San Desiderio/ Santo del giorno, il 23 maggio si celebra il vescovo di Langres

Il 23 maggio si celebra San Desiderio di Langres. Fu decapitato nel 355 dai Vandali per salvare il suo popolo. Desiderio è il protettore di insegnanti, puntatori e contadini.

23.05.2018 - La Redazione
croce_gesu_pixabay_2017
Santo del giorno: Sant'Aureliano

Il Santo del 23 maggio: San Desiderio di Langres

Il 23 maggio si commemora San Desiderio di Langres, genovese di nascita e rappresentato sempre con un bastone pastorale e una palma. Non si sa con precisione in che anno è nato San Desiderio ma la storia si basa su un dato certo e incontrovertibile: nel 343 d.C. presenziò al Concilio di Sardica e nel 346 a quello di Concilia. Tenendo conto di questa data è possibile dire, con certezza, che la nascita di San Desiderio si colloca all’inizio del IV secolo, probabilmente in un piccolo paese dell’allora provincia genovese. Di lui parla, in molte scritture e in documenti ufficiali, S. Atanasio. Per motivi non reperibili in nessuna scrittura, San Desiderio, che era un sacerdote, fu incoronato Vescovo di Langres. Langres era una regione della Francia allora denominata ancora Gallia. Durante il servizio episcopale di San Desiderio, Langres subiva quotidianamente gli attacchi sanguinosi dei Vandali, antico popolo sempre pronto a scatenare guerre e battaglie allo scopo di impadronirsi di più territorio francese possibile e porre le basi per la nascita di un impero. Questi continui attacchi decimavano la popolazione di Langres, seminando morte e distruzione in un ogni luogo, trucidando anche donne e bambini senza alcuna pietà, sotto gli occhi impotenti di tutti, inclusi gli uomini di Chiesa e fede cristiana. San Desiderio non riusciva a sopportare tutto questo dolore e questa violenza e si recò personalmente dal re dei Vandali per cercare di trovare un accordo pacifico, per chiedere pietà per se stesso e per tutta la sua comunità. Purtroppo non riuscì a scalfire la violenza dei Vandali e finì imprigionato e martirizzato. Un chierico di Langres, tale Varnaricario, scrisse un lungo racconto sul martirio di San Desiderio e lo descrisse nei minimi particolari. Secondo Varnaricario, il Vescovo Desiderio di Langres fu ripetutamente percosso, lasciato ai morsi della fame e della sete, torturato e infine decapitato. Una leggenda narra che dopo la sua decapitazione, San Desiderio raccolse la propria testa e tornò a Langres sulle sue gambe, passando da una porta segreta intagliata nella roccia della grotta nella quale veniva tenuto prigioniero.

Culto di San Desiderio 

San Desiderio è considerato uno dei Vescovi più importanti della Francia e tutt’oggi i cattolici francesi lo adorano e venerano, ricordandolo ogni 23 maggio con Messe dedicate, letture, festeggiamenti in alcune zone. È considerato il protettore delle partorienti e viene invocato e pregato dalle gestanti per favorire la nascita facile e tranquilla di bimbi sani. San Desiderio viene pregato appassionatamente dai suoi devoti anche in caso di cause giudiziarie difficili o di situazioni ambigue dove esistono fatti viziati dalle bugie. Infatti, San Desiderio di Langres è considerato portatore di verità, di giustizia, di correttezza. San Desiderio è patrono del piccolo Comune di Correzzana (MB), dove il 23 maggio si organizzano ricche feste parrocchiali in suo onore. Inoltre, viene ricordato a Genova e provincia, e menzionato durante la Santa Messa del giorno. Il 23 maggio, insieme a San Desiderio si ricordano: San Giovanni Battista de’ Rossi, Sant’Efebo, Sant’Eutizio, Santi Lucio e Montano con i loro compagni, San Michele di Sinnada, Sant’Onorato, San Spes, San Siagrio, Santi e Martiri di Mesopotomia e Cappadocia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori