Condannato per abusi sulla figlia di 2 anni: colpevole o innocente?/ Video, Le Iene: verso revisione processo

- Emanuela Longo

Condannato per abusi sulla figlia di 2 anni: colpevole o innocente? Un padre ancora in fuga a caccia della verità si racconta ancora una volta a Le Iene nel servizio di Matteo Viviani.

padre_pedofilo_vittima_iene
Condannato per abusi sulla figlia di 2 anni

Nella puntata di oggi de Le Iene Show, Matteo Viviani si occuperà di un caso del quale già ne aveva ampiamente parlato poco più di un anno fa. E’ la storia di un padre, Andrea, condannato in via definitiva per abusi sessuali sulla figlia di appena due anni. Oggi, l’ultima sua speranza è quella di poter contare sulla revisione del processo. La condanna in Cassazione è giunta il 7 dicembre 2016 dopo che la figlioletta lo accusò di una cosa orribile, ovvero di aver abusato di lei. La condanna a carico dell’uomo fu di 7 anni di carcere ma subito dopo la sentenza Andrea scappò all’estero risultando così latitante. Nonostante sia ancora in fuga, l’uomo si è rivolto alla trasmissione di Italia 1, dopo averlo già fatto nel maggio dello scorso anno sollevando alcuni dubbi in merito a quanto emerso dalle carte del processo che, come spiegò la stessa iena Viviani, forse non giudicò adeguatamente questo padre. All’epoca Andrea raccontò la sua storia partendo dalla relazione con la moglie fino alla nascita della bambina. La piccola con il passare del tempo divenne “proprietà della mamma”. Il rapporto tra i due iniziò ad incrinarsi, fino alla richiesta di separazione. Il clima familiare si fece molto teso in quanto entrambi continuano a vivere sotto lo stesso tetto. Dopo l’ennesima lite la donna decide di andarsene di casa insieme alla bambina. Questo provoca anche l’allontanamento tra padre e figlia, fino a quanto il giudice non decise di permettere all’uomo di far dormire in casa sua la piccola ogni due settimane. Aspetto che ovviamente non andò bene alla ex. Passano pochi mesi ed è proprio la donna a raccontare allo psicologo del tribunale di aver notato strani comportamenti presso la figlia. Parla di “intolleranza nei confronti del lavaggio delle parti intime” e delle accuse della bimba nei confronti del papà.

TUTTI I DUBBI EMERSI

Madre e nonna della bambina raccontarono le stesse versioni allo psicologo: a loro detta, la bimba avrebbe raccontato presunte violenze subite dal padre. Eppure, sebbene vi siano i filmati di qualsiasi cosa, mancherebbero all’appello proprio quelli in cui la piccola di appena 2 anni e mezzo racconta cose scabrose che avrebbe fatto il papà a suo scapito. A confermare però le parole della bimba sarà la pediatra la quale dopo aver eseguito una visita constata “genitali tumefatti con traumi indotti da terzi” e spinge la madre a denunciare. Di ciò però non ci sarebbe alcuna foto o video, né alcun altro medico ha visitato la piccola in quel periodo. I dubbi già emersi sulla vicenda e raccolti da Le Iene sono ancora molteplici. Ad oggi l’uomo non sa più nulla della figlia, in quanto l’ultima volta l’ha vista il 27 febbraio 2011, ovvero quando è stato accusato di aver abusato di lei. “Se l’avessi trovata per strada non l’avrei mai riconosciuta”, dice oggi. La storia è molto delicata quanto controversa e stasera Matteo Viviani raccoglierà le nuove parole di un padre disperato di fronte a quella che considera una vera ingiustizia nei suoi confronti. Clicca qui per rivedere l’intervista ad Andrea di un anno fa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori