Ravenna, a 18 mesi mastica barretta di hashish/ Ricoverata per intossicazione: arrestato il padre

- Silvana Palazzo

Ravenna, a 18 mesi mastica barretta di hashish: ricoverata per intossicazione, ora è fuori pericolo di vita. Arrestato il padre, denunciata la madre. Le ultime notizie

ambulanza_lapresse_2017
Ambulanza (LaPresse)

Una bambina di 18 mesi ha rischiato la vita a causa di una barretta di hashish. Ora è fuori pericolo, ma dovrà restare ricoverata in ospedale. È accaduto lunedì a Ravenna. La piccola ha ingoiato la droga trovata in casa. Il padre era al telefono quando ha aperto un cofanetto con 62 grammi di hashish e masticato una barretta. Ovviamente entrambi i genitori sono finiti nei guai. Il padre, come riportato da Repubblica, è stato arrestato per possesso di droga ai fini di spaccio e lesioni personali come conseguenza di altro reato. La madre invece è stata denunciata a piede libero perché, stando a quanto ipotizzato dagli inquirenti, avrebbe saputo di quella droga che era custodita in casa. Il caso della sospetta intossicazione da droga su minorenne è stato segnalato dall’ospedale di Ravenna alla Questura. Sui dentini della piccola sono stati trovati residui di hashish, e i test tossicologici hanno dato risultato positivo ai cannabinoidi.

RAVENNA, A 18 MESI MASTICA BARRETTA DI HASHISH

La bambina di 18 mesi che ha masticato una barretta di hashish del padre è fuori pericolo di vita, ma deve restare in ospedale. Dopo 24 ore in osservazione in terapia intensiva, la prognosi è stata sciolta. Per i suoi genitori – entrambi incensurati e residenti nella città romagnola – invece i guai cominciano proprio ora. A fare scattare le indagini, coordinate dal pm di turno Silvia Ziniti, è stato il posto di Polizia interno all’ospedale di Ravenna che ha segnalato alla Questura il ricovero. Stando a quanto verificato finora dalla squadra Mobile, il padre ha cominciato a preoccuparsi quando ha realizzato che dalla sua scatola mancava una barretta di hashish. Quando poi ha visto lo stato di torpore della figlia è scattato l’allarme: a quel punto infatti l’ha accompagnata in ospedale. Successivamente è scattata la perquisizione domiciliare: gli investigatori hanno trovato metà della barretta, il pezzo mancante era infatti quello masticato dalla bimba.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori