Monza-Arcore, 67enne travolto e ucciso dal treno/ Coinvolta una seconda persona? Le indagini in corso

- Davide Giancristofaro Alberti

Monza, uomo di 67 anni investito e ucciso dal treno: forse suicido. Disagi e ritardi per i viaggiatori sulla tratta Milano-Lecco, traffico ferroviario sospeso poi riattivato 

binari_treno_operai_ferrovia_lapresse_2017
Lapresse

Ci sarebbe una seconda persona coinvolta nell’incidente ferroviario di stamattina tra le stazioni di Monza e Arcore. Oltre all’uomo di 67 anni finito sotto alle ruote del treno all’altezza di via Osculati e via Messa, morto nell’incidente, secondo alcuni media anche una seconda persona di 36 anni sarebbe stata coinvolta ma non avrebbe subito conseguenze. Una notizia questa che non tutti i media riportano; mentre si indaga su possibile suicidio, la presenza di una seconda persona potrebbe far pensare a un omicidio, ma naturalmente le indagini sono in corso. Dopo un iniziale blocco della circolazione, questa è stata ripristinata verso le ore 10 e 35 (Agg. Paolo Vites)

RIPRESA LA CIRCOLAZIONE

L’incidente avvenuto al passaggio a livello di via Osculati a Monza ha provocato circa due ore di ritardi, tilt e caos della linea Arcore-Monza verso Milano: mentre proseguono le indagini della Polizia e della Polfer riguardo i motivi che avrebbero portato quel 67enne a superare il passaggio a livello (continua a farsi strada l’ipotesi del suicidio), Rfi annuncia nell’ultimo aggiornamento sul portale delle news in tempo reale come la linea stia lentamente tornando alla normalità. «Il traffico ferroviario fra Monza e Carnate-Usmate (linea Milano – Lecco), sospeso dalle 5.40, e poi parzialmente riattivato alle 7.20, per l’investimento di una persona fra Monza e Arcore», si legge nel comunicato di Trenord e Rfi, «Sta tornando gradualmente alla normalità, dalle 10.35. I convogli in viaggio hanno subìto ritardi fino a 120 minuti, mentre ventiquattro regionali sono stati cancellati e venti limitati nel percorso». Non più dunque binario unico a senso alternato tra Monza e Arcore ma traffico ferroviario tornato normale dopo i soccorsi, purtroppo inutili, allo sventurato 67enne travolto dal treno in corsa. (agg. di Niccolò Magnani)

INVESTITO SULLA LINEA MONZA-ARCORE

Un uomo è stato investito da un treno questa mattina a Monza. La vittima, un 67enne, stava attraversando a piedi il passaggio a livello di via Osculati, nel capoluogo di provincia lombardo, attorno alle ore 5:40, lungo la linea che va da Milano a Lecco. Non si sa per quale ragione, fatto sta che l’uomo è stato travolto dal treno che stava sopraggiungendo in quell’istante, morendo sul colpo. Come ha riferito il macchinista del treno agli investigatori della Polizia Ferroviaria, l’uomo si è steso sui binari, e non è riuscito a frenare il convoglio. Non è ancora chiara la dinamica, ma resta molto probabile l’ipotesi di un suicidio, anche se non è da escludere che l’uomo sia inciampato e caduto a terra.

SI STANNO RICOSTRUENDO I FATTI

Sul luogo sono subito giunti i carabinieri, gli operatori sanitari e l’autorità giudiziaria per i vari rilievi, per cercare di ricostruire nel dettaglio l’accaduto, anche attraverso l’uso dei filmati delle varie telecamere piazzate sui binari. Come riferito dal quotidiano IlGiorno, fino alle 7:20 è stato sospeso il traffico ferroviario fra Monza e Arcore, nonché fra Monza e Carnate-Usmate, con conseguenti ritardi e disagi per i viaggiatori. La circolazione è stata in seguito riattivata ma su un solo binario, a senso alternato, fra Arcore e Monza, ed è stato quindi riprogrammato il servizio ferroviario, come riferisce Rfi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori