Berlusconi, tre milioni alla moglie di Dell’Utri/ Bankitalia: “Versamenti sospetti”. Fascicolo alla procura

- Silvana Palazzo

Berlusconi, tre milioni alla moglie di Dell’Utri. Bankitalia: “Versamenti sospetti”. Segnalazione inviata alla Guardia di Finanza, la cui relazione è stata inviata alla procura

silvio_berlusconi_ombra_lapresse_2018
Berlusconi, tre milioni alla moglie di Dell'Utri (Foto: LaPresse)

Silvio Berlusconi ha “donato” oltre 3 milioni nel giro di tre mesi ai familiari di Marcello Dell’Utri, ex senatore e fondatore di Forza Italia finito in carcere. “Prestiti infruttiferi”, questa la causale dei versamenti analizzati dall’Ufficio informazioni finanziarie di Bankitalia e dal Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza che hanno segnalato l’operatività “sospetta” alla procura di Milano. A darne notizia è La Stampa, secondo cui l’anomala operatività è stata registrata su tre conti correnti intestati a Ratti Miranda Anna, moglie dell’ex amico e socio di Berlusconi che è in carcere per scontare la condanna per concorso esterno in associazione mafiosa. La scoperta è stata fatta dagli investigatori durante un fascicolo aperto a carico di Dell’Utri per bancarotta, senza che si arrivasse a iscrizioni nel registro degli indagati per i pagamenti che ora sono finiti nuovamente nel mirino degli inquirenti. Si tratta per la precisione di 3 milioni e 328mila euro, solo per quanto riguarda il periodo che intercorre tra il novembre 2016 e il febbraio 2017. Tra i beneficiari non solo la moglie, ma anche i figli. A loro volta quei soldi sono finiti per “finanziamento soci” nel conto di una società con sede operativa a Santo Domingo che “risulterebbe inattiva”.

BERLUSCONI, TRE MILIONI ALLA MOGLIE DI DELL’UTRI

Marcello Dell’Utri si trova attualmente in carcere. Di lui ha parlato Silvio Berlusconi lo scorso 8 maggio al presidente Sergio Mattarella, spiegandogli che l’amico ed ex socio versa in precarie condizioni di salute. Quindi ha chiesto nuovamente il provvedimento di grazia. Nel frattempo continua a pagare le ingenti spese legali, ma gli investigatori stanno compiendo accertamenti sui 3 milioni e 328mila euro “donati” alla famiglia Dell’Utri. Il denaro proveniente dai “prestiti infruttiferi” di Silvio Berlusconi non riguarda solo la difesa dell’ex senatore, riconosciuto come mediatore tra l’ex Cavaliere e Cosa Nostra e per questo condannato. Quei soldi aiutano anche Marina, Marco e Araba, i tre figli di Dell’Utri e Ratti. Quest’ultima ha usato quella stessa causale per mandare 1 milione e 25mila euro, totale di nove bonifici, alla Mantra Juice srl, di proprietà della figlia Marina, che si occupa di succhi di frutta, con sede a Santo Domingo. Quel denaro è stato contabilizzato come “finanziamento soci”, ma l’azienda risulta inattiva. Proprio l’isola caraibica era al centro di una precedente inchiesta a carico di Dell’Utri e della sua famiglia che, a detta degli inquirenti, avrebbe sposato ingenti somme di denaro confluite poi nell’acquisto di una villa lussuosa. Anche quelle somme provenivano da Berlusconi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori