Luisa Zappini, alle Hawaii in permesso con la legge 104/ Provincia di Trento, il legale:”Non voleva truffare”

- Fabio Belli

Alle Hawaii in permesso con la 104, arrestata Luisa Zappini. Dirigente della Provincia di Trento, invece che a curare un parente era in vacanza a New York, Honolulu, Parigi e alle Maldive

luisa_zappini_facebook_2018
Luisa Zappini

Luisa Zappini nella bufera: la dirigente della Provincia di Trento è chiamata a rispondere di truffa aggravata e peculato per aver usufruito di permessi relativi alla legge 104 trascorrendo invece vacanze alle Hawaii o in altre località turistiche come New York. Dal suo punto di vista la Zappini per il momento ha preferito far parlare il suo avvocato, il legale Nicola Stolfi, che pur ammettendo alcune irregolarità si è limitato a parlare di leggerezze da parte della sua assistita, ribadendo che “non era sua intenzione truffare”. In ogni caso le ripercussioni dopo la scoperta della presunta truffa ordita dalla Zappini non stanno tardando ad arrivare. Non solo dal punto di vista giuridico, ma anche lavorativo. La Provincia di Trento, come riportato da Il Messaggero, l’ha infatti sospesa dal lavoro e le ha dimezzato lo stipendio. (agg. di Dario D’Angelo)

LUISA ZAPPINI AI DOMICILIARI

Alle Hawaii con un permesso per la legge 104, necessario per assistere un parente malato. Era stata questa secondo quanto riportato dall’Ansa, la motivazione che aveva portato Luisa Zappini, dirigente della Provincia di Trento, ad assentarsi dal lavoro per i giorni concordati, sfruttati invece per vacanze ai quattro angoli del mondo: New York, Honolulu, Parigi e alle Maldive. Per questi motivi la Zappini è stata posta al regime degli arresti domiciliari, accusata nella fattispecie di truffa aggravata e peculato, reati per i quali risultano da un’inchiesta della procura rispettivamente 28 e 22 violazioni, 50 in totale. Ovvero 50 richieste di assenza per assistenza per motivi di salute ad un familiare, diritto garantito dalla legge 104, ma che venivano poi sfruttare per vacanze e viaggi.

CAPODANNO ALLE HAWAII

Non sono mancate anche manifestazioni di solidarietà verso Luisa Zappini, con Nicola Stolfi, avvocato di una donna, che ha parlato di episodio che si è verificato a causa di “errori formali”. Il caso sarebbe venuto alla luce a causa di un controllo relativo al post-Capodanno di 4 anni fa: il 2 e 3 gennaio 2014 la dirigente della Provincia di Trento sarebbe risultata presente al lavoro mentre era in realtà vacanza alle Isole Hawaii. Era stata poi presentata un’interrogazione del consigliere Provinciale Filippo Degasperi del Movimento 5 Stelle, segnalazione dalla quale l’indagine è partita. Alla Zappini viene anche contestato un viaggio a Parigi, effettuato sempre mentre si trovata in permesso per la 104.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori