà sospesa la vendita di alcolici per Roma – Liverpool

Si va verso una delle partite più controllate della storia, questa probabilmente sarà Roma – Liverpool semifinale di Champions. Da quello che si apprende il prefetto è orientato a vietare la vendita di alcolici in tutto il territorio comunale per 3 giorni, questo per impedire ai tifosi di presentarsi fuori dai cancelli in stato di ebbrezza. Intanto non migliorano le condizioni del tifoso inglese coinvolto in una rissa nella partita di andata, Sean Cox permane ancora in coma, mentre i due tifosi italiani arrestati sono stati trasferiti in una cella di massima sicurezza, allo scopo di non subire ritorsioni. Imponente sarà lo schieramento di polizia con circa tremila agenti a vigilare sulla manifestazione sportiva. Attesi in Italia oltre cinquemila sostenitori dei Reds.

Derby d’Italia cruciale

Fino a qualche settimana fa, nulla avrebbe portato a pensare che il match tra Juve ed Inter di stasera avrebbe costituito un crocevia fondamentale per questo campionato di serie A. Un incasso da record, circa cinque milioni di euro, insieme ad un pubblico degno delle grandi occasioni, con una quota che sfiorerà i 78.000 paganti. Questo, insieme a tanto altro, farà da cornice ad un match che definire importante è poco. Molteplici sono le motivazioni che spingeranno le due compagini a dare il meglio di sé, con una sfida nella sfida tra centravanti prolifici che vedrà contrapporsi i due bomber argentini: Mauro Icardi e Gonzalo Higuain. In ballo non c’è soltanto la gloria vi una vittoria, ma una convocazione al mondiale russo ancora tutta da guadagnare. Staremo a vedere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori