Scoppia airbag, bimba di 2 anni grave/ Napoli: schiacciato il torace della piccola, genitori senza cinture

- La Redazione

Colpita da airbag, grave bimba di 2 anni: Napoli, in condizioni critiche la piccola, schiacciata sul torace dal dispositivo dopo uno scontro con il guardrail

ospedale_pixabay
Immagine di repertorio (Pixabay)

Colpita da airbag, grave bimba di 2 anni a Napoli: un brutto incidente automobilistico ha coinvolto una famiglia nel capoluogo campagno, con la piccola che ha avuto la peggio. Come riporta Repubblica, la bimba è stata schiacciata dal dispositivo di sicurezza dell’automobile e attualmente si trova in terapia intensiva all’ospedale Santobono di Napoli. La Polizia Municipale ha ricostruito la dinamica del brutto incidente, con la piccola che molto probabilmente era tra le braccia della madre: il padre, forse per il divincolarsi della figlia, ha perso il controllo della vettura, che è andata a finire violentemente contro un guardrail. Il forte impatto ha causato lo scoppio degli airbag, che ha schicciato il torace della piccola. Inoltre, sempre secondo le prime ricostruzioni, sia la madre che il padre non indossavano la cintura sicurezza al momento dell’incidente.

NAPOLI, GRAVE BIMBA DI 2 ANNI COLPITA DA AIRBAG

Attesi aggiornamenti nelle prossime ore sulle condizioni della piccola di due anni: l’incidente ha avuto luogo poco dopo l’ingresso della tangenziale in direzione Pianura, più precisamente in via Cintia a Napoli. La bambina è stata subito trasportata all’ospedale San Paolo, per poi essere trasferita al Santobono: in questi minuti è intubata e a breve verrà sottoposta ad una tac. Secondo quanto riporta Il Messaggero, inoltre, la bimba è arrivata all’ospedale in arresto cardiaco e completamente cianotica: assistita dall’equipe medica con massima urgenza, i rianimatori del pronto soccorso hanno effettuato le manovre del caso e le hanno riattivato il cuore. La vicenda è al vaglio delle forze dell’ordine, che proveranno a fare ulteriore chiarezza sul grave incidente che ha coinvolto il trio familiare: la piccola ha avuto la peggio, ma la speranza è che tutto si risolva per il meglio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori