VARESE, 28ENNE MORTO VICINO A DISCOTECA/ Manuel Cantisano avrebbe tentato di sedare una lite

- Niccolò Magnani

Varese, morto un 28enne fuori da discoteca “Picasso” a Vergiate: ultime notizie, giallo sulle cause della morte. Presunto incidente, investimento o trauma dopo spinta e caduta?

incidente_ambulanza_vigilidelfuoco_carabinieri_lapresse_2018
Carabinieri, vigili del fuoco e ambulanza - LaPresse

Un sabato sera che si tinge di rosso sangue, per l’ennesima volta, e anche di giallo perché troppi elementi sono ancora molto confusi per capire cosa sia davvero successo davanti alla discoteca di Vergiate, in provincia di Varese. Riavvolgendo il nastro e seguendo le prime informazioni riportate da Varese News possiamo riassumere: attorno a questa mattina, alle ore 4, un trentenne è stato ritrovato a pochi metri dalla discoteca Picasso in fin di vita: pare che mentre camminava forse verso il parcheggio della sua auto, sia rimasto vittima di un incidente, un investimento fatale visto che poche ore dopo il ragazzo è morto in ospedale. Troppo gravi le ferite nonostante i soccorsi tempestivi dell’Areu e 118 che hanno cercato una prima rianimazione sul posto in attesa del trasporto in ospedale. I tanti ragazzi presenti in discoteca al momento dell’investimento, non hanno saputo per ora raccontare cosa possa essere successo e le forze dell’ordine cercano con urgenza testimoni eventuali della tragedia. Il 30enne è stato portato da Via Sempione si trovava fino all’ospedale Circolo di Varese, ma tutto è stato inutile: è morto appena arrivato in ospedale.

GIALLO A VERGIATE

Un giallo quello di Vergiate per prima cosa per le modalità: sarebbe stato investito ma non ci sono segni di sbandamento o pezzi rotti di automobili. L’eventuale pirata della strada è corso via appena dopo l’impatto, ma non è chiaro se si tratti di un fatale e tragico incidente o se invece fosse stato preso di mira il 30enne per qualche motivo, magari anche un banale litigio scaturito dalla serata in discoteca. Tutte le ipotesi restano aperte mentre i carabinieri di Gallarate stanno provando a raccogliere i pochi dati presenti sul luogo della morte: secondo quanto emerge da Repubblica, a tentare di aiutarlo, chiamando il 112 e il 118, sono stati alcuni giovani appena usciti dalla discoteca. Al momento non sono note le generalità della vittima e solo nelle prossime ore, anche con l’intervento del medico legale che dovrà spiegare la causa della morte del 30enne, saranno spiegate alla stampa tutte le novità del giallo alle porte di Varese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori