Roma, rubato un compattatore Ama/ Allarme terrorismo e sicurezza: il mezzo può entrare in Ztl e aree chiuse

- Niccolò Magnani

Roma, allarme sicurezza e terrorismo: rubato un compattatore dell’Ama, aveva permesso per entrare in Ztl e aree chiuse dalle forze dell’ordine. Si cerca il camion in tutta la Capitale

camion_ama_rifiuti_roma_capitale_compattatore_lapresse_2018
Lapresse

Scatta allarme terrorismo e sicurezza a Roma, questa volta per colpa di un camion dei rifiuti: non è una fake news, ma è quanto avvenuto nelle ultime ore nella capitale dopo la denuncia dell’Ama del furto di uno dei compattatori dell’azienda che cura la raccolta rifiuti a Roma. È stato rubato, pare, nella notte da una zona centralissima del centro città vicino a Piazza San Giovanni dove è in corso oggi il Concertone del Primo Maggio. Il furto è avvenuto nel quadrante delle Terme di Caracalla e si sono subito attivate tutte le misure di sicurezza antiterrorismo, riporta Repubblica: il motivo di tutta questa allerta è presto che spiegato, dal momento in cui quel mezzo come tutti gli altri compattatori di Ama, sono in possesso del permesso per poter entrare in tutte le Ztl e le aree chiuse anche nei giorni di grandi eventi lungo la Capitale, proprio come il Concertone, gli eventi in Vaticano o la stessa partita di Champions League di domani tra Roma e Liverpool. Nel giro di poche ore il Campidoglio ha allertato subito militari, carabinieri e ogni tipo di forza dell’ordine per allertare della pericolosità di un mezzo del genere sottratto alla pubblica amministrazione. Il permesso di quel compattatore Ama può infatti superare le aree anche presidiate dalle Forze dell’Ordine, il che potete immaginare in un momento di estremo timore per attentati in tutta Europa non è esattamente una buonissima notizia.

ERA PARCHEGGIATO IN CENTRO

Il furgoncino dell’Ama è stato rubato questa notte da un parcheggio all’esterno della sede aziendale al centro di Roma, in Campo Boario: sono in corso ancora le ricerche in tutta l’area urbana della Capitale e la priorità è trovarlo al più presto per evitare possibili disagi durante i prossimi grandi eventi previsti nella città eterna. Ad esempio, domani andrà in scena uno dei momenti di massima tensione di questi ultimi mesi romani, con l ritorno della semifinale di Champions League dopo che all’andata a Liverpool i tifosi della Roma aggredirono alcuni tifosi in maniera completamente “gratuita”. Si temono ripercussioni e vendette da parte dei tifosi inglesi e per questo la polizia è da giorni che ha messo a punto un piano speciale per la giornata di domani, simile a quello previsto per il mega Concertone in Piazza San Giovanni. Le misure anti-terrorismo sono state tutte prese e studiate ma questo non toglie che ogni singolo dettaglio deve essere curato e guardato senza abbassare la guardia, visto il timore alto di obiettivi sensibili e colpibili dal terrorismo intenzionale contro la capitale d’Italia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori