Sant’Ignazio da Laconi/ Santo del giorno, l’11 maggio si celebra il patrono della provincia di Oristano

- La Redazione

L’11 maggio si celebra Sant’Ignazio da Laconi, frate cappuccino. Il suo corpo è conservato nella Chiesa di Sant’Ignazio a Cagliari. È patrono della provincia di Oristano.

croce_gesu_pixabay_2017
Santo del giorno: Sant'Aureliano

Sant’Ignazio da Laconi, la storia

Nella giornata dell’11 maggio il mondo cristiano ricorda e celebra Sant’Ignazio da Laconi. Stando alle fonti storiche giunte fino a noi, questa importante figura della storia del cristianesimo nacque il 17 dicembre del 1701 a Laconi, mentre la sua vita terrena giunse al termine a Cagliari, l’11 maggio del 1781. Il motivo principale per cui è stato riconosciuto come santo è da ricercare nel fatto che la sua vita fu segnata dalla volontà di vivere in modo umile e pensando ad aiutare gli altri. Inoltre gli sono stati attribuiti diversi miracoli, come ad esempio quello di aver ridato l’uso della gambe a una donna che era rimasta paralizzata. Attualmente i resti mortali di questa importante figura della storia del cristianesimo si trovano a Cagliari, precisamente nella Chiesa dei Cappuccini. Riguardo alla sua vita si può dire che Sant’Ignazio da Laconi nacque in una realtà umile, ma comunque dignitosa. Fin da giovanissimo venne educato secondo i precetti cristiani. Quando aveva compiuto da poco 22 anni cominciò a sentire fortemente la necessità di intraprendere la vita ecclesiastica e quindi si recò a Cagliari, dove chiese di poter iniziare il noviziato presso il convento dei Cappuccini che si trovava nei pressi della Chiesa di San Benedetto. Successivamente si fece frate ed il resto della sua vita fu dedicato ad una vita morigerata e nel corso della quale si prodigò sempre per gli altri. Inoltre cambiò spesso città in cui viveva e questo lo rese molto amato non soltanto a Cagliari, dove trascorse molto tempo, ma in generale in tutto il territorio della Sardegna, tanto è vero che oggi viene ricordato in diverse realtà sarde nella giornata in cui la Chiesa Cattolica ed il mondo cristiano lo celebrano.A riprova di come nell’epoca in cui visse fu molto noto in tutta la Sardegna, basta pensare al fatto che da tutta l’isola vi erano persone che andavano a Cagliari sperando di incontrarlo e ottenere un miracolo. 

Il culto

Sant’Ignazio da Laconi è venerato in tutta la Sardegna. Tra le tante città che lo celebrano vi è ovviamente anche Laconi: qui si trovano due luoghi molto interessanti, ovvero la dimora dove visse con i propri familiari fino a quando decise di intraprendere la strada ecclesiastica e la chiesa dove avvenne il suo battesimo. Il corpo del Santo è stato conservato dentro una teca di vetro ed è tuttora esposto nella Chiesa di Sant’Ignazio a Cagliari. Nella giornata dell’11 maggio non viene celebrata solo questa importante figura. Sono infatti diversi i santi e i beati che la Chiesa Cattolica ricorda. Per quanto riguarda le figure assunte a santi si possono ricordare San Maiulo e Santa Stella. Tra coloro che invece al momento sono beati si possono citare due nomi in particolare, ovvero Giovanni Rochester e Gregorio Celli.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori